Loading...

Tag: sostenibilità

“La comunità energetica di San Martino Sannita”: INNOVAZIONE E SVILUPPO SOSTENIBILE – MARTEDÌ 22 giugno 2021

Nuove opportunità per il territorio dalle energie rinnovabili.

La comunità energetica di San Martino Sannita“, l’evento a cura di Mario Raffa ed organizzato dal Forum Giovani di San Martino Sannita con il patrocinio del Comune di San Martino Sannita, si terrà martedì 22 Giugno 2021 alle ore 18:30 presso la Scuola Elementare di San Giacomo.

Nel particolare, l’evento è rivolto a imprenditori, manager, studenti ed esponenti delle istituzioni che vogliono approfondire un tema sempre più centrale per lo sviluppo locale sostenibile.
Le energie rinnovabili, vento e sole, trovano nel meridione d’Italia la più produttiva area del Paese.

Inoltre, il libro di Vincenzo RaffaGenerazione di energia distribuita e comunità energetiche“, consente di ragionare su un innovativo progetto di sviluppo del meridione, in particolare delle aree interne, fondato sulla valorizzazione e condivisione dell’energia elettrica prodotta dalle fonti rinnovabili locali.

Questa è la via verso un futuro più equo e sostenibile, dove ogni cittadino potrà produrre e condividere con gli altri energia verde, affiancando ai benefici ambientali quelli economici e sociali. Le Comunità Energetiche saranno protagoniste di nuovo regime energetico: non più centralizzato e gerarchico ma distribuito e collaborativo.

ore 18:30 inizio delle attività

Intervengono:

  • Vincenzo Raffa – Friendly Power, autore del libro “Generazione di energia distribuita e comunità energetiche”;
  • Vincenzo Parrella – Friendly Power;
  • Nicola Mucci – Architetto e redattore del P.U.C. di San Martino Sannita;
  • Diego Mercurio – Ingegnere energetico.

Conclude

  • Angelo Ciampi – Sindaco di San Martino Sannita.

Iscriviti alla mia pagina Facebook per contribuire alla community online e restare in contatto.

“Gas grid of the future”: la call per le migliori Startup nell’innovazione

L’iniziativa dedicata alla distribuzione dell’energia.

Al via “Gas grid of the future” la Call for Startup, promossa da Italgas e SkipsoLabs con l’obiettivo di fornire un ulteriore impulso al processo di transizione energetica attraverso l’impiego di tecnologie digitali sempre più all’avanguardia.

La Call si concentra su tre aree specifiche, quali:

  1. nuove soluzioni tecnologiche per le attività di manutenzione degli impianti;
  2. sistemi per il monitoraggio, la gestione e il bilanciamento delle reti del gas;
  3. servizi a valore aggiunto, basati su IoT distribuita.

L’iniziativa è aperta alle Startup e PMI italiane e internazionali che sviluppano prodotti e servizi sulla base di modelli di business sostenibili, e che sappiano offrire soluzioni in grado di affrontare le sfide poste dagli obiettivi di sostenibilità energetica.

Per partecipare alla Call for StartupGas grid of the future” , la deadline è fissata entro il 18 luglio 2021, è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://ideas4italgas.italgas.it/it/registration/2

Challenge for Sicilia: la Call per soluzioni innovative in ambito circular economy ed energy transition

La Call per realtà innovative siciliane.

A2A lancia la Challenge for Sicilia con l’obiettivo di scoprire realtà innovative siciliane, quali Startup, PMI e ricercatori che abbiano ideato e/o sviluppato progetti innovativi finalizzati a supportare e potenziare la transizione sostenibile del territorio della Regione Siciliana.

Le idee innovative possono essere di tipo hardware e/o software e trovare applicazione in diversi ambiti della transizione sostenibile al fine di:

  • migliorare l’efficienza degli impianti legati all’economia circolare e alla transizione energetica;
  • favorire la nascita e lo sviluppo di filiere collegate all’economia circolare e alla transizione energetica;
  • ottimizzare la resa e l’efficienza dell’impiego di fonti energetiche rinnovabili;
  • sviluppare processi per l’allungamento del ciclo di vita dei prodotti e/o la valorizzazione di un loro riutilizzo in ottica di “second life”;
  • produrre innovazioni dal punto di vista dei materiali e del design di prodotti in ottica ecosostenibile e che preveda il riutilizzo di materie prime seconde coerenti con la strategia end of waste;
  • ideare soluzioni digitali che consentano di abbattere il contenuto di sostanze inquinanti in fase di riciclo e i costi di produzione.

Le realtà selezionate avranno l’opportunità di avviare una collaborazione per lo sviluppo di un progetto pilota e di entrare in contatto con il fondo Corporate Venture Capital di A2A che prevede investimenti in Startup attive in ambiti di business strategici per il Gruppo.

Inoltre, i tre migliori progetti saranno presentati al top management della società, nonché a istituzioni e imprenditori locali, durante il forum “Transizione energetica ed economia circolare in Sicilia: il ruolo chiave del Polo di San Filippo del Mela“, un momento di confronto con gli stakeholder locali previsto il 13 luglio nell’area di Messina.

Per partecipare alla Challenge for Sicilia, la deadline è fissata entro il 28 giugno 2021, è possibile seguendo le indicazioni presente al seguente link: https://innovation.a2a.eu/ChallengeforSicilia#come

Coopen – Alimentazione e Agricoltura Sostenibile: la call for innovators attiva nel settore dell’Alimentazione e Agricoltura sostenibile

L’iniziativa alla ricerca di soluzioni innovative per aumentare l’efficienza produttiva agricola, far crescere la bio-diversità, mitigare le conseguenze della crisi climatica.

Al via la seconda Call for innovators – Alimentazione e Agricoltura Sostenibile con l’obiettivo di realizzare soluzioni d’impatto in Africa, attivando partnership tra Organizzazioni della Società Civile (OSC) e realtà del mondo dell’innovazione attive nel settore dell’Alimentazione e dell’Agricoltura sostenibile.

La Call for Innovators – Alimentazione e Agricoltura Sostenibile si rivolge al più ampio mondo dell’innovazione, coinvolgendo soggetti innovatori attivi sia in Italia sia in Africa:

  • Spin-off;
  • Dipartimenti Universitari;
  • Centri di ricerca,;
  • Startup;
  • PMI innovative;
  • PMI singole innovatrici;
  • Innovatori.

Saranno 15 team di innovatrici e innovatori che parteciperanno al Demo Day che si terrà entro la fine di luglio 2021; successivamente, verranno selezionati 9 team che potranno avviare una partnership con le OSC italiane per realizzare insieme una soluzione innovativa.

Le 7 sfide individuate nell’ambito dell’Alimentazione e Agricoltura sostenibile ai alle quali i soggetti innovatori sono invitati a rispondere sono:

  1. Formazione e scambio di competenze;
  2. Produttività agricola;
  3. Raccolta e organizzazione dei dati;
  4. Mentalità imprenditoriali;
  5. Biodiversità delle colture;
  6. Tracciabilità e qualità;
  7. Modelli di sostenibilità economica.

Le Fondazioni erogheranno alle OSC capofila del partenariato un grant di 90.000 euro per ciascun progetto avviato, di cui una parte sarà attribuita al team di innovatori selezionato per l’implementazione della soluzione tecnologica.

Per partecipare alla Call for innovators – Alimentazione e Agricoltura Sostenibile, la deadline è fissata entro il 28 maggio 2021, è possibile attraverso la compilazione del form presente a seguente link: https://www.f6s.com/coopencallforinnovatorsfoodagriculture/apply

First Round: il programma a sostegno dell’imprenditoria innovativa del Sud Italia

La Call a favore dell’imprenditoria innovativa del Mezzogiorno che ha capacità di generare impatti sociali, ambientali e culturali.

Al via la Call First Round il programma promosso da Entopan Innovation, incubatore, acceleratore e hub di Open Innovation, e Invitalia con l’obiettivo di sostenere le Startup e imprese in un percorso di avvio o consolidamento della propria idea di business attraverso lo sviluppo o l’introduzione di prodotti e servizi innovativi.

Nel particolare, le Startup dovranno presentare progetti nei seguenti ambiti specifici:

  • Salute e Benessere;
  • Stili di Vita;
  • Energy e Circular Economy;
  • Smart Manufacturing;
  • Agroalimentare;
  • Industria Culturale e Creativa.

La Call si rivolge a imprese e Startup innovative (già costituite o costituende) che abbiano sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia o in uno dei 116 Comuni compresi nell’area del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche Umbria).

I team selezionati beneficeranno da subito di un’attività di accompagnamento di Entopan Innovation e i loro progetti saranno sottoposti a Invitalia che ne valuterà qualità, coerenza, sostenibilità e grado di innovazione per finanziarli. Tra finanziamenti e contributi a fondo perduto, i singoli progetti potranno beneficiare, in considerazione dei requisiti dei singoli soci, di un importo fino a 240.000 mila euro.

Entopan Innovation, infatti, accompagnerà i team e le organizzazioni selezionati dal programma nei processi di crescita, garantendo l’accesso ad un ecosistema innovativo e a percorsi di empowerment imprenditoriale, tutoring, advisory strategico, funding e networking.

Per partecipare alla Call First Round, la deadline è fissata entro il 15 giugno 2021, è possibile attraverso la compilazione della documentazione presente al seguente link: https://first-round.it/

INNOVATION VILLAGE: il network sull’innovazione in programma il 6 e 7 maggio 2021

Un grande aggregatore per promuovere tutte le iniziative che arrivano dal territorio.

A breve la sesta edizione di Innovation Village, l’evento promosso da Knowledge for Business con Sviluppo Campania, Enea – Enterprise Europe Network e TecUp, in collaborazione con Regione Campania. Questa edizione sarà interamente digitale, con un folto programma di eventi live sul sito ufficiale della manifestazione.

L’iniziativa ha come obiettivo la creazione di circuiti collaborativi focalizzati sull’innovazione e sui nuovi scenari di Economia circolare e innovazione sostenibile, Industrie culturali e creative, Industria 4.0 e Salute e benessere.

Per partecipare alla sesta edizione di Innovation Village, è possibile collegarsi al seguente link: https://www.innovationvillage.it/

“SouthUp!”: la call for Startup, spinoff e team di progetto nei settori agritech e agroenergia

L’iniziativa per lo sviluppo sostenibile della filiera agricola.

Al via “SouthUp!” la prima Call for Startup di Eni a tema “Agritech – Agroenergia” con l’obiettivo di individuare soluzioni tecnologiche innovative volte ad aumentare l’efficienza dei processi e la resilienza delle pratiche agricole in ottica di sostenibilità sociale e ambientale in Basilicata.
L’iniziativa è promossa da Joule – la Scuola di Eni per l’impresa, nata per sostenere l’imprenditorialità ad alto impatto socio-ambientale – insieme a tre partner di eccezione come Fondazione Politecnico di Milano, PoliHub e ALSIA.

Nel particolare, l’iniziativa nasce dallo studio “Opportunità per la Basilicata” realizzato nel 2019 in collaborazione con alcune eccellenze scientifiche e tecnologiche del Mezzogiorno con le quali si punta ad aumentare, attraverso una logica di Open Innovation, la capacità competitiva dell’ecosistema di aziende agricole del territorio lucano e a promuovere lo sviluppo del territorio in un’ottica di ripartenza del tessuto socio-economico a seguito della complessa emergenza pandemica.

La Call si rivolge a Startup già costituite in forma di società di capitali, spinoff o team di progetto disposti a costituirsi in società, aventi sede legale o operativa nelle Regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna) e in grado di proporre prodotti, servizi o tecnologie innovative ad alto potenziale di sviluppo.

In palio per i team selezionati, un programma di mentorship e accelerazione, con il diretto coinvolgimento delle aziende agricole lucane e un premio di 30.000 euro per i tre progetti vincitori.

Per partecipare alla Call for StartupSouthUp!” , la deadline è fissata entro il 13 giugno 2021, è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://www.southup.it/it/registration/10

“ECO – Economie di Comunità”: il Comune di Lecco aderisce alla Call for Ideas per promuovere il turismo sostenibile

L’iniziativa per innovare l’offerta turistica del territorio con progetti imprenditoriali di economia circolare e sociale.

Il Comune di Lecco aderisce alla Call for Ideas promossa da Fondazione Cariplo con il bando ECO: Economie di Comunità e attraverso l’iniziativa “Manifestazioni di interesse per iniziative imprenditoriali sostenibili” con l’obiettivo di promuovere un processo di coinvolgimento attivo dei cittadini, dei gruppi informali o delle imprese attraverso la presentazione di idee imprenditoriali green di comunità aderenti alle finalità del turismo sostenibile.

Nel particolare, con il termine di “iniziative imprenditoriali sostenibili, resilienti e di comunità” si intendono realtà che:

  • forniscono beni o servizi dove siano esplicite le scelte “green” a favore della comunità;
  • dimostrano un’attenzione alla sostenibilità secondo una dimensione ambientale, sociale ed economica;
  • sono impegnate a coinvolgere la comunità e altri partner territoriali nelle loro attività;
  • cercano di reinvestire l’eventuale surplus a beneficio della comunità e dell’ambiente locale;
  • sostengono azioni e prassi di vita volte alla promozione del benessere integrale della persona (salute/alimentazione/attività fisica, relazioni interpersonali e sociali, apprendimento permanente, tempi di vita/lavoro, ecc.).

Le idee imprenditoriali dovranno rispondere alla sfida che il Comune di Lecco si pone secondo una delle quattro sottocategorie proposte:

  1. rifiuti ed economia circolare (riutilizzo materiali di scarto);
  2. turismo montano lento (valorizzazione sentieri, beni culturali);
  3. mobilità green (trasporti sociali, cicloturismo);
  4. gastronomia e benessere (cibo a filiera corta, biologico).

Per partecipare alla “Manifestazioni di interesse per iniziative imprenditoriali sostenibili“, la deadline è fissata entro il 15 aprile 2021, è possibile attraverso l’invio della proposta progettuale all’indirizzo mail comune@pec.comunedilecco.it .

“Campania Venture”: la call per la trasformazione digitale e sostenibilità al centro delle strategie aziendali

Un progetto innovativo e fortemente concreto di social innovation investment.

Al via “Campania Venture“, l’iniziativa nata da una proposta sinergica tra Tecno e The European House – Ambrosetti ed estesa ad altre aziende campane, tra cui AET, Convergenze Società Benefit, E.P.M. Servizi, Graded, Green Fuel Company SpA, Network Contacts e RDR Spa con l’obiettivo di dare all’ecosistema campano delle imprese ad alto contenuto tecnologico stimolando, attraverso un processo di Open Innovation innovativo, la creazione di partnership strategiche per la competitività delle aziende coinvolte.

Nel particolare, “Campania Venture” vuole contribuire, con il supporto istituzionale di Regione Campania, allo sviluppo di una cultura imprenditoriale diffusa nel Paese e affermare, al contempo, il paradigma dell’Open Innovation come opportunità strategica per le imprese, perseguendo i seguenti obiettivi:

  • valorizzare i migliori progetti imprenditoriali del Paese, coerenti con i temi definiti;
  • rafforzare il posizionamento e la competitività dei Partner del progetto come attori chiave e strategici per il percorso di innovazione e ricerca della Campania e del Paese;
  • sostenere la visione di posizionare la Campania come hub internazionale di riferimento sulle frontiere della tecnologia e della conoscenza, in sinergia e partnership con gli attori pubblici e, in particolare, con l’Assessorato all’Innovazione, ricerca, Startup e Internazionalizzazione.

Sono presenti due Call relative ai seguenti ambiti:

  1. Digital Transformation: Cybersecurity, Digital Marketing, Internet of Things, Data Analytics;
  2. Sustainability: Efficienza Energetica, Fonti di Energia Alternative, Riciclo e riuso dei prodotti, e-automotive.

Il piano di azione prevede:

  • Campagne bimestrali di raccolta e analisi di Startup attive sulle tematiche specifiche nelle aree di Digital Transformation e Sustainability;
  • Riunioni periodiche con i Partner durante le quali presentare e discutere i progetti e le startup più meritevoli identificate;
  • Opportunità, per le Startup, di networking, dialogo e creazione di collaborazioni industriali e/o finanziarie con player rilevanti di medie dimensioni, attivi in settori altamente tecnologici.

Per partecipare alla CallCampania Venture“, la deadline è fissata entro il 17 dicembre 2021, è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://www.ambrosetti.eu/campania-venture-modulo-di-autocandidatura/

 

Welfare, che impresa: LA CALL PER startup sociali al servizio della comunità

L’iniziativa a sostegno dell’imprenditorialità giovanile.

Al via la quinta edizione di Welfare, che Impresa!, il programma di capacity building per progetti di welfare ad alto potenziale di impatto sociale, economico e ambientale, promosso da Fondazione Italiana Accenture insieme a UBI Banca Banca, Fondazione Snam, Fondazione Bracco, Fondazione con il Sud, Fondazione Peppino Vismara.

La Call intende premiare e supportare i migliori progetti di welfare di comunità promossi da Enti in grado di produrre benefici in termini di sviluppo locale, in settori quali:

  • Cultura, valorizzazione del patrimonio e del paesaggio;
  • Sostenibilità ambientale e circular economy;
  • Smart cities e mobilità;
  • energia;
  • Welfare territoriale;
  • servizi di cura e welfare aziendale;
  • Agricoltura sociale;
  • Rigenerazione e restituzione alla fruizione collettiva di beni pubblici inutilizzati o di beni confiscati alla criminalità organizzata.

In particolare, la Call si pone le seguenti finalità:

  • sostenere e promuovere progetti innovativi di welfare
  • stimolare iniziative di imprenditorialità giovanile
  • favorire iniziative di rete e multistakeholder, capaci di produrre benefici concreti per la comunità
  • alimentare una progettualità orientata alla generazione di impatto sociale e alla sua misurazione.

Possono partecipare alla Call enti giuridici costituiti da non più di 5 anni o Enti ancora da costituirsi, fermo restando per questi ultimi l’obbligo di costituirsi entro 6 mesi dalla data in cui vengono comunicati i vincitori del presente bando.

Gli Enti dovranno presentare un progetto che:

  • abbia come obiettivo primario la generazione di impatto sociale;
  • favorisca l’occupazione, in particolare dei giovani e delle categorie svantaggiate;
  • utilizzi la tecnologia, anche digitale;
  • consenta l’elaborazione di un piano prospettico di sostenibilità economica;
  • abbia già validato la fattibilità, e possa esibire un proof of concept o un prototipo.

Al primo classificato andrà un premio di 40.000 euro ed al secondo, terzo e quarto classificati andranno tre premi da 20.000 euro ciascuno.

Inoltre, tutti i progetti vincitori potranno accedere a un percorso di mentorship individuale e personalizzato erogato dagli Incubatori partner e a un finanziamento a condizioni agevolate erogato da UBI Banca fino a 50.000 euro e un conto corrente a condizioni agevolate per 36 mesi.

Per partecipare alla Call Welfare, che Impresa!, la deadline è fissata entro il 20 aprile 2021, è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://welfarecheimpresa.ideatre60.it/login?returnUrl=/invio/start/3476&&reason=Contest&code=218

1 2 3 11