Loading...

Tag: equity

ENEA Tech: la call per Startup e PMI che operano in ambiti tecnologici di interesse strategico nazionale

L’iniziativa per il trasferimento tecnologico.

E’ aperta la prima Call ENEA Tech promossa da ENEA Tech, la quale attraverso il Fondo per il Trasferimento Tecnologico promosso dal MiSE investe 500 milioni di euro in tecnologie innovative di interesse strategico nazionale e di scala globale.

Nel particolare, l’obiettivo della Call è incentrata su quattro obiettivi:

  1. Espandere il tessuto produttivo del Paese e rafforzare le sue filiere, attraverso la leva del trasferimento tecnologico;
  2. Investire in tecnologie strategiche di interesse nazionale, al fine di promuovere e anticipare i salti tecnologici prima dell’utilizzo di strumenti di protezione (golden power);
  3. Rafforzare la sovranità tecnologica italiana, in particolare con l’attrazione di ricercatori e scienziati e la valorizzazione dei talenti italiani;
  4. Liberare il grande potenziale inespresso dell’Italia, in sinergia col settore privato e col settore pubblico della ricerca.

La Call è rivolta a:

  • Imprese ad alta tecnologia che vogliono crescere o che devono ancora nascere;
  • Piccole imprese;
  • Startup e PMI innovative;
  • Spin-off o Spin-out.

I proponenti potranno presentare le loro idee nei seguenti settori di investimento:

  • Deep Tech;
  • Healthcare;
  • Green, Energy & Circular Economy;
  • Information Technology.

Per investire nei progetti selezionati ENEA Tech utilizzerà le seguenti modalità di investimento:

  • MODELLO ESPA: Programma finalizzato a investire in diverse fasi del ciclo di vita di una tecnologia con missioni ben definite e strumenti differenti (€200k – €5mln);
  • MODELLO TECH BUILDING: Progettazione, crescita e lancio di grandi spin off dedicati ad ambiti tecnologici rilevanti per il Paese, insieme alle grandi eccellenze scientifiche del nostro Paese (€5mln – €15mln).

Per partecipare alla Call ENEA Tech è possibile compilare il form presente al seguente link: https://www.eneatech.it/call/#partecipa 

Io ci credo: la call for startup per giovani imprenditori del food

La Call che ti permette di elaborare e portare sul mercato il proprio concept di attività food.

Torna per il secondo anno consecutivo “Io ci credo” di In Cibum Lab – la Call dedicata all’innovazione dell’imprenditoria legata al cibo. L’iniziativa sostiene giovani imprenditori e le loro Startup che operano nel food e nel foodtech, grazie al sostegno economico di Demetra Holding, il sostegno scientifico dell’Università di Salerno e la nuova partnership di Intesa San Paolo, che si va ad aggiungere ad altre società tra le quali Illy ed Electrolux.

Quest’anno la Call si dividerà in due sezioni:

  1. la prima chiamata “Emerging Talents” pensata per imprese in fase di costituzione e chiamate a presentare il proprio progetto imprenditoriale per poi essere supportate nel momento di lancio e accelerazione;
  2. la seconda invece è “Start Up Accelerator” e si rivolge ad imprese già costituite, dunque il percorso sarà impostato per affrontare il mercato.

Le Startup vincitrici potranno iniziare il percorso di accelerazione a febbraio 2020 e saranno ospitate presso l’avveniristica struttura di 4.000 metri quadrati a Pontecagnano Faiano, in provincia di Salerno. Il meccanismo di crescita impostato da In Cibum Lab è equity based, dunque mira a creare un ambiente favorevole alla nascita di nuove imprese altamente specializzate.

Ai progetti selezionati verrà offerto un “Grant Award” per la copertura totale degli oneri di partecipazione al programma di accompagnamento e di accelerazione della durata di tre mesi, convertibile in equity all’interno del capitale dell’impresa, in linea con quanto avviene all’interno dei più importanti hub di accelerazione italiani.

Inoltre sono previsti due premi speciali: per la sostenibilità e per l’innovazione digitale nel food, rispettivamente conferiti da Illy ed Electrolucs.

Per partecipare alla CallIo ci credo” è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://www.incibumlab.it/io-ci-credo/form/

 

EQUITY CROWDFUNDING FINANZA INNOVATIVA PER LE ECCELLENZE ITALIANE – 16 dicembre 2020

Il Workshop sullo strumento di finanza innovativa a sostegno delle imprese.

Il 16 dicembre 2020 dalle ore 15:00 alle ore 16:00, GOPMI S.R.L, organizza il workshop digitale gratuito dal titolo: “Equity Crowdfunding finanza innovativa per le eccellenze italiane“.

L’incontro sulla finanza innovativa prevede un focus sull’equity crowdfunding ed il suo impatto su programmi di crescita delle PMI italiane.

Nel particolare, l’Equity Crowdfunding è una forma di investimento che consente agli investitori di finanziare Startup innovative e piccole e medie imprese attraverso portali online autorizzati, erogando un contributo finanziario in cambio di quote societarie delle stesse imprese.

Di seguito, il programma dettagliato dell’iniziativa:

  • L’importanza dell’equity crowdfunding per la raccolta di capitale di rischio nelle PMI;
  • Impostare un Business Plan per una campagna di raccolta vincente;
  • Adeguamenti statutari;
  • Presentazione Premio Genio Italico.

RELATORI

  • Mauro Del Giudice – Ceo & Founder di GOPMI
  • Santo Vittorio Romano – Manager & Founder di GOPMI
  • Carlo De Simone – Manager & Founder di GOPMI
  • Romualdo Mazzocco – Docente & Advisor

Per partecipare al workshop “Equity Crowdfunding finanza innovativa per le eccellenze italiane è possibile effettuare la registrazione compilando il form disponibile a questo link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-equity-crowdfunding-finanza-innovativa-per-le-eccellenze-italiane-131599103461

 

5 tipologie di finanziamento per startup che devi conoscere assolutamente

Se hai una grande idea per un’impresa innovativa e vuoi provare a trasformarla in una startup di successo, non perderti questi 5 tipi di finanziamento.

Indipendentemente dalla tipologia di prodotto o servizio offerto, tutte le startup hanno una cosa in comune: la necessità di reperire capitale. Sfortunatamente, non è semplice per un’impresa in fase embrionale trovare degli investitori o dei finanziamenti disponibili. Non basta entrare in banca e chiedere un prestito: il rischio di impresa in una startup è troppo elevato per ottenere capitale attraverso i canali tradizionali.

In un recente post pubblicato su Merchant Maverick, sono elencate alcune modalità alternative di finanziamento che possono aiutarti a capitalizzare la tua startup: ci vuole un po’ di coraggio e di creatività, ma realizzare i tuoi sogni da imprenditore innovativo non è mai impossibile. Tuttavia, è necessario capire quanto capitale ti serve e perché: proprio per questo è fondamentale analizzare al meglio i tuoi costi di avvio, considerando tutte le possibili voci (dalle attrezzature, al marketing, passando per la ricerca e sviluppo solo per fare alcuni esempi).

Ma come possiamo finanziare la nostra startup? Partiamo con il più classico tipo di finanziamento: il cosiddetto debito. Si tratta di un vero e proprio prestito, in cui la somma forfettaria che il team riceve dovrà poi essere rimborsata (con gli interessi) in un determinato periodo di tempo. Il vantaggio di questa forma di finanziamento è che costruisci la tua reputazione rispetto ai creditori, ma l’altra faccia della medaglia sono tassi di interesse e condizioni spesso poco vantaggiose per una startup.

La seconda tipologia è il finanziamento in equity: il capitale necessario per la copertura dei tuoi costi di avvio sarà in questo caso ripagato sotto forma di partecipazioni nella tua startup. In questo modo, gli investitori potranno ricevere una fetta degli utili quando il business sarà avviato e remunerativo. Il vantaggio in questo caso è sicuramente il non dover restituire denaro, ma lo svantaggio sta nel perdere parte della proprietà della tua azienda: ciò non significa solo suddividere gli utili, ma anche dover consultare le parti quando ci sarà da prendere una decisione importante per il business.

Come terza tipologia possiamo considerare il cosiddetto finanziamento seed: questo termine che in inglese significa seme rende perfettamente l’idea di come funziona. All’inizio avrai un piccolo capitale che ti consentirà di avviare la startup: si parte da un seme, che crescerà nel tempo proprio come accade per le piante. Il capitale seed investito crescerà man mano che il business diventa fiorente e anche qui, come nel caso dell’equity, i finanziatori avranno in cambio delle partecipazioni nella tua attività, con tutti i pro e contro analizzati in precedenza.

Nel mondo startup si è fatta strada negli anni una tipologia di finanziamento “dal basso” nota come crowdfunding: si tratta di una vera e propria raccolta fondi, attraverso campagne lanciate su piattaforme online ad hoc, nelle quali chiunque crede nel prodotto o servizio che la startup ha progettato può investire una fetta di capitale. In cambio, i finanziatori otterranno partecipazioni o ricompense/vantaggi, ad esempio prezzi scontati al momento del lancio. Il crowdfunding ha il vantaggio di testare il gradimentoo sul mercato e costruire una prima base di utenti prima ancora di effettuare il lancio: dall’altro canto, richiede un forte sforzo di comunicazione e potrebbe non aiutare a raggiungere il risultato sperato.

Infine, uno startupper alla ricerca di capitale potrebbe servirsi di una delle sovvenzioni alle imprese previste nel pubblico: ci sono tantissimi bandi e opportunità a livello europeo, nazionale, regionale e locale che prevedono finanziamenti in denaro (quasi mai a fondo perduto, ma con condizioni vantaggiose) a volte abbinate anche a percorsi di formazione e mentorship con esperti del settore, come nel caso di VulcanicaMente: dal talento all’impresa o dell’Incubatore Diffuso del Comune di Napoli.

Impact EdTech: Tecnologie digitali per l’educazione con finanziamenti fino a 195 mila euro

La prima Call Impact EdTech per Startup e PMI per soluzioni personalizzate basate su bisogni educativi speciali e gruppi vulnerabili.

Il progetto Impact EdTech , finanziato nell’ambito del programma Horizon 2020, ha aperto la prima Call per soluzioni all’avanguardia in materia di Education Technology – EdTech a sostegno dell’educazione inclusiva, dell’apprendimento personalizzato e dello sviluppo delle competenze.

La Call è rivolta a Startup e PMI che forniscono soluzioni, basate su tecnologie digitali, a sfide educative rivolte all’istruzione obbligatoria formale o ad altri sistemi di educazione formale ed informale.

In particolare, le soluzioni devono essere inerenti una delle seguenti aree di interesse:

  • educazione inclusiva dedicata a gruppi vulnerabili o scarsamente serviti;
  • giovani che hanno abbandonato precocemente gli studi o per il miglioramento dei risultati di apprendimento per tutti;
  • apprendimento personalizzato (basato su tecnologie come Intelligenza Artificiale, learning analytics, ecc.) con un focus sugli approcci nuovi e basati sulla ricerca per l’educazione in classe e l’apprendimento permanente;
  • sviluppo delle capacità di bambini, insegnanti e altri discenti con un focus sulle materie STEM, Computational Thinking, pensiero critico, creatività, collaborazione, ecc.

La Call selezionerà 21 Startup o PMI che parteciperanno a un percorso di incubazione e accelerazione e che potranno ricevere fino a 195 mila euro in fondi equity.

Per partecipare alla Call Impact EdTech, la deadline è fissata entro il 30 giugno 2020, attraverso la compilazione del form al seguente link: https://impactedtech.fundingbox.com/signin

“Io Ci Credo”: il percorso di accelerazione per le migliori idee nel foodtech

La Call rivolta a chi vuole validare e migliorare la propria idea nel settore food, al fine di renderla un progetto concreto di successo da replicare ed esportare.

Formamentis Group – player della formazione e della ricerca di personale in Italia in partnership con alcune delle più importanti aziende italiane del settore: Illy, Electrolux, Petra Molino Quaglia, Monograno Felicetti, D’Amico, Robo e l’Università di Salerno – all’interno di “In Cibum Lab” unisce innovativi servizi di accelerazione imprenditoriale con il Programma “Io Ci Credo“, con l’obiettivo di sostenere aspiranti imprenditori del food e food-tech partendo da un territorio che esprime un riconosciuto patrimonio culturale ed eno-gastronomico.

La Call è rivolta a tutti coloro che ritengono di avere un’idea innovativa ad elevato potenziale nel settore food e cercano un supporto qualificato nello sviluppo e nell’accesso al mercato.

Ai progetti selezionati verrà offerto un “Grant Award“, pari alla copertura totale degli oneri di partecipazione al programma di accompagnamento e di accelerazione della durata di tre mesi, convertibile in equity all’interno del capitale dell’impresa, in linea con quanto avviene all’interno dei più importanti hub di accelerazione italiani.

A finanziare il percorso sarà Demetra, la nuova holding promossa da Fmts Group, che punta così a stimolare la creazione di un ambiente favorevole alla nascita di nuove imprese altamente specializzate nel settore food attraverso un meccanismo equity based.

Per partecipare alla Call “Io Ci Credo“, la deadline è fissata entro il 15 aprile 2020, attraverso la compilazione del form al seguente link: https://www.incibumlab.it/io-ci-credo/efp/

 

Equity Crowdfunding per la crescita delle start up – 4 marzo 2020

Il Workshop sullo strumento di finanza innovativa a sostegno di progetti di crescita di Startup e PMI.

Il 4 marzo 2020 dalle ore 10:00 alle ore 13:00, GOPMI S.R.L, organizza il workshop gratuito dal titolo: “Equity Crowdfunding per la crescita delle Startup“.

L’Equity Crowdfunding è una forma di investimento che consente agli investitori di finanziare Startup innovative e piccole e medie imprese attraverso portali online autorizzati, erogando un contributo finanziario in cambio di quote societarie delle stesse imprese.

Di seguito, il programma dettagliato dell’iniziativa:

                                          PROGRAMMA – EQUITY CROWDFUNDING

1. CROWDFUNDING E L’EQUITY CROWDFUNDING

• Definizioni e Normativa.

2. EQUITY CROWDFUNDING:

• Vantaggi per le imprese;
• Vantaggi per gli investitori;
• Agevolazioni fiscali per gli investitori;
• Rischi per gli investitori;
• Verifica di appropriatezza.

3. PROCEDURA DI SELEZIONE CAMPAGNE

• Valutazione Tecnica;

i. Business idea,
ii. Team,
iii. Modello di business,
iv. Mercato, target e traction,
v. Utilizzo fondi e previsioni finanziarie.

4. DOCUMENTAZIONE CAMPAGNA

• Dashboard;
• Pitch;
• Valore Pre-Money;
• Variazioni Statutarie;
• Verbale di Aumento di Capitale.

Per partecipare al workshop Equity Crowdfunding per la crescita delle Startup” è possibile effettuare la registrazione compilando il form disponibile a questo link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-equity-crowdfunding-per-la-crescita-delle-start-up-90645120997

EQUITY CROWDFUNDING: il workshop a sostegno di progetti di crescita di Startup e PMI – 14 GENNAIO 2020 – INCUBATORE NAPOLI EST

Ancora pochi giorni per registrarsi e partecipare al workshop gratuito sullo strumento di finanza innovativa per la crescita delle Startup e PMI.

Il CSI – Incubatore Napoli Est, martedì 14 gennaio 2020 dalle ore 15:00 alle ore 19:30, ospita GOPMI S.R.L, per un workshop gratuito focalizzato su come “Finanziare la crescita di una Startup con l’Equity Crowdfunding“.

L’Equity Crowdfunding è una forma di investimento che consente agli investitori di finanziare Startup innovative e piccole e medie imprese attraverso portali online autorizzati, erogando un contributo finanziario in cambio di quote societarie delle stesse imprese.

Di seguito, il programma dettagliato dell’iniziativa:

PROGRAMMA – EQUITY CROWDFUNDING

ORE 15:00 – Registrazione dei partecipanti prenotati.
ORE 15:30 – Inizio dei lavori.

PRIMA PARTE – INFORMAZIONE & FORMAZIONE
Un percorso formativo per consentire ai founders di Startup e Pmi , professionisti e consulenti, di comprendere le opportunità offerte dall’equity crowdfunding attraverso:

1. CROWDFUNDING E L’EQUITY CROWDFUNDING

• Definizioni e Normativa.

2. EQUITY CROWDFUNDING:

• Vantaggi per le imprese;
• Vantaggi per gli investitori;
• Agevolazioni fiscali per gli investitori;
• Rischi per gli investitori;
• Verifica di appropriatezza.

3. PROCEDURA DI SELEZIONE CAMPAGNE

• Valutazione Tecnica;
i. Business idea,
ii. Team,
iii. Modello di business,
iv. Mercato, target e traction,
v. Utilizzo fondi e previsioni finanziarie.

• Validazione Finale;
i. Verifica che il progetto sia allineato alla strategia della piattaforma,
ii. Verifica l’assenza o la gestione di conflitti d’interessi,
iii. Verifica i requisiti di onorabilità dei key men dell’impresa,
iv. Verifica la corretta compilazione del prospetto informativo,
v. Verifica l’attivazione dei presidi antifrode.

4. DOCUMENTAZIONE CAMPAGNA

• Dashboard;
• Pitch;
• Valore Pre-Money;
• Variazioni Statutarie;
• Verbale di Aumento di Capitale.

ORE 17:30 – Break
ORE 18:00 – Ripresa dei lavori

SECONDA PARTE – BUSINESS MATCHING

Incontri one to one di 15 minuti, con gli startupper (in primis quelle ospitate nel nostro incubatore) che presentano e illustrano le proprie idee e modelli di business per verificare l’utilità dell’Equitycrowdfunding come strumento di crescita del proprio business.

ORE 19:30 – Fine Lavori.

Il Workshop “Equity Crowdfunding” è gratuito e aperto al pubblico, ma i posti sono limitati: pertanto, la registrazione è obbligatoria e può essere effettuata on-line in pochi click compilando il form disponibile a questo link: http://www.incubatorenapoliest.it/events/equity-crowdfunding-workshop-sullo-strumento-di-finanza-innovativa-a-sostegno-di-progetti-di-crescita-di-start-up-e-pmi/

EQUITY CROWDFUNDING: APPUNTAMENTO IL 14 gennaio 2020 AL CSI – INCUBATORE NAPOLI EST

Il Workshop sullo strumento di finanza innovativa a sostegno di progetti di crescita di Startup e PMI.

Il CSI – Incubatore Napoli Est, martedì 14 gennaio 2020, dalle ore 15:00 alle ore 19:30, ospita GOPMI S.R.L, per un workshop gratuito focalizzato su come “Finanziare la crescita di una Startup con l’Equity Crowdfunding“.

L’Equity Crowdfunding è una forma di investimento che consente agli investitori di finanziare Startup innovative e piccole e medie imprese attraverso portali online autorizzati, erogando un contributo finanziario in cambio di quote societarie delle stesse imprese.

Di seguito, il programma dettagliato dell’iniziativa:

     PROGRAMMA – EQUITY CROWDFUNDING

ORE 15:00 – Registrazione dei partecipanti prenotati.
ORE 15:30 – Inizio dei lavori.

PRIMA PARTE – INFORMAZIONE & FORMAZIONE
Un percorso formativo per consentire ai founders di Startup e Pmi , professionisti e consulenti, di comprendere le opportunità offerte dall’equity crowdfunding attraverso:

1. CROWDFUNDING E L’EQUITY CROWDFUNDING

• Definizioni e Normativa.

2. EQUITY CROWDFUNDING:

• Vantaggi per le imprese;
• Vantaggi per gli investitori;
• Agevolazioni fiscali per gli investitori;
• Rischi per gli investitori;
• Verifica di appropriatezza.

3. PROCEDURA DI SELEZIONE CAMPAGNE

• Valutazione Tecnica;
i. Business idea,
ii. Team,
iii. Modello di business,
iv. Mercato, target e traction,
v. Utilizzo fondi e previsioni finanziarie.

• Validazione Finale;
i. Verifica che il progetto sia allineato alla strategia della piattaforma,
ii. Verifica l’assenza o la gestione di conflitti d’interessi,
iii. Verifica i requisiti di onorabilità dei key men dell’impresa,
iv. Verifica la corretta compilazione del prospetto informativo,
v. Verifica l’attivazione dei presidi antifrode.

4. DOCUMENTAZIONE CAMPAGNA

• Dashboard;
• Pitch;
• Valore Pre-Money;
• Variazioni Statutarie;
• Verbale di Aumento di Capitale.

ORE 17:30 – Break
ORE 18:00 – Ripresa dei lavori

SECONDA PARTE – BUSINESS MATCHING

Incontri one to one di 15 minuti, con gli startupper (in primis quelle ospitate nel nostro incubatore) che presentano e illustrano le proprie idee e modelli di business per verificare l’utilità dell’Equitycrowdfunding come strumento di crescita del proprio business.

ORE 19:30 – Fine Lavori.

Il Workshop “Equity Crowdfunding” è gratuito e aperto al pubblico, ma i posti sono limitati: pertanto, la registrazione è obbligatoria e può essere effettuata on-line in pochi click compilando il form disponibile a questo link: http://www.incubatorenapoliest.it/events/equity-crowdfunding-workshop-sullo-strumento-di-finanza-innovativa-a-sostegno-di-progetti-di-crescita-di-start-up-e-pmi/

 

5° EDIZIONE “LE START UP CHIAMATE ALL’ORDINE”: FINANCE START UP COMPETITION 2019

La valutazione delle idee imprenditoriali nell’ottica dell’investimento di Venture Capital.

L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili – Circondario del Tribunale di Napoli con il patrocinio Commissione di Studio ODCEC Napoli: “Finanza Straordinaria, Private Equity e Venture Capital” – lunedì 25 novembre 2019  presso Palazzo San Teodoro – Riviera di Chiaia, 281 – Napoli dalle ore 15:00 alle ore 19:00  darà il via alla V Edizione “Le Startup chiamate all’Ordine” – FINANCE START UP COMPETITION 2019.

Durante l’evento saranno valutate le presentazioni di 10 start up selezionate per diversi settori di attività. I proponenti dei progetti selezionati avranno 7 minuti ciascuno per illustrare la loro iniziativa. La giuria che dovrà esprimersi sarà composta per il 50% da un gruppo di esperti e per il 50% dagli iscritti Odcec Napoli partecipanti.

Risulteranno vincitori i primi 3 classificati ai quali verranno attribuiti premi.

Il Programma dell’evento prevede:

SALUTI
Vincenzo Moretta – Presidente ODCEC Napoli;
Maria Caputo – Presidente UGDCEC Napoli;
Liliana Speranza – Delegato ODCEC Commissione Finanza Straordinaria, Private Equity e Venture Capital;
Danilo Iervolino – Presidente Università Telematica Pegaso;
Valeria FascioneAssessore alle Start Up Regione Campania;
Leandro Sansone – Responsabile Territorial Relations, CS & Claims Sud UniCredit.

INTRODUZIONE
Amedeo Giurazza – Presidente Commissione ODCEC Finanza Straordinaria, Private Equity e Venture Capital.

MODERA LA START CUP COMPETITION
Pierluigi Di Micco – Segretario UGDCEC Napoli.

INTERVENTI
Luca Carabetta Deputato XVIII Legislatura Vicepresidente della Commissione Attività Produttive Membro dell’Intergruppo Parlamentare per l’innovazione;
Paolo Cellini – Venture Partner Pi Campus – Roma;
Giorgio Ventre – Direttore IOS Developer Academy – Napoli;
Pierluigi Rippa – Delegato operativo Start Cup Campania Federico II;
Massimo Varrone – Direttore Campania New Steel – Napoli;
Alfonso Maria Ponsiglione – Co-founder Kyme – 1° Finance Start Cup 2018.

La partecipazione all’evento è aperta a tutti e si invita ad effettuare le prenotazioni agli eventi formativi mediante l’app ufficiale dell’ODCEC di Napoli disponibile per dispositivi IOS ed Android rispettivamente su iTunes Store e Play Store.

Per partecipare alla FINANCE START UP COMPETITION 2019, la deadline è fissata entro il 21 novembre 2019, è possibile attraverso la compilazione del form Start up Presentation Template e successivamente inoltrare la candidatura all’indirizzo email: startcupodcec2019@gmail.com

 

1 2 3 4