Loading...

Tag: università

Università, Innovazione e Territorio: la lezione di Mario – Aula Magna “L. Massimilla” 6 maggio 2022

Una giornata dedicata al ricordo del Prof. Mario Raffa.

Venerdì 6 Maggio 2022 a partire dalle ore 15:30 presso l’Aula MagnaL. Massimilla” si terrà l’evento “Università, Innovazione e Territorio: la lezione di Mario“, un momento di riflessione sul patrimonio morale che il Prof. Mario Raffa ha lasciato, con l’obiettivo di rilanciare con maggiore determinazione il progetto di impegno culturale, civico e sociale dell’Ingegneria Gestionale a Napoli ed in Campania.

Il Suo ricordo rimarrà sempre vivo nei suoi amici e compagni e nei colleghi, negli studenti ed in tutti coloro che hanno avuto l’occasione di condividere con Lui momenti di lavoro, di impegno sociale e conviviali. Le sue doti umane e la sua dedizione all’istituzione universitaria saranno sempre di insegnamento per i suoi allievi e per quanti lo hanno conosciuto e apprezzato.

PROGRAMMA:

ore 15:30 – Afflusso dei partecipanti

ore 16:00 – Introduzione a cura di Emilio Esposito – Decano Ingegneria Gestionale Federico II)

ore 16:10 – Saluti Istituzionali

  • Gaetano Manfredi – Sindaco di Napoli
  • Rita Mastrullo – Pro-Rettore Federico II
  • Gioconda Moscariello – Presidente Scuola Politecnica e delle Scienze di Base, Federico II
  • Nicola Bianco – Direttore Dipartimento di Ingegneria Industriale, Federico II
  • Guido Trombetti – già Rettore Federico II
  • Edoardo Cosenza – Presidente Ordine Ingegneri della Provincia di Napoli

ore 16:40 – “La nascita e sviluppo della cultura gestionale nelle scuole di Ingegneria

Modera Giuseppe Zollo

  • Raffaella Cagliano – Presidente Associazione italiana Ingegneria Gestionale
  • Giovanni Perrone – Ordinario di Ingegneria Gestionale, Università di Palermo
  • Alessandro Ancarani – Ordinario di Ingegneria Gestionale, Università di Catania
  • Vito Albino – Ordinario di Ingegneria Gestionale, Politecnico di Bari
  • Luigi Napolitano (Fondatore Associazione Studenti di Ingegneria
  • Fabio Pacelli – CSO Innovaway, ex studente di Mario

ore 17:30 – “Le relazioni tra il il corso di Ingegneria Gestionale a Napoli ed il Sistema delle Imprese e
degli Enti Territoriali

Modera Guido Capaldo

  • Vito Grassi – Vice presidente Confindustria
  • Edoardo Imperiale – Direttore DIH Campania
  • Antonio Pescapè – Delegato Innovazione e terza missione e Direttore Digita, Federico II

ore 18:00 – “I corsi di Ingegneria Gestionale in Campania tra passato e futuro

Modera Giuseppe Bruno

  • Cristina Ponsiglione – Coordinatrice Laurea Triennale Ingegneria Gestionale Federico II
  • Pierluigi Rippa – Coordinatore Laurea Magistrale Ingegneria Gestionale Federico II
  • Renato Passaro – Ordinario Ingegneria Gestionale, Università Parthenope
  • Roberto Macchiaroli – Ordinario di Impianti Industriali, Università Vanvitelli

ore 18:30 – Chiusura con il saluto della famiglia

E’ consigliato inoltrare conferma di partecipazione al seguente indirizzo mail: g.pastore@unina.it

SMAU Napoli 2021: la manifestazione di interesse rivolta a distretti ad alta tecnologia, organismi di ricerca, università, incubatori – 16 e 17 dicembre 2021 Mostra d’Oltremare

La piattaforma europea di incontro e matching dedicata all’innovazione per le imprese e gli enti locali.

SMAU offre la possibilità a 5 soggetti individuati tra organismi di ricerca, DAT, APP, uffici di trasferimento tecnologico delle Università, incubatori, acceleratori, abilitatori della Regione Campania di partecipare a SMAU Napoli che si svolgerà il 16-17 dicembre 2021 alla Mostra d’Oltremare.

La partecipazione all’iniziativa ha l’obiettivo di sviluppare relazioni commerciali, partnership industriali e finanziarie, progetti di co-innovazione e favorire processi di cross-fertilization tra i protagonisti dell’ecosistema dell’innovazione.

L’opportunità di prendere parte a SMAU Napoli è riservata a organismi di ricerca, DAT, APP, uffici di trasferimento tecnologico delle Università, incubatori, acceleratori, abilitatori con i seguenti requisiti:

  • ambiti di attività coerenti con i focus di Smau;
  • disporre di referenze internazionali, ovvero avere già in corso partnership o collaborazioni con operatori esteri
  • essere partner di un progetto finanziato dalla Comunità Europea;
  • le startup del proprio network devono essere state selezionate per percorsi di accelerazione internazionali oppure aver ricevuto un finanziamento da parte di un operatore internazionale.

I beneficiari tra organismi di ricerca, DAT, APP, uffici di trasferimento tecnologico delle Università, incubatori, acceleratori, abilitatori, selezionati per la partecipazione a SMAU Napoli, potranno usufruire dei seguenti servizi e saranno coinvolti nelle seguenti attività e momenti di networking:

  • Attività di analisi dei fabbisogni, per comprendere le esigenze di sviluppo del business, nuove partnership e tipologia di soggetti di interesse;
  • Identificazione di una selezione di imprese, startup, enti o soggetti intermedi che corrispondono ai fabbisogni emersi in fase di analisi;
  • Condivisione della lista con ciascun beneficiario affinché indichi delle priorità di interesse rispetto all’incontro con ciascun soggetto proposto;
  • Organizzazione di almeno n.3 incontri di matching in occasione degli eventi SMAU con i soggetti indicati con la priorità più alta;
  • Coinvolgimento in una sessione speed pitching in cui presentare la propria attività ad un pubblico di imprenditori e decisori aziendali in funzione del target di imprese a cui ci si rivolge;
  • Visibilità nel sito smau.it con una pagina dedicata, riconducibile alla scheda di Regione Campania | Sviluppo Campania, contenente la presentazione della propria attività, la descrizione dei propri servizi o prodotti e il tipo di partnership che si stanno ricercando;
  • Partecipazione ai diversi momenti di networking e incontro organizzati durante gli eventi SMAU;
  • Possibilità di usufruire dello spazio dedicato di Regione Campania | Sviluppo Campania per l’intera durata dell’evento SMAU, da utilizzare per la realizzazione di incontri e la presentazione delle proprie attività al pubblico di imprese che partecipano alla manifestazione.

Per partecipare a SMAU Napoli, la deadline è fissata entro il 2 novembre 2021, è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://www.smau.it/articoli/candida-la-tua-startup-a-smau-napoli-2021

Al seguente link, invece, il form per la candidatura delle Startup a Smau Napoli: https://www.smau.it/articoli/candida-la-tua-startup-a-smau-napoli-2021

SNAM: AL VIA HYACCELERATOR, SOSTEGNO A STARTUP SU IDROGENO

L’innovazione per il futuro dell’energia.

Snam lancia HyAccelerator, il primo programma di accelerazione su scala globale per Startup, con l’obiettivo di dare impulso allo sviluppo dell’ecosistema idrogeno puntando sulle tecnologie più promettenti e facilitandone l’ingresso sul mercato. Attraverso questa iniziativa, Snam entrerà in contatto con le Startup più innovative del settore a livello globale, rafforzando il proprio ruolo di abilitatore della filiera dell’idrogeno e della transizione energetica.

Le Startup selezionate accederanno a un percorso di accelerazione che durerà dai 4 ai 6 mesi, con supporto su ricerca e sviluppo, oltre a sessioni di mentorship, networking e testing delle soluzioni. Queste attività potranno anche fare leva sulla rete dell’Hydrogen Innovation Center inaugurato da Snam in collaborazione con università e centri di ricerca.

Al termine del percorso, le Startup realizzeranno insieme a Snam studi di fattibilità per futuri progetti pilota nell’idrogeno. In questo modo, Snam mira a esplorare e sostenere le tecnologie a maggior potenziale per accelerare lo sviluppo dell’idrogeno e contribuire agli sforzi di decarbonizzazione del sistema economico, in linea con gli obiettivi climatici nazionali e internazionali.

Per partecipare alla Call HyAccelerator, è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://snaminnova.snam.it/it/register/as/H2Call

Rare Disease Hackathon: il premio per soluzioni innovative capaci di migliorare la qualità della vita dei pazienti in palio 5 mila euro

La competition alla ricerca di buone idee e soluzioni innovative.

Al via la V edizione di Rare Disease Hackathon sulle Malattie Rare, la competizione che premia le soluzioni innovative capaci di migliorare la qualità della vita delle persone con malattia rara, voluta e sostenuta da Takeda.

La competizione si rivolge ad un pubblico ampio, tra universitari e ricercatori di varie discipline, innovatori e startupper, nell’intento di far emergere soluzioni innovative capaci di migliorare la qualità di vita delle persone affette da malattia rara.

Il calendario prevede 3 appuntamenti:

  1. Si parte il 6 ottobre alle ore 18:00 con il webinar di lancio dell’hackathon, per introdurre il tema delle malattie rare e delle sfide e illustrare le modalità di partecipazione;
  2. La competizione si terrà l’11 e il 12 ottobre;
  3. Il 29 ottobre, all’interno del Forum Sistema Salute, organizzato da Koncept, saranno presentate le tre idee finaliste, con la premiazione della squadra che si aggiudicherà il premio di 5.000 euro.

La competizione si svolgerà online: i partecipanti avranno a disposizione delle stanze virtuali in cui lavorare con i propri compagni di squadra anche se a distanza, e saranno supportati da esperti e facilitatori che li aiuteranno a finalizzare l’idea e la presentazione.

Per partecipare alla V edizione di Rare Disease Hackathon è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdRjsMZONfX92W24X1vRdhNAsPi5WB9tlIW601WiYDyIitr-g/viewform

Per maggiori informazioni è possibile consultare il Regolamento al seguente link: https://fss.klive.it/hackathon/2021

“Tecnologie per lo Sviluppo Sostenibile”: la call per lo sviluppo innovativo

La Call per rispondere alle sfide dello sviluppo sostenibile.

Fondazione Cariplo lancia la sua seconda CallTecnologie per lo Sviluppo Sostenibile” l’iniziativa per sostenere i progetti innovativi promossi dalle OSC – Organizzazioni della Società Civile italiane attive in progetti di cooperazione internazionale allo sviluppo in contesti africani.

Per questa edizione potranno essere proposte soluzioni tecnologiche adattabili e replicabili prodotti e servizi data-driven, tecnologie civiche.
Le proposte potranno già essere testate sul campo oppure essere basate su concept e prototipi.

Le OSC potranno proporre soluzioni innovative di 3 tipi:

  1. Soluzioni tecnologiche adattabili e replicabili nel contesto africano, frutto di innovazione frugale, low-tech e low-cost, progettate nell’ambito di relazioni virtuose con il mondo dell’innovazione locale (startup, università, fablab, designer, creativi);
  2. Prodotti e servizi data-driven come applicazioni, piattaforme e soluzioni ICT, mobile e cash transfer, blockchain, intelligenza artificiale, Internet of Things (IoT), machine learning, soluzioni open source;
  3. Tecnologie civiche: soluzioni che abilitino la cittadinanza a contribuire allo sviluppo della comunità come piattaforme per il crowdfunding rivolte a progetti a impatto sociale che migliorino gli spazi pubblici oppure finalizzate a favorire il consumo collaborativo nella diffusione della sharing economy.

I progetti dovranno proporre soluzioni che siano:

  • Pensate mettendo le persone fruitrici principali al centro del progetto (secondo i principi dello human-centered design);
  • Sviluppate in una logica di sistema e filiera;
  • Basate su concept, prototipi o modelli applicativi;
  • Accessibili, adattabili e fruibili nel tempo, integrate in contesti locali che necessariamente varieranno in termini economici, politici e culturali, con un’attenzione alla “diffusione” della tecnologia e/o delle soluzioni data-driven;
  • Sostenibili nel medio-lungo periodo;
  • Compatibili con modalità di condivisione open-source.

Gli ambiti di applicabilità delle soluzioni sono: educazione e formazione, salute, Water, Sanitation and Hygiene (WASH), sviluppo economico, sviluppo rurale, sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile, economia circolare, disabilità e inclusione, ambiente e cambiamenti climatici, energia, tecnologie civiche.

Per partecipare alla CallTecnologie per lo Sviluppo Sostenibile“, la deadline è fissata entro il 15 settembre 2021, è possibile attraverso la compilazione della documentazione presente al seguente link: https://www.fondazionecariplo.it/it/bandi/Bandi.html

Coopen – Alimentazione e Agricoltura Sostenibile: la call for innovators attiva nel settore dell’Alimentazione e Agricoltura sostenibile

L’iniziativa alla ricerca di soluzioni innovative per aumentare l’efficienza produttiva agricola, far crescere la bio-diversità, mitigare le conseguenze della crisi climatica.

Al via la seconda Call for innovators – Alimentazione e Agricoltura Sostenibile con l’obiettivo di realizzare soluzioni d’impatto in Africa, attivando partnership tra Organizzazioni della Società Civile (OSC) e realtà del mondo dell’innovazione attive nel settore dell’Alimentazione e dell’Agricoltura sostenibile.

La Call for Innovators – Alimentazione e Agricoltura Sostenibile si rivolge al più ampio mondo dell’innovazione, coinvolgendo soggetti innovatori attivi sia in Italia sia in Africa:

  • Spin-off;
  • Dipartimenti Universitari;
  • Centri di ricerca,;
  • Startup;
  • PMI innovative;
  • PMI singole innovatrici;
  • Innovatori.

Saranno 15 team di innovatrici e innovatori che parteciperanno al Demo Day che si terrà entro la fine di luglio 2021; successivamente, verranno selezionati 9 team che potranno avviare una partnership con le OSC italiane per realizzare insieme una soluzione innovativa.

Le 7 sfide individuate nell’ambito dell’Alimentazione e Agricoltura sostenibile ai alle quali i soggetti innovatori sono invitati a rispondere sono:

  1. Formazione e scambio di competenze;
  2. Produttività agricola;
  3. Raccolta e organizzazione dei dati;
  4. Mentalità imprenditoriali;
  5. Biodiversità delle colture;
  6. Tracciabilità e qualità;
  7. Modelli di sostenibilità economica.

Le Fondazioni erogheranno alle OSC capofila del partenariato un grant di 90.000 euro per ciascun progetto avviato, di cui una parte sarà attribuita al team di innovatori selezionato per l’implementazione della soluzione tecnologica.

Per partecipare alla Call for innovators – Alimentazione e Agricoltura Sostenibile, la deadline è fissata entro il 28 maggio 2021, è possibile attraverso la compilazione del form presente a seguente link: https://www.f6s.com/coopencallforinnovatorsfoodagriculture/apply

A2A: L’iniziativa a supporto delle idee per un futuro sostenibile

La piattaforma di open innovation che punta a trovare idee, soluzioni e progetti, anche già in fase di sviluppo.

A2A, la Life Company che si occupa di energia, acqua e ambiente grazie all’uso circolare delle risorse naturali, ha lanciato A2A INNOVATION il proprio portale open innovation per raccogliere le idee di startup, aziende, università e centri di ricerca.

Nel particolare, la piattaforma si presenta come lo spazio virtuale in cui attrarre le soluzioni migliori per rispondere a sfide cruciali della nostra epoca come:

  • la transizione energetica;
  • l’economia circolare;
  • la decarbonizzazione;
  • la mobilità sostenibile;
  • il ciclo idrico;
  • la costruzione delle smart city.

A2A ha studiato e messo a disposizione sul portale uno strumento agile e veloce come lo Startup Kit, ovvero un set di misure digitali per rendere più rapido l’avvio di un progetto di innovazione, che consente alle aziende di entrare agevolmente in contatto con il team di innovazione di A2A e, in caso di esito positivo, garantisce di siglare un contratto digitale in una settimana, ricevendo un anticipo del 50% dell’importo del progetto.

Le idee presentate tramite la piattaforma di innovazione vengono valutate dagli esperti di A2A, che potranno dare il via ad una collaborazione che miri allo sviluppo congiunto, alla realizzazione di un pilota, di un prototipo o allo scale up della soluzione proposta. Il portale appena lanciato ospiterà numerose iniziative come call for ideas e challenge focalizzate sui temi strategici di una life company come A2A.

La piattaforma sarà infine anche il punto di incontro con possibili target di riferimento per il fondo di Corporate Venture Capital di A2A, che prevede investimenti a favore di Startup seed ed early stage in Italia e in Europa.

Per partecipare alle Challenge di A2A INNOVATION è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://innovation.a2a.eu/community/challenge

ESA Bic Lazio: la call per lo sviluppo di applicazioni satellitari e tecnologia spaziale in palio 1 milione di euro totale

La Call che ti permette di applicare allo Spazio un prodotto o know-how sviluppato all’interno di applicazioni terrestri.

Parte la nuova Call del programma di incubazione Esa Bic Lazio, cofinanziato dalla Regione Lazio e dall’Asi con l’obiettivo di sostenere l’avvio di Startup innovative nel settore della Space Economy per favorire la diffusione di conoscenze e l’applicazione di tecnologie di derivazione spaziale in altri ambiti di attività e viceversa.

La Call si rivolge, come tutto il programma Esa Bic Lazio in generale, ad aspiranti imprenditori, ricercatori, professori universitari, personale tecnico degli organismi di ricerca o delle università e alle giovani imprese in fase di Startup.

L’avviso stanzia 1 milione di euro per il periodo 2021-2023 al fine di supportare fino a 20 progetti imprenditoriali di Startup nell’ambito della new space economy, stimolando la nascita e lo sviluppo di progetti che applichino conoscenze e tecnologie di derivazione spaziale in altri settori di attività o, in senso opposto, applichino nel settore spaziale tecnologie innovative sviluppate per quello terrestre.

A ogni progetto selezionato potranno essere assegnati fino a un massimo di 50.000 euro per i costi legati alla fase di prototipazione, sviluppo del nuovo prodotto e servizio e per la tutela della proprietà intellettuale.

Le domande di partecipazione alla Call Esa Bic Lazio potranno essere presentate secondo un calendario annuale di scadenze periodiche consultabili al seguente link: http://www.lazioinnova.it/esa-biclazio-innova/

 

Clab Uniparthenope: Vulcanicamente 5 alla terza edizione del Contamination Lab – LUNEDI’ 8 FEBBRAIO 2020

L’evento di contaminazione pilotata tra Università e Imprese, tra discipline, tra metodi didattici ed opportunità.
All’interno del percorso Contamination Lab dell’Università Parthenope, lunedì 8 febbraio 2021 dalle ore 17:00 sarà ospite al ClabUniparthenope il Dott. Giampiero Bruno per presentare l’Avviso pubblico del Comune di NapoliVULCANICAMENTE: DAL TALENTO ALL’IMPRESA 5“, la quinta edizione della Call per individuare talenti e portatori di idee ad elevato contenuto innovativo da inserire in percorsi di formazione e validazione all’interno del CSI Incubatore Napoli Est.
Inoltre, durante l’evento verrà presentato Incubatore Diffuso, l’iniziativa “a sportello” che da la possibilità di beneficiare, gratuitamente, del supporto degli esperti del CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est , fino ad un massimo di 100 ore di consulenza e formazione, personalizzata rispetto al proprio progetto imprenditoriale.
Per partecipare all’evento del ClabUniparthenope è possibile attraverso il seguente link: https://bit.ly/3oDEWyI

 

 

Boost Your Ideas: call per startup in Lazio con montepremi fino a 90 mila euro

La Call per lanciare idee e soluzioni volte a favorire la ripresa post Covid.

Al via la seconda Call Boost your Ideas promossa dalla Regione Lazio per favorire la nascita di nuovi progetti e soluzioni per affrontare il futuro dopo l’emergenza Covid-19.

Nel particolare, il progetto si basa sullo scouting di soluzioni innovative per il riposizionamento competitivo del Lazio, riservando un percorso di mentorship per una rosa di 45 semifinalisti che potranno competere per ottenere premi sotto forma di servizi e contributi in denaro , di cui dieci premi da 5.000 euro e due premi da 20.000 euro.

La Call è destinata a:

  • Startup e micro, piccole e medie imprese (MPMI);
  • team informali composti da almeno tre persone fisiche, maggiorenni, in possesso almeno di un diploma di maturità;
  • spin-off di dipartimenti e Istituti di Università e Centri di Ricerca.

Le proposte devono essere inerenti ad alcune tematiche chiave come:

  • sostenibilità e resilienza;
  • digitalizzazione;
  • cultura;
  • turismo e life style;
  • semplificazione nella PA;
  • valorizzazione dei risultati di ricerca e innovazione;
  • fragilità sociali;
  • ripresa del lavoro;
  • logistica e distribuzione.

Per partecipare alla Call Boost your Ideas, la deadline è fissata entro il 15 marzo 2021, è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://boostyourideas.lazioinnova.it/innovatori/candidatura/

1 2 3 12