Loading...

Tag: acceleratore

VeniSIA: la Call for ideas per soluzione sul cambiamento climatico ed economia circolare

L’acceleratore alla ricerca di Startup e innovatori per la sostenibilità.

Al via la seconda Call for ideas di VeniSIA – Venice Sustainability Innovation Accelerator, l’acceleratore che ha sede all’Università Ca’ Foscari, rivolta a Startup italiane e internazionali con l’obiettivo di trovare soluzioni innovative per l’ambiente e fare di Venezia un polo per giovani innovatori e talenti.

Le Startup candidate dovranno misurarsi su una delle sette challenge proposte:

  1. Low-carbon mobility, per soluzioni su veicoli elettrici o a basse emissioni e infrastrutture;
  2. Materiali innovativi e sostenibili;
  3. Idee per la social acceptance di impianti di energie rinnovabili;
  4. Applicazioni di Data Analytics;
  5. AI e IoT per l’analisi di parametri climatici;
  6. Supply Chain sostenibili, economia circolare e Waste Management.
  7. Smart Cities e Communities per proporre edifici sostenibili, piattaforme IoT per città intelligenti, soluzioni per il turismo sostenibile e l’inclusione digitale.

Le Startup avranno l’opportunità di realizzare un progetto di co-innovation insieme a una delle aziende partner di VeniSIA. L’acceleratore selezionerà circa 30 “innovatori residenti“: i team potranno trasferirsi in città per i mesi del programma e le Startup finaliste riceveranno anche un premio di 20.000 mila euro.

Per partecipare alla Call for ideas VeniSIA, la deadline è fissata entro il 30 giugno 2022, è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://www.venisia.org/it/accelerazione/

SkyDeck Europe: il programma di accelerazione alla ricerca di Startup italiane ed europee

L’iniziativa volta alla creazione di un forte ecosistema europeo di imprese innovative.

Al via SkyDeck Europe il programma di accelerazione lanciato dall’acceleratore dell’Università di Berkeley ‘UC Berkeley SkyDeck’, dall’hub di innovazione italiano Cariplo Factory e da Lendlease – il gruppo internazionale di real estate, infrastrutture e rigenerazione urbana.

Nel particolare, l’obiettivo del programma di accelerazione è quello di accompagnare la crescita di Startup nel triennio di attività, garantendo anche il collegamento con qualificati operatori finanziari in grado di supportare lo sviluppo delle iniziative imprenditoriali attraverso investimenti in equity.

Il programma si svolgerà nella prima sede europea di SkyDeck, a Milano, nel contesto di Mind Milano Innovation District, il distretto dell’innovazione nato nel 2018 nell’ex area Expo.
Berkeley SkyDeck, Cariplo Factory e Lendlease, poi, procederanno alla valutazione e alle interviste con le Sartup entro il 30 aprile mentre il programma di accelerazione avrà inizio il 2 maggio.

Nel corso di questo percorso le Startup selezionate avranno la possibilità di confrontarsi con uno dei migliori acceleratori della Silicon Valley, accederanno a un programma di 6 mesi, ai finanziamenti di SkyDeck Europe Fund e avranno anche l’opportunità di presentare il proprio progetto agli investitori durante il Demo Day.

Le Startup, infine, potranno partecipare al Berkeley SkyDeck Global Innovation Showcase.

Per partecipare al programma di accelerazione SkyDeck Europe, la deadline è fissata entro il 28 febbraio 2022, è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://www.f6s.com/batch-14-berkeley-skydeck

Forward Factory: l’acceleratore dedicato alle Startup che sviluppano prodotti o soluzioni in ambito digital manufacturing

Il programma di accelerazione per sostenere lo sviluppo delle competenze e delle imprenditorialità nel settore dell’innovazione.

CDP Venture Capital sgr, attraverso il suo Fondo Acceleratori, ha lanciato Forward Factory, l’acceleratore dedicato alle Startup che sviluppano prodotti o soluzioni in ambito digital manufacturing, realizzato insieme a Gellify , Comer Industries, Angelini Industries, SCM Group, Vis Hydraulics, Poggipolini, Auxiell e Industrio Ventures.

Forward Factory avrà sede a Casalecchio di Reno (Bologna) presso il Phygital Hub Gellify e potrà essere seguito dalle startup partecipanti in modalità ibrida: fisica e digitale.

Il programma è rivolto a Startup in fase seed e early stage in grado di offrire servizi digitali per innovare i processi produttivi manifatturieri attraverso blockchain, AR, VR, industrial IoT, AI e big data, cyber security, cloud computing e robotica digitale.

Con una dotazione complessiva di 8,64 milioni di euro, di cui 3,57 milioni per successivi follow on post accelerazione, il programma di Forward Factory si estende su un arco di tre anni, coinvolgendo circa 10 Startup ogni anno, che potranno accedere a un percorso della durata di 6 mesi volto a consolidare il proprio ingresso sul mercato.

Per partecipare alla Call Forward Factory, la deadline è fissata entro l’8 aprile 2022, è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://forwardfactory.io/candidati/

Nazaré: l’acceleratore di innovazione sociale dedicato al Lifelong Learning

Un Acceleratore di Startup e progetti di impresa che possano migliorare le esperienze di apprendimento per tutti.

Al via Nazaré Lifelong Learning la Call promossa da Onde Altesocietà benefit e BCorp di innovazione sociale – che mira a selezionare e supportare gratuitamente persone e organizzazioni che intendono affrontare le sfide più critiche del mondo della scuola e della formazione continua, attraverso progetti e idee innovative che abbiano un concreto potenziale di crescita e un impatto sociale positivo.

Nel particolare, Nazaré Lifelong Learning è un percorso di tre mesi rivolto a quei progetti in grado di rispondere concretamente a una delle sette sfide individuate:

  1. educazione inclusiva;
  2. digital learning;
  3. sviluppo delle competenze trasversali;
  4. apprendimento collaborativo e challenge-based;
  5. apprendimento innovativo e personalizzato;
  6. qualità della formazione;
  7. orientamento alle professioni.

I 2 progetti vincitori della Call, riceveranno un investimento seed fino a 20.000 euro senza la richiesta di fee o equity in cambio, e saranno guidati da un lead mentor di Onde Alte in un programma personalizzato di accompagnamento alla crescita che partirà a metà settembre. Il percorso, della durata complessiva di tre mesi, prevede 4 giorni di bootcamp all’inizio del programma e l’accesso a una rete di persone e professionisti di grande competenza, così come il contatto diretto con le scuole d’Italia e realtà virtuose del settore privato.

Per partecipare alla Call Nazaré Lifelong Learning, la deadline è fissata entro l’11 luglio 2021, é possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://bit.ly/2UntZba

Motor Valley Accelerator: le Call per Startup italiane che operano nell’ambito dell’industria automobilistica

Un’opportunità per le Startup che operano nell’ambito dell’industria automobilistica, della mobilità sostenibile e precision farming.

Al via la Call Motor Valley Accelerator: acceleratore nato da un’iniziativa Cdp Venture Capital in collaborazione con Fondazione di Modena e UniCredit, con il supporto di Crit e Plug and Play.

Il programma di accelerazione ha lo scopo di valorizzare le migliori esperienze, diffondere know-how nazionale e internazionale e favorire l’interscambio di best practice fra tutti gli attori coinvolti.

Potranno candidarsi Startup già costituite o che intendono essere costituite entro fine maggio in Italia e che siano guidate da un team qualificato, fortemente motivato e ambizioso che presenti una visione progettuale chiara e pratica capacità di esecuzione: tecnologie, prodotti o servizi in grado di rivoluzionare il modo di concepire la mobilità.

Le Startup, identificate in fase pre-seed e seed, riceveranno supporto tramite un percorso strutturato che porti alla validazione del modello di business. La crescita sarà favorita dalla costante esposizione all’expertise, al network e ai fondi messi a disposizione dai partner dell’Acceleratore.

Le Startup selezionate riceveranno 90 mila euro e saranno supportate per un periodo di accelerazione di 5 mesi, dopo i quali quelle che mostreranno maggiore crescita e riscontro dal mercato potranno ricevere fino a 500 mila euro di ulteriore apporto di investimento. Nel programma rientra inoltre l’assegnazione di un office space dotato di connettività e di tutti i servizi necessari a garantire le proprie attività.

Per partecipare alla Call Motor Valley Accelerator, la deadline è fissata entro il 16 maggio 2021, è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://www.motorvalleyaccelerator.com/it/application.html

InnoVits Gymnasium: il programma di accelerazione con il Politecnico di Milano

L’iniziativa che ti aiuta nel lancio della tua idea.

Al via InnoVits Gymnasium – il programma di accelerazione organizzato da InnoVits, con l’obiettivo di favorire la nascita e lo sviluppo di imprese e Startup innovative al fine di diffondere la cultura imprenditoriale attraverso un’aperta collaborazione fra Startuppers e professionisti appassionati di innovazione.

Il programma di accelerazione si svolgerà alla sede del MIP della Business School del Politecnico di Milano della durata di cinque mesi, durante il quale permetterà di validare, accrescere e presentare la propria idea di Startup davanti a una platea di imprenditori e investitori aperti a vagliare e supportare i progetti.

Per partecipare alla Call InnoVits Gymnasium, la deadline è fissata entro il 30 novembre 2020, è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLScROSd4nhE4F_9UZ0ZMkQFa7vBbrj0VRBUVTWoQGwO-07Qhvw/viewform

I-Tech Innovation 2021: tre call per startup innovative con investimenti per oltre 1,6 milioni di euro

La Call volta a favorire la creazione di una nuova imprenditorialità ad alto contenuto innovativo e tecnologico, investendo sui settori di eccellenza italiani.

Al via I-Tech Innovation 2021, il programma promosso da Fondaz- azienda specializzata in sistemi di informazioni creditizie e di business information e Fondazione Golinelli – holding filantropica particolarmente attiva nei settori dell’istruzione e dell’innovazione con la partecipazione dell’incubatore – acceleratore  G-Factor.

Il programma prevede 3 distinte Call rivolti a Startup innovative nei settori:

Obiettivo è quello di selezionare 13 Startup, che parteciperanno a un programma di mentorship e di supporto allo sviluppo dei loro modelli di business della durata di 8 mesi, che prevede giornate di formazione in presenza a Bologna alle quali si alternano incontri di mentoring a distanza.

1. Call for Innovation Life Science/Digital Health
Per la call dedicata al settore Life Science/Digital Health, che può contare su un budget complessivo di 450.000 euro, il focus è sui settori terapeutici, dei dispositivi medici e diagnostici, della bioingegneria e bioinformatica, in particolare soluzioni in cui le convergenze tra le discipline scientifiche e la tecnologia digitale possano generare innovazioni potenzialmente disruptive rispetto all’esistente.
Le risorse saranno destinate a supportare 5 progetti imprenditoriali in un percorso di incubazione-accelerazione della durata di 8 mesi.

2. Call FinTech & InsurTech
400.000 euro a disposizione per il secondo bando, focalizzato su:

  • Alternative Evaluation of Risk: sistemi alternativi di valutazione del rischio assicurativo e finanziario, mediante l’utilizzo di fonte dati alternative nel rispetto della normativa GDPR e mediante l’utilizzo di algoritmi o metodologie innovativi;
  • New and improved customer experience in the post COVID world: nuovi sistemi e processi per la gestione del cliente in modo digitale;
  • Robo Advisor: sistemi automatici ed intelligenti di analisi dei bisogni assicurativi e finanziari, analisi semantica delle condizioni in essere e gap analysis per fornire all’utente finale consigli personalizzati;
  • IoT for Insurance (Motor, Home, Health, Engineering, Construction): supporto al cliente grazie a processi innovativi basati su IoT che abilitino le compagnie alla prevenzione dei rischi, alla gestione di interventi immediati ed all’analisi dei dati successiva per determinare le cause ed i relativi rimborsi assicurativi.
  • IoT for Banking: modalità innovative in cui i dati dei dispositivi IoT (sia Industry 4.0 che in altri settori) possano contribuire ai processi di gestione finanziaria;
  • Innovation in Claims management: miglioramento ed automatizzazione nella gestione dei Claims su tutti i segmenti assicurativi (Motor, Non-Motor / Consumer, Industry);
  • Alternative Banking Services: servizi e soluzioni connesse alla gestione di prestiti, finanziamenti e micro credito al di fuori del circuito bancario, supporto del mondo finanziario al tema del Green finance e della Circular e Sharing Economy.
    Anche in questo caso, le risorse saranno destinate a supportare fino ad un massimo di 5 progetti imprenditoriali in un percorso di incubazione-accelerazione della durata di 8 mesi.

3. Call for Innovation FoodTech/Agritech
Al settore FoodTech/Agritech sono dedicati 240.000 euro per progetti negli ambiti:

  • Farm management software: Sistemi di decisioning per l’agricoltura (gestione, organizzazione e ottimizzazione), in campo e in ufficio;
  • Satelliti, droni e altri dispositivi (IOT): Nuovi strumenti per la raccolta dei dati in agricoltura a supporto del decisioning e del miglioramento dell’efficienza;
  • Marketplace: piattaforme per acquisto/vendita di input (fitofarmaci, sementi, fertilizzanti, ecc.) e output (commodity, ortofrutta, vino, ecc.);
  • Market intelligence: identificazione delle quotazioni, analisi su andamenti di mercato e previsioni su scenari futuri (prezzi e quantità);
  • Traceability: tecnologie e software per risalire alle origini e ai metodi di produzione di un prodotto alimentare.

Per partecipare alle Call del programma I-Tech Innovation 2021, la deadline è fissata entro il 3 dicembre 2020, è possibile attraverso la compilazione del form presente al seguente link: https://www.fondazionegolinelli.it/it/area-impresa/g-factor

 

 

Dall’idea alla startup competitiva sul mercato: i 4 elementi cardine secondo i finanziatori

Come funziona il processo di creazione di una startup di successo dal punto di vista dei potenziali finanziatori?

Costruire una startup di successo a partire da un’idea di business è un processo complesso e spesso misterioso, nel senso che le informazioni a disposizione di aspiranti startupper sono ormai così numerose che può essere difficile trovare quelle davvero utili alle proprie esigenze.

La prima cosa su cui soffermarsi è la tipologia di business, di azienda che si va a costruire: il processo di creazione di una startup cambia in base a svariati fattori, come la tipologia di prodotto, i clienti, il mercato di riferimento.

In questo post ci soffermeremo in particolare su quali aspetti interessano i finanziatori quando si tratta del processo che porta dall’idea all’impresa: ecco perché ci concentreremo sulla minimizzazione dei rischi e sulla massimizzazione delle opportunità di successo per una startup.

Quali sono i quattro elementi di base che un potenziale investitore tiene in considerazione? Sicuramente il team, le tempistiche, i competitor e la possibilità di “proteggere l’idea”.
In particolare questo ultimo punto è oggi molto difficile, in un mondo sempre più basato sull’open source e la libera circolazione delle informazioni.

Partendo da questi presupposti, proviamo a delineare il processo di creazione di una startup dal punto di vista dei potenziali finanziatori. Attenzione: per concentrarci sugli aspetti principali, il processo che presentiamo è semplificato e non tiene conto di una serie di fattori che esistono nel mercato reale.

1) Prima di tutto, la startup va costruita su un team e non su un’unica persona. Avere un solo founder su cui si concentrano tutte le decisioni è un errore! Un investitore preferisce un piccolo team composto da tre persone, che costituiscono il numero ideale per le prime fasi di creazione della startup.

2) Il secondo punto focale è costituito dal network: oltre al team della startup è importante iniziare fin da subito a costruire una rete di contatti partendo da quelli più stretti, come amici e ex colleghi, che possano supportare l’idea con le proprie competenze e risorse, anche finanziarie. In questo passaggio è fondamentale costruire relazioni solide basate sulla fiducia.

3) A questo punto è possibile allargare il network e accedere all’ecosistema: incubatori, acceleratori, mentor, esperti esterni che possono offrirti un punto di vista prezioso sulla tua idea. L’impegno in questa fase è focalizzato sul convincere persone più “estranee” a dare fiducia alla tua startup.

4) Quando anche i contatti esterni si impegnano a sostenerti e iniziano a parlare di te e della tua idea con gli altri, la startup avrà raggiunto un livello di crescita tale da poter interessare ai primi investitori. Naturalmente, non bastano le persone e le relazioni a fare della tua startup un potenziale investimento appetibile per i finanziatori: questo processo deve essere affiancato da un prodotto interessante e competitivo.

FONTE: https://www.startupcommons.org/blog/the-process-from-idea-to-competitive-startup-4-key-elements-from-funding-point-of-view

Foundamenta: la call for ideas per startup e imprese a impatto sociale

SocialFare presenta la settima edizione di Foundamenta, il programma di accelerazione dedicato a startup e imprese con progetti di impatto sociale

Giunge alla settima edizione Foundamenta#7, la call for ideas alla ricerca di progetti di impresa e startup ad impatto sociale pronte a crescere e attrarre investimenti grazie a soluzioni innovative alle pressanti sfide sociali contemporanee.

La partecipazione a Foundamenta è aperta a:

startup costituite o costituende con prototipo testato o prodotto sul mercato,
imprese con un prodotto/servizio altamente innovativo (cooperative, imprese sociali, S.r.l. o altre forme giuridiche).

In entrambi i casi, le proposte dovranno essere incentrate su progetti innovativi ad impatto sociale in grado di attrarre investimenti a livello nazionale e internazionale.

Le candidature a Foundamenta#7 dovranno pervenire entro la deadline fissata al 6 gennaio 2019 al seguente link: https://www.f6s.com/socialfare2018/apply

I progetti a impatto sociale potranno riguardare i seguenti ambiti: Welfare, Healthcare, Education, Cultural Heritage, Circular Economy, Food & Agriculture.

Tra tutte le candidature raccolte, saranno selezionate le migliori che parteciperanno al Selection Day del 14 febbraio 2019, dove i team si presenteranno agli organizzatori e agli investitori di SocialFare.

Da qui, saranno poi individuate le migliori startup e imprese che accedono al programma di accelerazione Foundamenta#7, della durata di 4 mesi, che si svolgerà a Torino. Inoltre, ciascuna startup/impresa selezionata avrà accesso al Seed Fund fino a 100K e al network di oltre 50 social impact investor di SocialFare.

Il programma si chiuderà infatti con il Social Impact Investor Day, in data 11 luglio 2019, un evento di presentazione al network di investitori che potranno proporre alle startup e imprese di Foundamenta#7 nuove collaborazioni e nuovi finanziamenti.

Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura del testo integrale del Bando, disponibile qui: http://socialfare.org/wp-content/uploads/2018/11/bando-Foundamenta7-091118.pdf

Travelport Labs Incubator – La call per startup tech nel settore Travel offre 15K e 4 mesi a Denver

Travelport Labs Incubator è uno dei più importanti acceleratori a livello globale completamente focalizzato su startup tecnologiche nel settore travel: ogni anno, seleziona un numero limitato di startup che avranno accesso al percorso nella sede statunitense di Denver (Colorado).

travelport

Fino al 30 ottobre 2015 è possibile inviare la propria application per le selezioni del programma 2016: il link di riferimento è https://www.f6s.com/travelportlabsincubator

Attraverso la call, Travelport Labs Incubator sceglierà le migliori 9 startup in tutto il mondo, che riceveranno un fondo da 15.000$ (con cessione dell’8% in Equity) e la partecipazione al percorso di accelerazione travel tech focused offerto dall’incubatore.

Il percorso, della durata di quattro mesi, partirà a febbraio 2016 e prevede l’accesso alla Travelport Commerce Platform con un programma personalizzato di mentorship e coaching.

Le aree di business sulle quali verte il percorso presso Travelport Labs Incubator spaziano dalla ricerca, alla user experience, passando per il marketing, il product management, l’application development.

Per maggiori informazioni: http://www.travelport.com/labs/incubator-apply-fall-2015

Napoli, 12/10/2015

1 2 3 4