Loading...

Tag: lazio

SVita: Scuola d’impresa per startup legate ai temi delle Scienze della Vita

La Call in particolare mira a supportare lo sviluppo di soluzioni e prodotti, con potenzialità di mercato, che rispondano a fabbisogni espressi in tema salute e benessere.

Lazio Innova ha dato avvio al programma SVitaScuola d’impresa per Startup legate ai temi delle Scienze della Vita, volta alla valorizzazione dei risultati della ricerca accademica e industriale che consenta la nascita, la crescita e l’attrazione di Startup innovative ad alto valore scientifico e tecnologico.

Nel particolare, tale strategia si concretizza attraverso il lancio di specifiche Call a team e Startup che abbiano sviluppato soluzioni e prodotti innovativi per le principali filiere laziali.

Le tematica della Call sono:

  • il “biotecnologico/farmaceutico“;
  • il “biomedicale/dispositivi medici“;
  • l'”informatica applicata alla biomedicina ed ai servizi di assistenza socio-sanitaria“;
  • il “benessere/wellbeing“;
  • Nutraceutica;
  • Servizi alla salute con innovazione tecnologica;
  • Diagnostica clinica e servizi.

La Call è rivolta a:

  • Aziende costituite da non oltre 60 mesi;
  • Team informali composti da minimo due persone fisiche, di cui almeno una impegnata nella ricerca (professori, ricercatori, laureati, dottorandi, assegnisti e studenti) che abbiano individuato potenziali soluzioni e prodotti suscettibili di valorizzazione imprenditoriale.

Lazio Innova mette a disposizione, per i 20 team/Startup selezionati, un percorso di mentorship, finalizzato a valorizzare imprenditorialmente soluzioni e prodotti, che rispondano a fabbisogni espressi in tema salute e benessere; all’interno dello Spazio Attivo Roma Casilina e dello Spazio Attivo di Latina.

Per partecipare alla Call SVita, la deadline è fissata entro le ore 24:00 del 14 maggio 2020, bisogna presentare le proposte di soluzioni innovative attraverso la compilazione dei moduli scaricabili al seguente link: http://www.lazioinnova.it/svita/

Per avere maggiori informazioni possono essere richieste al seguente indirizzo email: startuplazio@lazioinnova.it.

La Call della Regione Lazio ESA e ASI: 500 mila euro per le startup dello spazio

La Call per  imprenditori o ricercatori con idee innovative che intendano applicare tecnologie, know how e dati di derivazione spaziale in settori non spaziali.

La Regione Lazio tramite Lazio Innova, l’Agenzia Spaziale Europea – ESA e l’Agenzia Spaziale Italiana – ASI ha siglato un nuovo accordo per supportare l’avvio di imprese che intendono applicare conoscenze e tecnologie di derivazione spaziale in altri settori di attività attraverso il programma ESA BIC – ESA Business Incubation Centre.

Uno degli elementi fondamentali del programma è quello di colmare il gap tra un’idea e la sua applicazione in un business, con un sistema di servizi integrati per la nascita e lo sviluppo di impresa, anche attraverso progetti di trasferimento tecnologico.

La Call è rivolta a:

  • Aspiranti imprenditori;
  • Ricercatori;
  • Professori universitari e personale tecnico di organismi di ricerca o di università;
  • Imprese in fase di Startup.

La procedura per l’ammissione segue i seguenti criteri:

  • Esperienze e Background;
  • Fattibilità Tecnologica;
  • Value Proposition e Opportunità di Mercato;
  • Business Model e Rischio;
  • Programma delle Attività.

L’obiettivo principale della Call è quello di creare un network europeo di centri di competenza che supportino l’innovazione basata sulla geo-informazione e sviluppo di servizi attraverso l’uso di dati e sistemi satellitari.

Le risorse stanziate nella Call ammontano complessivamente a 500 mila euro e ad ogni progetto selezionato spetterà un massimo di 50 mila euro, per i costi legati alla fase di prototipazione, sviluppo del nuovo prodotto/servizio e della tutela di proprietà intellettuale.

Inoltre, i vincitori saranno incubati per un massimo di 2 anni a Roma, presso lo Spazio Attivo Roma Tecnopolo di Lazio Innova, ed usufruiranno di tutoraggio imprenditoriale e tecnico, oltre che di un supporto per accedere ad altri strumenti di finanziamento. Inoltre, all’interno dello Spazio Attivo Roma Tecnopolo è stato di conseguenza avviato un centro della Rete Europea dei FabSpace, che collabora con il Polo dell’Università Tor Vergata.

Per partecipare alla Call, le domande devono essere presentate entro il 18 marzo 2019 tramite posta elettronica all’indirizzo email: Esabic@lazioinnova.it e con raccomandata A/R all’ indirizzo:

Spazio Attivo Lazio Innova Roma Tecnopolo
ESA BIC Lazio Programme
Via Giacomo Peroni, 442-444
00131 Rome
ITALY

Per ulteriori informazioni:
Roberto Giuliani
Andrea Cosentino
Esabic@lazioinnova.it

Il Piano Lazio Creativo: tre Bandi con opportunità di finanziamento per giovani creativi ed aspiranti startup nel settore dell’Industria Creativa

La Regione Lazio ha elaborato nelle scorse settimane un Programma dedicato alla nascita e allo sviluppo delle imprese, con particolare attenzione a giovani under 35 e agli over 50 in difficoltà, focalizzato sul tema dell’industria creativa: si tratta del Piano Lazio Creativo, che prevede una dotazione finanziaria complessiva di 4,5 milioni di euro, suddivisi nel triennio 2014/2016.

Sono attualmente on line già due Bandi, “Cultura Futura” e “New Book – Editoria Digitale” (entrambi in scadenza il 15 luglio 2014), mentre a partire da oggi 3 luglio la Regione ha pubblicato il terzo Bando, denominato “Start-Up Culturali” e dedicato al finanziamento delle nuove imprese nel settore delle attività culturali e creative. I tre Bandi rappresentano un’interessante occasione non soltanto per le PMI laziali, ma anche per giovani under 35 e per aspiranti startupper del settore cultura provenienti da tutta Italia (interessati ad aprire una sede operativa in territorio laziale).

Vediamo più nel dettaglio i singoli Bandi che compongono il Piano Lazio Creativo:

1) CULTURA FUTURA

Pubblicato ad Aprile 2014, il Bando Cultura Futura dispone di una dotazione complessiva pari ad 800.000 euro. L’obiettivo del Bando è promuovere la progettazione e lo sviluppo di programmi, applicazioni e piattaforme web e mobile che abbiano la funzione di far conoscere e valorizzare il territorio laziale (beni culturali e paesistici, mostre, spettacoli dal vivo, servizi culturali).

Destinatari del Bando sono, da un lato, giovani talenti under 35 che potranno presentare le proprie idee progettuali relative a prodotti hardware e software “finalizzati alla distribuzione e fruizione innovativa di contenuti ed eventi culturali”.
Dall’altro lato, Cultura Futura è destinato a PMI costituite da almeno un anno e con almeno una sede operativa nella Regione Lazio, che si candidano a diventare Partner dei giovani creativi che realizzeranno il proprio progetto.

I giovani under 35 possono presentare la propria domanda entro il 15/07/2014 scaricando la modulistica disponibile al seguente link: http://www.filas.it/Focus.aspx?ID=236

Saranno selezionati le 30 migliori idee progettuali, che saranno realizzate dai giovani creativi affiancati dalle PMI partner scelte tra che avranno presentato manifestazione di interesse. Ciascuna proposta riceverà un contributo pari al 100% dei costi ammissibili fino ad un valore massimo di 40.000 euro.

2) NEW BOOK – EDITORIA DIGITALE

Come il Bando Cultura Futura, anche il Bando New Book è stato pubblicato ad Aprile 2014 e prevede una dotazione finanziaria complessiva di 800.000 euro. Inoltre, il meccanismo delle PMI Partner previsto per Cultura Futura si ripropone nel Bando New Book con PMI Coach nel settore dell’editoria digitale e/o nuovi media.

Anche in questo caso i destinatari sono giovani talenti creativi under 35 e PMI costituite da almeno 12 mesi con almeno una sede operativa in territorio laziale.
Le proposte progettuali selezionate saranno 30, con un contributo a copertura del 100% dei costi ammissibili fino a un tetto massimo di 40.000 euro.

I progetti per New Book dovranno riguardare lo sviluppo di “prodotti editoriali digitali avanzati e sistemi di produzione e distribuzione digitali innovativi, frutto della collaborazione tra le nuove professioni digitali ed il mondo dell’editoria digitale, al fine di incrementare la diffusione del libro digitale e della lettura presso un pubblico più vasto grazie all’utilizzo dei nuovi media”.

La modulistica per partecipare al Bando New Book – Editoria Digitale è disponibile al seguente link: http://www.filas.it/Focus.aspx?ID=237

La scedenza è fissata per il 15/07/2014.

3) START-UP CULTURALI

Si tratta di uno strumento di agevolazione destinato a startup innovative operanti nel campo delle attività culturali e creative, in particolare nei seguenti settori: arti e beni culturali, architettura e design, spettacolo dal vivo e musica, audiovisivo, editoria.

Il Bando prevede una dotazione complessiva pari a 1,5 milioni di euro, a copertura dei costi di avvio dell’impresa sostenuti nell’arco dei suoi primi due anni di attività: il contributo massimo concedibile per ciascun progetto è pari a 30.000 euro, a copertura dell’80% dell’investimento ammissibile (o del 90% dei costi qualora la startup sia localizzata o vada a localizzarsi in uno degli incubatori regionali del BIC Lazio).

La partecipazione è ammessa sia a imprese già esistenti che a persone fisiche promotrici di nuove micro e PMI.
I requisiti, nel caso di micro e PMI già esistenti, sono i seguenti:
– imprese costituite da non oltre sei mesi alla data di pubblicazione del bando;
– con sede operativa nel terriorio della Regione Lazio;
– in regola con gli obblighi previsti dai regolamenti comunitari e dalle leggi nazionali e regionali.
Per le imprese ancora non costituite, è necessario che la micro o PMI abbia almeno una sede operativa nel Lazio.

La presentazione delle domande avviene attraverso procedura on-line disponibile al seguente link: http://www.sviluppo.lazio.it/leggi.asp?lcat=78&lattitle=sostegno_e_sviluppo_di_imprese_nel_settore_delle_attivita_culturali_e_creative

Entro 10 giorni dalla presentazione delle istanze on-line, sarà necessario perfezionare la domanda inviando l’apposito modulo di domanda tramite raccomandata a Sviluppo Lazio.
Le domande on-line potranno essere inviate a partire dalle ore 9:00 del 14 luglio 2014, fino alle ore 18:00 del 30 settembre 2014.

Per ulteriori dettagli si rimanda alla lettura integrale dell’Avviso Pubblico, disponibile qui: http://www.sviluppo.lazio.it/files/140703/det_g09404_30_06_2014_bando.pdf

Napoli, 03/07/2014