Loading...

Tag: social innovation

Social Innovation Day 2014: domani a Napoli, presentazione dei progetti finanziati dal PONREC 2007-2013

Domani, 15 aprile 2014, il PICO – Palazzo dell’Innovazione e della Conoscenza di Napoli (Via Terracina, 230) ospita il Social Innovation Day 2014: l’evento, organizzato dal PONREC in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, è interamente dedicato ai progetti di innovazione sociale promossi nell’ambito del PONREC 2007-2013.

Scopo del Social Innovation Day 2014, oltre alla presentazione dei progetti in questione, è quello di valorizzare gli interventi di social innovation, favorire la collaborazione e il confronto tra i team promotori dei diversi progetti e promuovere le iniziative di collaborazione con operatori pubblici e privati.

I progetti Social Innovation del PONREC sono destinati a giovani under 30 delle Regioni Convergenza (Puglia, Campania, Calabria e Sicilia) che abbiano idee innovative basate sull’utilizzo delle tecnologie più avanzate per progetti inerenti il sociale.

La prima parte della giornata, infatti, sarà dedicata alla presentazione dei pitch dei progetti finanziati dal programma, suddivisi in cinque aree di intervento:

1) Salute: presenteranno il proprio pitch KISS-HEALTH, Alternativ@-MENTE!, SHARE, SARACEN, MY PERSONAL ASSISTANT, AD PERSONAS, SMART AGING, TeSS.

2) Cloud Computing/Education: presenteranno il proprio pitch ECO CILENTO, RisorgiMenti.lab, SMART EDUCATION, MEETINGS POINTS.

3) Mobilità: presenteranno il proprio pitch SMOB, Ci Ro, City Roaming, S2 MOVE, TRAFFICO2, MUOVITY, Bicicli e tricicli elettrici, BIKE SHARING NAPOLI, City Free.

4) Cultura e Turismo: presenteranno il proprio pitch SPH3RA, PoP_HuB, SEOSTM, SMART DMO, INTUS_, LA TRADIZIONE FA ECO.

5) Energia: presenteranno il proprio pitch NAMASTE, Energy@Work, DIMEMO – Sorgenti plastiche ad alta efficienza per l’illuminazione di ambienti espositivi, P@GLIA efficiente per natura.

Nel pomeriggio, inoltre, sono previste una serie di Tavole Tematiche su argomenti di interesse per gli stakeholders della Social Innovation.

Per maggiori informazioni e per scaricare il Programma: http://www.ponrec.it/notizie/2014/marzo/si-day/

Per contatti: comunicazione@ponrec.it

Napoli, 14/04/2014

Bando “Sportello dell’Innovazione” Regione Campania: alcune modifiche e comunicate le date di apertura per l’invio delle domande

Con Decreto Dirigenziale n. 18 del 04 aprile 2014, pubblicato nel BURC n.23 del 2014, la Regione Campania effettua alcune modifiche ed integrazioni al Bando “Sportello dell’Innovazione”, pubblicato con Decreto Dirigenziale n. 1 del 05/02/2014, attraverso il quale sono state individuate tre linee di intervento per un impegno totale pari a 75 milioni di euro:

1) Progetti Cultural and Creative Lab (budget stanziato: 15 milioni di euro) 

2) Campania Start-up (budget stanziato: 10 milioni di euro)

3) Progetti di trasferimento tecnologico cooperativi e di prima industrializzazione per le imprese innovative ad alto potenziale (budget stanziato: 50 milioni di euro).

Abbiamo parlato delle linee di intervento previste dal Bando in questo post del nostro blog: http://www.incubatorenapoliest.it/nuovi-finanziamenti-per-startup-e-pmi-lo-sportello-dellinnovazione-della-regione-campania-mette-75-milioni-di-euro-a-disposizione-per-progetti-di-innovazione-e-ricerca/

Le rettifiche ed integrazioni sono agevolmente rintracciabili nella nuova versione del Bando pubblicata dal BURC n.23 del 2014, cui rimandiamo per tutti i dettagli e le informazioni. In questa sede, segnaliamo la pubblicazione delle date di apertura per le procedure di invio delle domande di partecipazione (art. 24):

1) Progetti Cultural and Creative Lab: le domande potranno essere inviate a partire dalle ore 9,00 del 26 maggio 2014  N.B. la data di apertura dello sportello telematico per la presentazione delle istanze è fissata al 12/06/2014 con D.D. n. 27 del 22/05/2014;  

2) Campania Start-up: le domande potranno essere inviate a partire dalle ore 9,00 del 19 maggio 2014 – N.B. la data di apertura dello sportello telematico per la presentazione delle domande è stata posticipata al 22 maggio 2014 con D.D. n. 25 del 15/05/2014; 

3) Progetti di trasferimento tecnologico cooperativi e di prima industrializzazione per le imprese innovative ad alto potenziale: le domande potranno essere inviate a partire dalle ore 9,00 del 03 giugno 2014 – N.B. la data di apertura dello sportello telematico per la presentazione delle istanze è fissata al 05/06/2014 con D.D. n. 27 del 22/05/2014.

Inoltre, già da ieri è possibile accedere ai format per le domande di agevolazione e ai relativi allegati, mentre a partire dal giorno 11/04/2014 sarà possibile registrarsi al portale istituzionale della Regione Campania e accedere alle guide sull’utilizzo dello Sportello Telematico attivato per l’invio delle domande allo Sportello dell’Innovazione.

Il link di riferimento del sito ufficiale della Regione Campania, da cui accedere a informazioni, modulistica e al testo integrale del Bando, è il seguente: http://www.regione.campania.it/portal/media-type/html/user/anon/page/HOME_DettaglioRegioneInforma.psml?itemId=5259&ibName=NotiziaHomePage&theVectString=-1

AGGIORNAMENTO DEL 24/06/2014 – La Regione Campania, con DD n. 34 del 19/06/2014, ha comunicato che il 27 giugno 2014 è l’ultimo giorno utile per la presentazione tramite piattaforma SIM delle istanze per le linee di intervento del Bando “Sportello dell’Innovazione”. Maggiori informazioni al seguente link: http://redazione.regione.campania.it/rcnews_ce/showDocumentsNletter.php?04e2cb8004f27fa7b8d0af5c5f9d0e39=845306e5f26f8bc525d0290b99b28d77&nletter=nletter&num_newsletter=292&pgCode=G6I56R5538&refresh=on

Napoli, 08/04/2014

Premio Start Up Sociali: finanziamenti fino a 25.000 euro per idee d’impresa ad utilità sociale da giovani universitari

Il Premio Start Up Sociali – “Giovani Idee per il Social Business” nasce dalla collaborazione tra Fondazione San Patrignano, Banca Prossima, Federsolidarietà-Confcooperative e Fondazione Italiana Accenture allo scopo di selezionare e sostenere le migliori idee imprenditoriali proposte da studenti universitari che si affacciano al mondo del lavoro, finanziando la creazione di nuove startup con finalità sociali.

La partecipazione al Premio è aperta a studenti universitari iscritti ad un corso di laurea di un’Università italiana o con sede in Italia, in particolare:

laureandi (che abbiano già presentato domanda di laurea) se iscritti a corsi di laurea triennale;
studenti del biennio, se iscritti a corsi di laurea magistrale.

Come accennato, le idee imprenditoriali candiadibli al Premio Start Up Sociali devono essere caratterizzate dal perseguimento di scopi di utilità sociale e da un orientamento al mercato finalizzato alla sostenibilità economica.
Nello specifico, inoltre, i progetti candidabili dovranno prevedere la costituizione di società (sono escluse le idee imprenditoriali da realizzarsi in forma individuale).

Le idee di startup dovranno inoltre avere come obiettivo principale il raggiungimento di impatti sociali positivi misurabili e in particolare:

– avere come attività principale la fornitura di prodotti/servizi a persone vulnerabili, emarginate, svantaggiate o precluse e/o l’impiego di un metodo di produzione di beni/servizi che incorpori un obiettivo sociale;
– prevedere un utilizzo esclusivo o prioritario dei propri utili per il raggiungimento di un obiettivo sociale;
– prevedere modalità di gestione responsabili e trasparenti, che coinvolgano dipendenti, clienti e stakeholder nelle proprie attività a scopo sociale;
– essere ecosostenibili.

Le candidature al Premio Start Up Sociali dovranno pervenire entro il 10/05/2014 attraverso la registrazione e compilazione del form di iscrizione alla pagina dedicata alla competition dalla piattaforma IdeaTre60: http://social.startup.ideatre60.it/

Un’apposita Commissione di esperti selezionerà le migliori startup partecipanti: le prime 5 in graduatoria potranno presentare il proprio pitch alla Giuria di Esperti durante l’evento finale di premiazione, “LH Forum San Patrignano”, che si terrà il 13 giugno 2014.

In occasione dell’evento saranno premiati i migliori 3 progetti di startup sociali, che si aggiudicheranno la possibilità di un finanziamento bancario per implementare la propria impresa (fino ad un massimo di 25.000 euro per ciascun vincitore) ed un percorso di supporto e monitoraggio per le prime fasi di startup.

Per maggiori informazioni e ulteriori dettagli, il Regolamento è disponibile a questo link: http://social.startup.ideatre60.it/upl/ckuploads/files/Regolamento%20Premio%20Start%20up%20sociali.pdf

Napoli, 04/04/2014

 

Il TechGarage Day di VulcanicaMente2: ecco com’è andata

Venerdì 28 marzo Castel dell’Ovo ha fatto da cornice all’evento finale di “VulcanicaMente: dal talento all’impresa 2”: l’iniziativa del Comune di Napoli, con il suo percorso di scouting, mentorship e formazione dedicata alle idee innovative partenopee da trasformare in startup, è giunta allo step finale con la premiazione dei migliori cinque progetti tra i nove finalisti.

L’evento finale di VulcanicaMente 2, il TechGarage Day, si è svolto secondo il format techgarage.eu: i finalisti hanno superato la fase di selezione (sono stati scelte le 10 idee più interessanti tra le 45 pervenute), hanno svolto un percorso di coworking e formazione imprenditoriale presso il CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est e hanno superato la selezione finale, giungendo in 9 all’evento di chiusura dell’iniziativa.

Prima classificata, la squadra tutta al femminile di Agritettura 2.0 con il progetto Ortomercato: gli altri quattro vincitori, nell’ordine, sono Nettronix, DaiCalcio, ArtRooms e Aicapì, che avranno l’opportunità di proseguire il percorso di formazione e coworking presso l’Incubatore Napoli Est per un ulteriore periodo di tre mesi. Per i vincitori, inoltre, un premio speciale offerto da SiamoSoci: i 5 team di VulcanicaMente 2 potranno accedere alla piattaforma dedicata all’incontro tra startup e investitori, per raccogliere i capitali necessari a finanziare le prime fasi della realizzazione delle proprie imprese.

Il TechGarage Day, moderato da Gianluca Dettori, si è svolto in due session pitch durante le quali i nove team finalisti hanno presentato le proprie idee di startup ad una Giuria composta da investitori, esperti del settore, rappresentanti di enti ed istituzioni: Joshua J. Lawrence del Consolato USA di Napoli, Antonello Saccomanno (Business Angel), Arturo Capasso (Università del Sannio), Giovanni Esposito (ENM – Ente Nazionale per il Microcredito – giovanni.esposito@microcreditoitalia.org), Alfredo Lambiase (Università di Salerno), Mario Raffa (Università Federico II – Napoli), Filippo Ammirati (ENEA), Maria Cristina Di Luca (Progetto Kublai – Ministero Sviluppo Economico), Luigi Vivese (Per Micro), Edoardo Imperiale e Marco Leonetti (Campania Innovazione), Antonio Zangrilli (Invent Venture), Mario D’Apuzzo (Azimut), Dario Mazzella (Meta Group), Pasquale Popolizio (Esperto di startup/blogger), Luca Simeone (Città della Scienza), Andrea Moschini (BAN Campania), Gennaro Crescenzo (Banca Sella), Giorgio Ferrari (Siamo Soci), Giuseppe Ravello (SOUNDAY).

La prima sessione di pitch del TechGarage Day di VulcanicaMente 2 ha visto susseguirsi le presentazioni dei primi quattro progetti finalisti:

– Il primo pitch in gara è quello di Dai Calcio, del team composto da Antonio Papa, Renato Junior Romino e Claudia Antonazzo: una vera e propria community dedicata a squadre dilettantistiche, tifosi e appassionati di calcio che offre la possibilità ai propri utenti di creare in pochi e semplici passaggi un magazine personalizzato per condividere notizie, opinioni, pensieri.

– Secondo progetto in gara è Pizza Now: un servizio dedicato alle pizzerie e ai loro clienti, che attraverso un’app mobile multipiattaforma consente di ordinare la pizza in un elenco di pizzerie geolocalizzate. Il team di Pizza Now, composto da Antonio Zanesco, Marco Troncone, Alessandro Ionni e Chiara Concilio offre una serie di servizi e sconti ai clienti, mentre le pizzerie convenzionate avranno a disposizione un nuovo canale di vendita e un innovativo sistema di gestione degli ordini.

– Il terzo pitch presentato al TechGarage Day è quello di NetSpeed, il primo local e-commerce di quartiere che mette in contatto i cittadini con i commercianti convenzionati: il team di NetSpeed, composto da Nunzio Guida, Aurora De Siero e Regina Carniel offre, attravero il portale web e un numero verde dedicato, un servizio innovativo con un particolare occhi odi riguardo ai disabili (per cui sono previste consegne gratuite) e all’ambiente, grazie alle consegne effettuate da pony in bicicletta elettrica.

– A chiudere la prima session pitch della giornata è infine il team della Sleeping Volcano Entertainment: una casa di gamers per gamers tutta napoletana, composta da Alberto Panico, Pasquale Franzese, Raffaele di Carlo, Roberto Maffettone e Serena Accardo. Approdati alle selezioni con il progetto Nettronix, presentano il loro prodotto Cat Realms: un videogioco di carte collezionabili on-line caratterizzato dai suoi gattini protagonisti.

La mattinata prosegue con il Visonary Guest Amleto Picerno Ceraso (Mediterranean FabLab): al centro del suo intervento, i temi dell’innovazione basata su stampa 3D, internet of things, digital fabrication. Un resoconto sulle ultime tecnologie del settore che ha affascinato tutti i presenti nella Sala Compagna di Castel dell’Ovo.

Dopo l’intervento di Amleto, è la volta della seconda pitch session del TechGarage Day di VulcanicaMente 2:

– Si riparte con ArtRooms, progetto dedicato all’arte contemporanea presentato dal team composto da Giuseppe Autorino, Giuseppe D’Aniello, Guido Ilardi, Diego Ciotola e Alisia Mariani. Si tratta di un servizio innovativo per la vendita e il noleggio di opere d’arte, che mette in contatto gli artisti emergenti con gli artlovers, amanti dell’arte con poca esperienza nell’investire e collezionare opere d’arte.

– Subito dopo, presenta il proprio pitch Antonietta Panico di Aicapì: il progetto, portato avanti assieme a Daniela Ricchezza, è dedicato al settore agroalimentare ed in particolare alla vendita on-line di visite esperienziali e raccolta frutta in aziende agricole. I consumatori, in particolare famiglie con bambini, potranno conoscere meglio i prodotti e le tradizioni locali e raccogliere loro stessi la frutta da portare a casa.

– Il terzo progetto della seconda session è SmartSkill, una piattaforma di e-learning dedicata alla vendita di corsi on-line dedicata a chi vuole imparare una professione o avviare una nuova iniziativa imprenditoriale. Presentato da Armando Carcaterra e Maurizio Carcaterra, SmartSkill offre nel proprio catalogo corsi realizzati da professionisti ed esperti del settore.

– La pitch session prosegue con il team di Agritettura 2.0, che presenta il progetto Ortomercato: Simona Panaro, Federica Russillo e Roberta Buonomo offrono una piattaforma di incontro tra la domanda di orti urbani per autoconsumo e offerta di terreni coltivabili, con una serie di servizi di supporto, corsi e laboratori, eventi e social network. Ortomercato nasce allo scopo di diffondere nelle grandi città l’orticoltura urbana amatoriale.

– Ultimo pitch presentato al TechGarage Day di VulcanicaMente 2 è quello di Link My District: un social network ed un portale di crowdfunding di quartiere creato dal team composto da Antonia Gravagnuolo, Raffaele Attardi e Paola Carone. Il progetto si propone di supportare la nascita di servizi e business di vicinato, ricostruendo le reti relazionali in città e favorendo attività tra le quali il carsharing, l’organizzazione di eventi, i gruppi d’acquisto.

Una terza pitch session è stata dedicata alle startup “fuori concorso”: alcune delle startup vincitrici della prima edizione di VulcanicaMente attualmente insediate presso il CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est hanno presentato alla Giuria, ai media e al pubblico presente in sala i loro progetti imprenditoriali: si tratta di PushApp s.r.l. che ha presentato il suo ultimo prodotto Appetitoo, di SmartGo s.r.l., con la sua bici elettropieghevole e di Finwin s.r.l., che ha presentato il progetto ComprAssiemeAnche Angelo Romano di Linkpass, tra le startup nate durante la prima edizione di VulcanicaMente, ha detto ai presenti in sala alcune parole sulla sua esperienza e sulla sua azienda. 

A chiudere la giornata, subito prima della premiazione, l’intervento dell’Assessore al Lavoro e Attività Produttive del Comune di Napoli Enrico Panini, che ha anticipato le prossime attività dell’Assessorato in tema di imprenditorialità ed innovazione: “Si chiude oggi una esperienza straordinaria ma presto inizierà un’altra fase di scouting perché le imprenditorialità è un tema che a noi sta particolarmente a cuore. Inoltre, dal Comune di Napoli partirà una ‘chiamata alle idee’ che consiste nel predisporre un programma di avvicinamento all’Expo Milano sui temi dell’alimentazione, dai prossimi giorni e fino al 30 aprile 2015. A questo seguirà un programma successivo in vista del secondo appuntamento Expo Milano 2015 – Dubai 2020“.

In attesa della terza edizione di “VulcanicaMente: dal talento all’impresa” non ci resta quindi che fare i nostri complimenti a tutti i team che hanno preso parte all’intero percorso dalle selezioni ad oggi: grazie e in bocca al lupo a tutti voi!

CSI_TechGarage_SlideWinners450

 

Napoli, 31/03/2014

Eventi per startup e innovatori: dal 27 al 29 marzo a Napoli “Smart City MED”

ForumPA, in collaborazione con ANEA e SMART City Exhibition, propone l’evento “Smart City MED 2014”, che si terrà a Napoli (Mostra d’Oltremare) dal 27 al 29 marzo 2014 in contemporanea con Energy Med: l’ingresso è gratuito iscrivendosi on line (al seguente link: http://www.energymed.it/infovis/reg_invito.htm) e inserendo il codice invito SMARTEM14. Promotore dell’evento, il Comune di Napoli che si pone come centro di raccordo rispetto agli attori significativi e alle “eccellenze” del territorio.

Smart City MED 2014 nasce come momento di incontro e confronto tra le migliori esperienze di smart cities del Sud Italia, e si presenta con l’ambizione di diventare un punto di riferimento per il tema Smart City nell’area del Mediterraneo: si tratta infatti un punto fondamentale, al centro dell’attenzione delle politiche di sviluppo economico e sociale sia a livello nazionale che comunitario.

L’evento è aperto ad amministratori, ricercatori, addetti ai lavori ed imprese tecnologicamente avanzate ed innovative e si apre con un interessante convegno inaugurale nella mattinata di giovedì 27 (ore 9:30/13:00) dedicato al tema “Le opportunità della nuova programmazione dei Fondi Europei 2014-2020”. Le due tavole rotonde previste si focalizzano sulla nuova programmazione europea in tema di energia e sulle opportunità in tema di sviluppo e innovazione delle città offerte dai programmi comunitari.

Tra gli altri eventi in programma nella tre giorni Smart City MED, segnaliamo inoltre il convegno “Smart City del Mediterraneo e Agenda Digitale” (giovedì 27 – ore 14:30/17:00 Sala 1), sulle possibilità offerte dalle priorità di Agenda Digitale riguardo a fatturazione elettronica, anagrafe e identità digitale. Nell’ambito del convegno sarà presentato il progetto di innovazione sociale “S2-MOVE”, finanziato dal bando del MIUR dedicato alle startup delle Regioni Convergenza.

Un altro momento particolarmente interessante per aspiranti imprenditori è previsto venerdì 28 (ore 14:30/17:00 Sala 2) con il convegno “Smart economy: sviluppo del territorio e nuova occupazione”. Durante il convegno si cercherà di far luce sul modo in cui le specificità e risorse dei nostri territori possono contribuire all’offerta di opportunità occupazionali e di crescita sociale, mettendo in risalto i settori e i servizi in tema di smart economy che possono garantire risultati economici anche in periodo di crisi.

Infine, segnaliamo ad imprese e startup il convegno di sabato 29 (ore 9:30/13:00) dedicato al tema “Smarter enterprise in smarter cities”. Si definiscono “smarter enterprise” le imprese innovative, in particolare le startup, che possono rilanciare l’economia grazie al loro impatto a livello di comunità, di città e anche europeo o mondiale.
Questo tipo di impresa è strettamente connessa alla smart city: l’obiettivo dovrebbe essere quello di costituire una rete di imprese intelligenti che si muove in un ecosistema aperto ed innovativo (open innovation network) per dar vita a città innovative ed intelligenti.

Per maggiori informazioni e per il programma completo dell’evento Smart City MED, il link di riferimento è: http://smartcitymed.landing.forumpa.it/

Napoli, 21/03/2014

NetSpeed, tra i team selezionati per VulcanicaMente 2, presenta il suo progetto pilota

NetSpeed, tra i 10 progetti selezionati per la seconda edizione di “VulcanicaMente: dal talento all’impresa”, parte con il suo progetto pilota nella V Municipalità (Vomero Arenella) del Comune di Napoli: si tratta di un importante passo avanti per una delle idee vulcaniche inserite nel programma di coworking del CSI – Incubatore Napoli Est.

Il team di NetSpeed, infatti, ha completato da poco la prima fase di coworking prevista dall’iniziativa che il Comune di Napoli – Assessorato Lavoro, Gestione delle crisi e Politiche di sviluppo e CSI – Centro Servizi Incubatore d’Impresa Napoli Est dedicano ai talenti creativi e innovativi campani con idee di impresa da trasformare in startup innovative, ed è attualmente tra i partecipanti al prossimo TechGarage Day che decreterà i vincitori di VulcanicaMente 2.

NetSpeed è una piattaforma Local Eco E-Commerce che offre un servizio di consegna a domicilio (in tempi rapidi e nell’arco di un’ampia fascia oraria) che mette in rete i piccoli commercianti attraverso una piattaforma on-line e un centralino telefonico per la raccolta degli ordini, e che prevede la consegna attraverso una rete di pony in bicicletta elettrica che effettuano il servizio a domicilio entro 60 minuti.
Il progetto NetSpeed, inoltre, presenta una forte connotazione sociale che gli ha permesso di ottenere anche il Patrocinio del Comune di Napoli: il servizio, infatti, è fornito in maniera totalmente gratuita a diversamente abili e anziani over 70.

In occasione del lancio del progetto pilota per la Municipalità Vomero Arenella, venerdì 28 febbraio si terrà una Conferenza Stampa (a partire dalle ore 11 presso la V Municipalità del Comune di Napoli in Via Morghen), cui interverranno:

– Nunzio Guida, Presidente dell’Associazione NetSpeed
– Mario Coppeto, Presidente V Municipalità – Comune di Napoli
– Enrico Panini, Assessore al Lavoro e alle Attività Produttive del Comune di Napoli
– Roberta Gaeta, Assessore al Welfare del Comune di Napoli
– Daniele Quatrano, Presidente della commissione Commercio V Municipalità – Comune di Napoli
– Giampiero Bruno, A.T. CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est

La piattaforma NetSpeed sarà on-line a partire dal 3 marzo 2014.

Per saperne di più su NetSpeed, il video di presentazione del progetto è disponibile a questo link: http://www.youtube.com/watch?v=yGyMOfKI_rQ

Napoli, 26/02/2014

Due nuove sfide per le migliori applicazioni dalla piattaforma FI-WARE: in palio un montepremi di 340.000 e la finale al Campus Party di Madrid

Mentre è in corso il Campus Party Brazil, dove tra i finalisti è presente Pushapp, startup attualmente ospitata dal CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est tra le vincitrici della prima edizione di VulcanicaMente: dal talento all’impresa, volata in Brasile per presentare il suo progetto Appetitoo, il Commissario per l’Agenda Digitale UE Neelie Kroes ha annunciato i due nuovi contest della piattaforma open-cloud FI-WARE: i premi in palio ammontano ad un totale di 340.000 euro, destinati ai migliori team in grado di sviluppare applicazioni con la tecnologia FI-WARE.

Il primo contest, con un montepremi totale di 141.000 euro, è intitolato “FI-WARE Excellence” ed è aperto ad applicazioni di qualsiasi tipo: l’unico requisito è che siano sviluppate sulla piattaforma FI-WARE.
Il montepremi è suddiviso innanzitutto in due parti: 56.000 € saranno assegnati ai 20 migliori prototipi che accederanno alla fase finale, mentre i restanti 85.000 € saranno distrbuiti ai vincitori. Nel dettaglio, i premi previsti per i vincitori sono:

• FI-WARE Excellence Award: € 25.000
• Excellence in IoT: € 10.000
• Excellence in Robotics: € 10.000
• Excellence in Real-time data and multimedia processing:€ 10.000
• Excellence in Big Data: € 10.000
• Excellence in User Interface: € 10.000
• Excellence in Security: € 10.000

Per partecipare al contest “FI-WARE Excellence” i team dovranno inviare il link ad un video della durata di circa 5 minuti in cui verrà presentato il prototipo del progetto.

Per accettare la sfida di “FI-WARE Excellence”:
http://www.campus-labs.com/webapp/reto/ver/FIware400k?lang=en

Il secondo contest prevede invece un montepremi totale di 200.000 euro, ed è riservato alle migliori applicazioni Social: saranno premiate infatti le migliori iniziative innovative e disruptive che utilizzano la tecnologia della piattaforma FI-WARE per migliorare la società e il suo futuro. Tra i temi possibili, gli ecosistemi connessi all’educazione, alla salute e all’inclusione sociale.

Il montepremi del secondo contest, intitolatoSmart Cities Challenge”, sarà suddiviso anche in questo caso in due parti: anche qui, 56.000 € saranno distribuiti tra i 20 progetti selezionati per partecipare alla fase finale. I vincitori avranno a disposizione i restanti 145.000 €, distribuiti nei seguenti 5 premi:

• Primo Premio: € 75.000
• Secondo Premio: € 40.000
• Terzo Premio: € 20.000
• Special Mention Young Developer: € 5.000
• Special Mention Application with the greatest potential: € 5.000

Per partecipare alla call for ideas per le migliori applicazioni Social, non è necessario inviare un video: basta inviare la propria idea seguendo le istruzioni rintracciabili da questo link:

http://www.campus-labs.com/webapp/reto/ver/FIWARE400k?lang=en

Per entrambi i contest la deadline per l’invio delle candidature è fissata al 31 marzo 2014: saranno selezionati i migliori 20 per ciascuna delle due categorie, e i finalisti riceveranno un premio di 2.800 € per ciascun progetto.

La fase finale si terrà al Campus Party Espana, che si terrà a Madrid nel mese di luglio 2014: durante i primi giorni del Campus Party, i team potranno lavorare al miglioramento dei prototipi grazie alla consulenza degli esperti del team tecnico FI-WARE. Successivamente, i finalisti presenteranno il proprio pitch migliorato ed aggiornato di fronte ai partecipanti al Campus e alla giuria di Esperti, che decreterà i vincitori.

Per il Regolamento di delle Competition:

Hashtag:
#FIWARE400k

Napoli, 31/01/2014

Da App4Cross, un finanziamento fino a 100.000 euro per la migliore App nel volontariato

CROSS è un progetto europeo finalizzato alla creazione e promozione di un ecosistema innovativo caratterizzato dalla capacità di generare servizi digitali e applicazioni attraverso l’utilizzo di informazioni generate dagli utenti.
In particolare, il focus del progetto CROSS è sull’economia non monetaria, un settore emergente nel mercato digitale attualmente in grande espansione e per il quale si prevede una crescita sostenibile ed intelligente.

Nell’ambito del Progetto CROSS è attualmente aperto il Bando App4Cross: i progetti candidabili dovranno riguardare la realizzazione e distribuzione di un’App Web e Mobile a sostegno del volontariato e dei servizi sociali.

Il Bando mette a disposizione del miglior progetto selezionato un finanziamento di 100.000 euro, cifra che dovrà essere utilizzata per la realizzazione di un’app che dovrà essere in grado di:

– sviluppare la conoscenza sul volontariato, quale fondamentale risorsa rinnovabile per la soluzione di problematiche sociali;
– migliorare l’esperienza di fruizione dei servizi sociali erogati da alcune strutture pubbliche attraverso le organizzazioni sul territorio profit e no profit;
– tracciare i servizi sociali erogati ai cittadini, per una migliore programmazione degli stessi, andandosi ad integrare con la piattaforma tecnologica CROSS gestita da Poste Italiane.

Possono partecipare a App4Cross:

– Professionisti con partita IVA iscritti ad ordini professionali italiani o di altri paesi membri dell’UE;

– Ditte individuali esistenti ed operative da almeno un anno dal presente bando;

Società Start-up tecnologiche (italiane o di altri stati membri dell’UE), esistenti da almeno un anno dal presente bando, con capitale autofinanziato o finanziato da Investitori Istituzionali, non superiore a 100.000 euro.

Le domande di partecipazione dovranno essere inviate all’indirizzo PEC call4app@pec.crossproject.eu entro le ore 23:00 (CET) del giorno 21/01/2014 sotto forma di Documento di Risposta (in formato PDF e di dimensione non superiore a 5MB). Tale Documento dovrà contenere le seguenti informazioni:

– Dati anagrafici, casella PEC e curriculum vitae del proponente;
– Documento progettuale che descriva le caratteristiche del prodotto/servizio (nel rispetto di quanto richiesto dall’art. 2 e dall’Allegato Tecnico del Bando);
– Prezzo offerto.

Inoltre, il Documento di Risposta potrà essere in italiano o in inglese, e potrà inoltre contenere qualsiasi altra informazione utile alla valutazione del progetto.

I criteri di valutazione di App4Cross sono raggruppati in 3 aree (art. 6 del Bando):

a) Caratteristiche funzionali e non funzionali del Prodotto/Servizio offerto;

b) Caratteristiche migliorative del Prodotto/Servizio offerto;

c) Offerta economica.

Per maggiori informazioni: http://www.crossproject.eu/it/app4cross-rome/

Il Bando per le selezioni è disponibile a questo link: http://www.crossproject.eu/wp-content/uploads/2013/11/Bando-APP4CROSS.pdf

Napoli, 13/01/2014

Horizon 2020: la Commissione Europea presenta i primi strumenti e azioni per innovazione e PMI

La Commissione Europea ha pubblicato nei giorni scorsi la programmazione per il biennio 2014-2015 di Horizon 2020, programma quadro comunitario che riunisce i finanziamenti per il settennio 2014-2020 nell’ambito della ricerca e dell’innovazione.

Horizon 2020 prevede una dotazione finanziaria totale pari a 70,2 miliardi di euro, che saranno impiegati per coprire l’intero sistema che parte dalla ricerca (da quella di frontiera a quella finalizzata alle attività pre-commerciali) e arriva fino all’innovazione applicata alle attività di close-to-market (commercializzazione).

Il programma europeo è costruito attorno a tre pilastri, che rappresentano altrettanti temi ritenuti fondamentali e prioritari per lo sviluppo dell’Europa nei prossimi sette anni:

1. Excellent Science

Scopo di questa priorità è quello di accrescere i livelli di eccellenza a livello comunitario nel campo della ricerca scientifica, allo scopo di assicurare all’Europa una posizione competitiva ed una produttività di prim’ordine sul piano globale. Per raggiungere tali livelli, l’UE ha messo a disposizione di Excellent Science una dotazione pari a 21,6 miliardi di euro, che serviranno a migliorare le condizioni per la ricerca scientifica supportando azioni e programmi già esistenti e implementandone di nuovi.

2. Industrial Leadership

Si tratta del pilastro fondato sulla priorità di accrescere l’attrattività dell’Europa come luogo dove investire in ricerca e innovazione. Con una dotazione pari a 15,04 miliardi di euro, l’Unione Europea si accinge a portare capitali e investimenti nelle tecnologie industriali, per incentivare il potenziale di crescita delle aziende ed in particolare delle PMI innovative degli Stati Membri. Industrial Leadership si articola in tre programmi:

KETs (Key Enabling Technologies): fornisce sostegno per le tecnologie nei settori ICT, nanotecnologie, biotecnologie, ricerca spaziale, materiali avanzati, sistemi avanzati di fabbricazione.

Accesso al capitale di rischio: comprende gli strumenti finanziari per la crescita del capitale di rischio in Europa gestiti in partenariato con la BEI (European Investment Bank).

Innovazione nelle PMI: grazie ad uno strumento ad hoc, SMEs Innstrument, promuove l’innovazione per le PMI dei Paesi Membri con particolare attenzione per quelle che si affacciano al mercato internazionale.

3. Societal Challenges

Questo pilastro di Horizon 2020 mette a disposizione 26,2 miliardi di euro per una serie di attività e progetti innovativi che spaziano dalla ricerca alla commercializzazione in ambito sociale, con focus particolare su temi quali, ad esempio, salute, cambiamenti demografici e benessere; energia green; trasporti smart, sostenibili ed integrati; società innovative e sicure.

Nello specifico, la programmazione Horizon 2020 per il biennio 2014-2015 delle azioni cui possono partecipare anche le PMI si suddivide in tre tipologie di azioni:

1. Research and Innovation Actions: si tratta di attività riguardanti la ricerca finalizzata alle nuove tecnologie, ma anche all’innovazione in termini di prodotto, servizio, processo. Gli strumenti UE copriranno il 100% dei costi diretti ammissibili, e la partecipazione è riservata a gruppi formati da tre soggetti giuridici indipendenti stabiliti in tre diversi Stati Membri o nei Paesi associati (Albania, Bosnia-Erzegovina, Isole Faroe, Repubblica Ex Jugoslava di Macedonia, Islanda, Israele, Lietchenstein, Moldavia, Montenegro, Norvegia, Serbia, Svizzera e Turchia).

2. Innovation Actions: le attività comunitarie si focalizzano su progetti per nuovi prodotti, servizi o processi che apportino innovazione e miglioramenti replicabili su mercati di ampia scala. In questo caso la copertura è del 100% dei costi ammissibili per soggetti giuridici no-profit, la percentuale scende al 70% per tutti gli altri soggetti. Destinatari delle azioni saranno anche in questo caso gruppi formati da tre soggetti giuridici indipendenti stabiliti in tre diversi Stati Membri o nei Paesi associati.

3. SME Instrument: strumento specifico per le PMI innovative, destinato a singole aziende stabilite in uno degli Stati UE o dei Paesi associati, è pensato per le realtà aziendali con forte potenzialità di crescita. Copre i fabbisogni finanziari del ciclo di innovazione, suddividendosi in tre fasi secondo il seguente schema:

Fase 1 / Studio di Fattibilità: finanziamento forfait di 50.000 euro
Fase 2 / Dimostratori e replicabilità sul mercato: copertura del 70% dei costi ammissibili
Fase 3 / Commercializzazione: non prevede finanziamenti diretti, ma strumenti indiretti di sostegno come l’accesso ai servizi finanziari Horizon 2020.

Le fasi 1 e 2, inoltre, prevedono per tutti i beneficiari un servizio di “business coaching” da parte della rete Enterprise Europe Network.

Per maggiori informazioni, il comunicato stampa della Commissione Europea in italiano: http://europa.eu/rapid/press-release_IP-13-1232_it.htm

Napoli, 23/12/2013

Eisenhower Fellowship Program, una borsa di studio per innovatori e un tour di sette settimane negli States

Eisenhower Fellowship offre a talenti innovativi italiani di età compresa tra i 32 e i 45 anni la possibilità di partecipare al suo Multi Nation Program: fino al 15 gennaio 2014 è possibile presentare la propria candidatura per un borsa di studio che consente la partecipazione al programma intensivo della durata di sette settimane negli States, aperto a innovatori provenienti da 22 Paesi del Mondo.

Con la partecipazione a Eisenhower Fellowship Program, i borsisti trascorreranno un periodo di sette settimane in diverse città degli USA: la prima e l’ultima settimana a Philadelphia, con il gruppo di innovatori provenienti da tutto il mondo e i tutor di Eisenhower Fellowship, mentre le cinque settimane centrali saranno un vero e proprio tour in varie città statunitensi. Le cinque settimane saranno organizzate sagli esperti di Eisenhower Fellowship sulla base delle esigenze di ciascun partecipante.

Il Programma è rivolto a idee, progetti e politiche innovative che, dopo il percorso negli Stati Uniti, intendono continuare lo sviluppo del proprio progetto una volta rientrati nei propri Paesi. Le selezioni saranno effettuate sulla base di una serie di criteri, che favoriranno inazitutto l’innovatività delle proposte.

I selezionatori di Eisenhower Fellowship terranno conto anche delle competenze professionali dei partecipanti, delle loro capacità di leadership, dell’integrità, energia e motivazione alla base del loro lavoro. Saranno inoltre preferiti progetti di significativo impatto sociale.

I partecipanti dovranno inoltre dimostrare una conoscenza fluente della lingua inglese.

Per presentare la propria candidatura (entro il 15/01/2014) bisogna sottoporre la domanda al responsabile Eisenhower Fellowship del proprio Paese: per entrare in contatto con gli organizzatori e conoscere il recapito del referente in Italia bisogna inviare una mail a questo indirizzo international@efworld.org

A questo link, inoltre, è possibile consultare un fac-simile della domanda per partecipare alle selezioni: http://www.eisenhowerfellowships.org/download/applications/2013%20SE%20Asia%20Application%20Form.pdf

Per ulteriori informazioni: http://www.eisenhowerfellowships.org/programs/intl_programs_landing.php

Napoli, 18/12/2013

1 2 3 4