Loading...

Tag: vulcanicamente

Presenta la tua idea innovativa a potenziali investitori con Startup Opportunity 2013

Startup Opportunity 2013 è il concorso promosso dal Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriali di Pordenone, il Polo Tecnologico di Pordenone e Pordenone Fiere giunto alla sua seconda edizione.

Scopo del concorso è quello di sostenere la nascita e lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali da parte di giovani talenti italiani che abbiano un progetto innovativo di business ad elevato potenziale di crescita.

La partecipazione a Startup Opportunity 2013 è riservata a:

– persone fisiche di età compresa tra 18 e 40 anni, che vogliano avviare una startup nei settori dell’industria o dei servizi sul territorio italiano;
– startup ad elevato potenziale di crescita già costituite, con un fatturato compreso tra 0 e 2 milioni di euro.

I progetti selezionati per Startup Opportunity 2013 dovranno essere incentrati su iniziative originali e ad alto contenuto innovativo: per partecipare, occorre registrarsi alla piattaforma http://www.startupopportunity.it/ e compilare il form di iscrizione. Inoltre, i team dovranno allegare il proprio progetto ed un pitch di 7 minuti (che sarà disponibile attraverso il canale Youtube dell’iniziativa). La deadline è fissata per le ore 17:00 del 15 ottobre 2013.

Tra i progetti pervenuti tramite la piattaforma on-line, la Commissione di Valutazione selezionerà i migliori 5: i team prescelti saranno invitati a partecipare all’evento dell’8 novembre 2013 durante la manifestazione “Punto d’incontro” dove presenteranno il proprio progetto alla platea appositamente selezionata di rappresentanti del mondo dell’imprenditoria, business angel, venture capitalist, istituti di credito e società finanziarie.

Ciascun team avrà a disposizione 15 minuti per la propria presentazione, più 5 minuti per eventuali domande e chiarimenti. Obiettivo dell’evento dell’8 novembre, trovare finanziamenti per realizzare i progetti presentati: sarà possibile ottenere un finanziamento da 300.000 a 800.000 euro, con disponibilità a partecipare in coinvestimento a round fino a 2 milioni di euro.

  • Per tutte le informazioni, è possibile scrivere all’indirizzo info@startupopportunity.it oppure telefonare ai numeri 0434 232208/232111.
  • Il Bando 2013 di Startup Opportunity è invece scaricabile dal seguente link: http://www.incontropordenone.it/startup-opportunity/bando-2013
  • Per tutte le informazioni sulla manifestazione Punto d’incontro, trovate qui il sito ufficiale dell’iniziativa.

Ricordiamo inoltre che gli aspiranti startuppers hanno a disposizione un’altra importante opportunità per presentare il proprio pitch ad una platea di investitori ed esperti di imprese innovative: sono aperte le iscrizioni per il TechDay, l’evento di scouting per partecipare a VulcanicaMente 2: dal talento all’impresa.

Tutte le informazioni su VulcanicaMente 2, insieme al form di iscrizione per partecipare al TechDay, sono disponibili nella sezione Eventi & Iniziative del sito internet www.incubatorenapoliest.it

Napoli, 12/09/2013

 

VulcanicaMente 2 e Università Federico II: “Verso una nuova imprenditorialità”

Il programma degli eventi del CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est in calendario per il mese di settembre si arricchisce ulteriormente: le opportunità di VulcanicaMente 2: dal talento all’impresa saranno infatti tra i temi trattati durante il seminario “Verso una nuova imprenditorialità”, che si terrà mercoledì 18 settembre presso il Centro Interdipartimentale di Ricerca in Urbanistica “Alberto Calza Bini” del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

L’evento rappresenta un importante momento di incontro tra il mondo dell’imprenditoria giovanile, l’Università e le Istituzioni: parteciperanno infatti il prof. Mario Losasso (Direttore del Dipartimento di Architettura), l’Assessore al Lavoro e alle Attività Produttive del Comune di Napoli Enrico Panini, il prof. Luigi Fusco Girard (Direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca in Urbanistica Alberto Calza Bini), con un intervento dedicato al tema dell’imprenditorialità giovanile creativa.

Seguirà la presentazione dell’Avviso VulcanicaMente 2, la seconda edizione dell’iniziativa del Comune di Napoli dedicata ai giovani talenti creativi ed innovativi che vogliono provare a trasformare un’idea imprenditoriale in startup.

Ultimo intervento previsto, quello di Marco Meola, CEO & Fouder della startup ReHub S.r.l.c.r., attualmente insediata presso il CSI – Incubatore Napoli Est: la sua sarà una testimonianza importante per raccontare a chi ha voglia di mettersi in gioco l’esperienza di chi è riuscito a trasformare la propria idea e il proprio sogno in una vera startup innovativa. Marco racconterà ai presenti il suo percorso, iniziato proprio con la partecipazione alla prima edizione di VulcanicaMente: dal talento all’impresa.

Il seminario si chiuderà con uno spazio dedicato ai giovani aspiranti startuppers, che potranno confrontarsi con i presenti e parlare delle proprie proposte e suggerimenti.

Qui puoi visualizzare il programma dell’evento.

Scarica qui la locandina.

Vi ricordiamo che il seminario “Verso una nuova imprenditorialità” è un’iniziativa totalmente gratuita: l’appuntamento è fissato per mercoledi 18/09/2013 alle ore 9:30 presso il Centro Interdipartimentale di Ricerca in Urbanistica “Alberto Calza Bini” (Napoli, Via Forno Vecchio, 36 – IV piano).

Per tutte le informazioni su VulcanicaMente 2, inoltre, è possibile visitare la sezione Eventi & Iniziative del sito internet www.incubatorenapoliest.it

Napoli, 11/09/2013

Approccio Lean, Storytelling e Raccolta di Capitali: gli ingredienti per una Startup di successo

Nel suo post pubblicato su Instigator Blog, Ben Yoskovitz (imprenditore seriale canadese, consulente e mentor specializzato in tema startup) offre alcuni spunti molto interessanti per startuppers e aspiranti tali, partendo da un confronto tra l’approccio “Lean Startup” (qui, uno dei post sull’argomento pubblicati nel nostro blog) e la raccolta di capitali.

Sappiamo che l’approccio Lean è focalizzato su concetti come la sperimentazione e l’apprendimento, declinati secondo un approccio metodico che prevede un lento cammino, fatto di pivot e ripensamenti, che porterà ad una crescita esponenziale della startup. L’approccio Lean è quindi particolarmente adatto a sviluppare un business model che sia incentrato su un processo di sviluppo del prodotto che tenga conto continuamente dei feedback dei clienti, sulla base dei quali il team può decidere di applicare modifiche (i cosiddetti pivot).

Oltre all’approccio Lean, Yoskovitz prende in considerazione la raccolta di capitali, nella quale il team deve dimostrare di essere in grado di convincere gli investitori: si tratta quindi di essere in possesso di abilità di comunicazione, della capacità di saper presentare il proprio progetto spiegando nel dettaglio quale problema la nostra startup è in grado di risolvere, per chi, ed in che modo.

La domanda che l’autore si pone è “come si fa a bilanciare i due approcci?”

Secondo Yoskovitz, infatti, negli ultimi anni si è verificata la tendenza in molte startup di presentarsi agli investitori per la raccolta fondi puntando sul fatto di essere delle “Lean Startup”: l’approccio Lean è infatti molto popolare ed apprezzato dagli investitori perché meticoloso e rigoroso.

Il problema è nato quando, a un certo punto, molte startup che si autodefinivano “Lean” hanno iniziato a perdere smalto, deludendo le aspettative di chi aveva investito capitali nel loro progetto: spesso si trattava di team senza una visione aziendale precisa, che si improvvisavano imprenditori. In realtà, per raccogliere fondi presso gli investitori, Yoskovitz è assolutamente convinto che gli startuppers debbano essere dei bravi storytellers, in grado di saper spiegare la vision e la mission della propria startup, di saper “vendere” la propria idea.

Nello stesso tempo, gli startuppers devono avere dei contenuti da raccontare: non basta saper parlare in pubblico o di fronte ai potenziali investitori, è fondamentale avere una presentazione ben fatta, dettagliata, che si soffermi sulle sperimentazioni e su ciò che il team ha imparato lavorando al proprio progetto.

Per usare le parole di Yoskovitz, gli imprenditori di successo devono “vendere il proprio sogno e convincere/dimostrare agli investitori che la loro startup è in grado di realizzarlo”. Si tratta quindi di dosare sapientemente le abilità di storytelling con l’approccio Lean.

Se anche tu vuoi imparare a presentare la tua idea imprenditoriale a potenziali investitori, o se vuoi semplicemente ricevere feedback e consigli dallo staff dei tutor del CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est, non perdere l’opportunità di partecipare a VulcanicaMente2: dal talento all’impresa! Sono ancora aperte le prenotazioni per il TechDay, l’evento di scouting che si terrà il 24 e 25 settembre (qui, il form di iscrizione, da compilare in pochi click).

Per tutte le informazioni su VulcanicaMente2 e sul TechDay, puoi visitare la sezione Eventi & Iniziative del sito www.incubatorenapoliest.it!

Napoli, 10/09/2013

Startup Manifesto: programmi, azioni e politiche UE per le startup

Durante il suo intervento all’edizione 2013 del Campus Party (Londra, 2/7 settembre 2013), il Commissario dell’Agenda Europea Neelie Kroes ha presentato lo Startup Europe Manifesto: si tratta di una piattaforma europea nata allo scopo di sintetizzare e mettere in pratica la politica UE dedicata alle startup.

Alla base del Manifesto c’è la convinzione dei vertici comunitari che l’unico modo per risalire dalla crisi economica che ha portato alla caduta del PIL nel vecchio continente sia quello di investire nella Internet Economy, per la quale si prevede una crescita annua pari all’8% nei prossimi 5 anni.

Il punto di partenza è, secondo la Kroes, cambiare radicalmente la mentalità nel mondo dell’imprenditoria in generale e in particolare rispetto alle politiche di sostegno alle startup: la soluzione offerta dal Manifesto è quella di fornire soluzioni utili ai neo-imprenditori ed aspiranti startuppers basate sull’open source, sulla diffusione delle best practices e sulla mentorship di grandi imprenditori ed esperti del settore digitale.

Tra i firmatari del Manifesto, infatti, figurano nomi di spicco tra i quali Daniel Ek di Spotify, Niklas Zennström di Atomico, Boris Veldhuijzen van Zarten di The Next Web e Reshma Sohoni di Seedcamp.
C’è tempo fino al 20 ottobre 2013 per aderire allo Startup Manifesto, accedendo alla pagina ufficiale dell’iniziativa.

Il piano dello Startup Manifesto si concretizza su cinque linee d’azione fondamentali:

1. Education & Skills

Oggi le tecnologie digitali rientrano in tutti gli aspetti della nostra vita: è perciò indispensabile che nei percorsi di formazione scolastica dei Paesi UE ci siano programmi adeguati in materia. Inoltre, è necessario aggiornare le competenze digitali dei docenti.

2. Access to talent

Da un lato, la maggior parte dei datori di lavoro europei ha difficoltà a trovare le competenze di cui ha bisogno. Dall’altro, sempre più aspiranti imprenditori lasciano l’Europa per fondare le proprie startup in Silicon Valley. Infine, gli investitori al di fuori dell’UE non sono invogliati a portare nell’area europea i propri capitali e i propri business: per questi motivi, bisogna adoperarsi per rendere l’UE un ecosistema startup all’avanguardia, che aiuti i propri talenti a trovare lavoro e a fondare la propria impresa restando nel vecchio continente e renda più semplice per gli investitori esteri avviare le proprie aziende in territorio UE.

3. Access to capital

Per rispondere al calo degli investimenti VC nell’area UE, bisogna aumentare gli investimenti privati ed istituzionali in startup. Il suggerimento del gruppo aderente al Manifesto Europeo delle Startup è quello di basarsi sul “Modello Israele”, che permette di considerare come perdita l’investimento in una startup per il primo anno e defiscalizza quello degli anni successivi. L’azione dovrebbe quindi essere su due fronti: privato ed istituzionale.

4. Data policy, Protection & Privacy

E’ di fondamentale importanza aggiornare le regolamentazioni sulla protezione dei dati, una materia che nell’area comunitaria è particolarmente arretrata: il cloud potrebbe essere una soluzione per le aziende, ma bisogna agire anche sulla digitalizzazione e pubblicazione dei dati pubblici. In particolare, la digitalizzazione degli enti pubblici consentirebbe di ridurre significativamente i costi migliorando il servizio fornito ai cittadini.

5. Thougth Leadership

L’Europa è ricca di imprenditori con storie di successo e talenti creativi ed innovativi di primo livello, ma manca ancora una vera cultura dell’imprenditoria e della leadership: è necessario avviare un vero e proprio rinnovo della mentalità europea, in termini di definizione del successo.
Un primo passo suggerito dal Manifesto è la creazione di un repository (per ciascuno Stato Membro e centrale) delle best practices. Inoltre, sarebbe auspicabile creare un Digital Forum Europeo in cui gli enti a livello locale e nazionale possano condividere in maniera immediata le risorse.

Il Manifesto Europeo delle Startup è un’iniziativa fondamentale per riunire i leader e i decisori degli Stati Membri allo scopo di comprendere e condividere necessità, obiettivi e risorse comuni: l’auspicio dei sottoscrittori è quello di concretizzare al più presto le linee guida attraverso azioni reali.

Per saperne di più sul Manifesto e per firmare (entro il 20/10/2013): http://startupmanifesto.eu/

Tra le occasioni per aspiranti startuppers, al fine di migliorare l’ecosistema italiano per startup, ricordiamo a tutti la nuova call per VulcanicaMente2: dal talento all’impresa. I talenti creativi ed innovativi partenopei (e non solo) possono provare a mettersi in gioco e trasformare la propria idea di impresa in un vero business grazie alla seconda edizione dell’iniziativa del Comune di Napoli presso il CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est.

Per saperne di più, basta visitare la sezione Eventi & Iniziative del sito www.incubatorenapoliest.it: sono ancora aperte le prenotazioni per il TechDay! Compila subito il form di iscrizione!

Napoli, 06/09/2013

Servizi gratuiti ad hoc per le startup green, con Cleanstart

Cleanstart è la nuova iniziativa nata nell’ambito del progetto Corrente, realizzato da GSE – Gestore Servizi Energetici con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico e avviato tre anni fa con lo scopo di fornire servizi di promozione, aggregazione e supporto alle imprese italiane nel settore della green economy.

L’iniziativa Cleanstart è dedicata alle startup innovative italiane che operano nei settori delle energie rinnovabili, dell’efficienza energetica e della mobilità sostenibile: possono aderire a Cleanstart tutte le startup regolarmente iscritte nell’apposita Sezione Speciale del Registro delle Imprese che si registreranno scrivendo all’indirizzo corrente.startup@gse.it

Le startup innovative che aderiscono a Cleanstart potranno beneficiare di una serie di nuovi servizi, tra cui:

ASSISTENZA
Rientrano le iniziative formative per la partecipazione ai bandi UE nel settore energia; le attività di supporto per la ricerca di partnership tecnologiche, finanziarie e commerciali; i servizi di affiancamento per lo sviluppo del piano di comunicazione aziendale; i servizi di scouting per ricercare eventuali mercati di sbocco.

VALORIZZAZIONE
Le imprese aderenti a Cleanstart potranno partecipare ad appositi seminari organizzati per le startup, che consentiranno ai team di incontrare investitori e venture capital.

PROMOZIONE
E’ prevista la realizzazione di una pubblicazione (in lingua italiana ed inglese) specializzata sulle startup attive in campo cleantech, distribuite all’estero attraverso gli uffici dell’ICE e durante le principali fiere internazionali del settore.

VISIBILITA’
Le startup di Cleanstart avranno uno spazio riservato all’interno della rubrica “Il Mondo di Corrente”, nella rivista quadrimestrale del GSE “Elementi”. In questo modo, potranno far conoscere i propri prodotti e tecnologie, attraverso una rivista specializzata sui temi dell’energia e delle fonti rinnovabili distribuita in Italia e all’estero in versione cartacea ed on-line.

Per tutte le informazioni su Cleanstart e sui servizi del Progetto Corrente, trovate qui il sito ufficiale dell’iniziativa.

Per registrarsi a Cleanstart: corrente.startup@gse.it

Il settore della green economy è uno dei più promettenti ambiti di sviluppo per le startup innovative italiane: tra i settori preferenziali indicati all’interno dell’Avviso Pubblico per VulcanicaMente2: dal talento all’impresa figurano infatti le Clean Technologies, ma VulcanicaMente2 premia le idee innovative in tutti i settori!

Se hai un’idea innovativa da proporre allo staff dei nostri tutor per provare a trasformarla in una vera startup, compila subito il modulo di prenotazione per il TechDay del 24/25 settembre 2013: trovi tutte le informazioni nella sezione Eventi & Iniziative del sito internet www.incubatorenapoliest.it

Napoli, 05/09/2013

Le migliori startup hardware in Cina e negli USA con il programma 2013 di Industrio Ventures

Industrio Ventures è un programma dedicato a startup specializzate nell’hardware, l’industria e la tecnologia nato grazie ad un gruppo di imprenditori e organizzazioni italiane ed internazionali che vogliono contribuire a sostenere un nuovo modello di innovazione Made in Italy.

Fino al 21 settembre 2013 sono aperte le candidature per il programma di accelerazione Industrio 2013: si tratta di un programma riservato a startup hardware che avrà una durata di 6 mesi, durante le quali i team saranno ospitati nella sede di Trento e saranno supportati da tutor internazionali e partner industriali.

I settori di riferimento del programma di accelerazione di Industrio Ventures sono meccatronica, elettronica, connected devices e smart systems: i team prescelti devono essere in grado di fornire un prodotto fisico innovativo, in qualsiasi stadio di sviluppo (dall’idea al prototipo funzionante).

Le startup selezionate per il programma Industrio 2013 riceveranno un fondo seed del valore di 50.000 euro, in parte in contanti ed in parte sotto forma di servizi e strumenti di prototipazione.

Un aspetto molto interessante di Industrio Ventures è il network di relazioni internazionali cui dà accesso: le startup selezionate avranno la possibilità di viaggiare per incontrare partner provenienti da Italia, Stati uniti e Cina e lavorare con loro (in particolare per la prototipazione hardware).

Inoltre, i mentors di fama internazionale di Industrio Ventures lavoreranno fianco a fianco con i team per aiutarli a costruire un business model sostenibile per le proprie startup, accompagnandoli nel lancio del proprio prodotto su un mercato di dimensioni globali.

Anche il CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est è impegnato per lo sviluppo e la crescita dell’innovazione e del talento Made in Italy: sono aperte le iscrizioni per partecipare a VulcanicaMente2: dal talento all’impresa!

Puoi partecipare in pochi click, compilando il form di iscrizione per il TechDay: non perdere l’occasione di presentare la tua idea innovativa di impresa ai nostri tutor!

Ma attenzione, i posti sono limitati! Visita subito la sezione Eventi&Iniziative del sito internet www.incubatorenapoliest per tutte le informazioni su VulcanicaMente2: dal talento all’impresa

Napoli, 04/09/2013

 

 

Startup e coworking: quando la condivisione è un’opportunità

Il coworking è uno stile lavorativo che prevede la condivisione degli spazi di lavoro tra persone che fanno parte di organizzazioni differenti o che lavorano in maniera autonoma e indipendente.
Chi lavora in uno spazio di coworking condivide non soltanto gli spazi, ma anche i valori delle persone coinvolte, beneficiando delle sinergie che si creano quando persone talentuose e creative lavorano a stretto contatto.

Spesso incubatori e acceleratori di startup affiancano ai tradizionali servizi offerti (mentorship, networking, supporto allo sviluppo delle startup ospitate) elementi tipici del coworking, prevedendo appositi spazi destinati a tale modalità lavorativa: il coworking offre infatti una serie di vantaggi molto utili per startup all’inizio del proprio percorso.

Il vantaggio più immediato che il coworking consente di ottenere è ridurre in maniera significativa i costi operativi e delle utenze, senza rinunciare ai servizi più importanti per un office space.
Ma sono soprattutto le persone coinvolte a fare la differenza: in uno spazio di coworking è possibile stringere nuove amicizie e collaborazioni, costruire una vera e propria rete di professionisti e collaboratori, avere accesso ad una serie di nuove opportunità di business.

Una startup early stage può trovare molto utile muovere i primi passi in un ambiente del genere: si tratta di una situazione dinamica e flessibile, in cui il team entra in contatto con altre aziende e professionisti, creando situazioni sempre nuove per migliorare le proprie competenze, per trovare altri talenti con cui confrontarsi e a cui ispirarsi e per sviluppare al meglio la propria creatività.

Lavorare in uno spazio di coworking significa quindi fare continuamente esperienze di networking ed arricchimento: si entra a far parte di una grande community in cui esperienze e talenti sono condivisi con l’obbiettivo della crescita di tutti i partecipanti.

Molto diffuso nelle grandi capitali europee, in testa Berlino e Londra, il coworking negli ultimi tempi si sta diffondendo in maniera sempre più veloce e capillare anche in Italia: prima di tutto con iniziative private, ma negli ultimi mesi anche alcuni enti pubblici e locali hanno deciso di cogliere l’occasione di offrire spazi attrezzati a giovani talenti creativi per condividere un’esperienza lavorativa che consente ai partecipanti di accrescere profitti e creatività.

Ed è proprio tra questi enti che ritroviamo il Comune di Napoli, con l’iniziativa VulcanicaMente2: dal talento all’impresa. Tra tutte le idee innovative che saranno presentate allo staff dei tutor durante le selezioni, saranno individuate le migliori proposte che potranno usufruire gratuitamente degli spazi di coworking messi a disposizione dal CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est e di tutti i servizi che il CSI offre alle startup ospitate al suo interno.

Non perdere l’occasione di mettere in gioco il tuo talento! Puoi partecipare alle selezioni di VulcanicaMente2 compilando il form di prenotazione per il TechDay: l’appuntamento è per il 24 e il 25 settembre!

Tutte le informazioni su VulcanicaMente2 sono disponibili nella sezione Eventi & Iniziative del sito www.incubatorenapoliest.it

Napoli, 03/09/2013

A bordo dello StartupBus: talenti e idee in viaggio per Vienna

StartupBus Europe è un concorso internazionale per startup nato nel 2010 come un esperimento e che per la sua edizione 2013 arriva per la prima volta in Italia: con i sei bus messi a disposizione, StartupBus attraversa l’Europa con a bordo i migliori startuppers per accompagnare il vincitore al Pioneers Festival di Vienna, uno dei più importanti eventi internazionali dedicati al web e all’imprenditoria digitale che quest’anno si svolgerà il 30 e 31 ottobre.

La competition si svolge a bordo del bus, che parte da Roma il 27 ottobre per raggiungere Vienna il 30: durante le tappe intermedie (il programma prevede Torino il 28, Milano il 29, e la finale a Venezia il 30 presso H-Farm) i 25 candidati selezionati per il viaggio si confronteranno mostrando di volta in volta i progressi delle loro idee e progetti da trasformare in vere startup con l’aiuto del team di mentors a bordo. Il vincitore avrà diritto ad un ingresso gratuito al Pioneers Festival di Vienna, dove potrà incontrare le personalità internazionali più importanti del mondo dell’imprenditoria, del web e dell’innovazione.

Sono tanti i motivi per partecipare a StartupBus: la competition è innanzitutto un’occasione formativa che, essendo concentrata in soli tre giorni, permette agli aspiranti imprenditori di focalizzare i propri sforzi nella creazione del minimum viable product.
Inoltre, consente ai partecipanti di entrare in contatto non solo con i mentors, ma anche e soprattutto con altri talenti creativi ed aspiranti startuppers, fornendo continui momenti di networking.
Con StartupBus i partecipanti hanno poi la possibilità di viaggiare attraverso l’Europa mentre si impegnano a migliorare il proprio Pitch e la propria abilità nel presentarlo in pubblico.

Per partecipare a StartupBus Europe 2013 basta iscriversi al link che trovate qui, dopo aver effettuato la registrazione al sito: c’è tempo per inviare la propria candidatura fino al 20 ottobre 2013.
Inoltre, è possibile restare aggiornati sul concorso attraverso i principali social network: StartupBus è su facebook e su twitter.

Per maggiori informazioni su StartupBus: http://europe.startupbus.com/
Per saperne di più sul Pioneers Festival: http://pioneers.io/festival

Anche il CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est è in prima linea per offrire agli aspiranti startuppers occasioni imperdibili e gratuite di formazione, mentorship, networking: è aperta la call per VulcanicaMente 2: dal talento all’impresa, l’iniziativa del Comune di Napoli che offre ai partecipanti la possibilità di mettersi in gioco con le proprie idee imprenditoriali innovative e trasformarle in startup vulcaniche!

Tutte le informazioni per partecipare a VulcanicaMente 2, assieme ai form di iscrizione per i nostri eventi di scouting (qui tutti gli eventi del mese di settembre), sono disponibili nella sezione Eventi & Iniziative del sito www.incubatorenapoliest.it!

Napoli, 02 settembre 2013

Incubatore Napoli Est – Un settembre ricco di occasioni per startupper!

Il rientro dalle vacanze si preannuncia ricco di appuntamenti ed opportunità per i talenti innovativi e gli aspiranti imprenditori campani: il CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est ha già in programma per il mese di settembre tre eventi dedicati al mondo delle startup!

11 SETTEMBRE 2013 – Open workshop “Finanziare il tuo progetto con il CrowdFunding”

Si parte mercoledì 11 con il workshop dal titolo “Finanziare il tuo progetto con il CrowdFunding”: un appuntamento gratuito aperto a startuppers, imprenditori, professionisti e a chiunque sia interessato ad approfondire il tema del CrowdFunding.
Si tratta di un’occasione imperdibile per saperne di più sul mercato che nel 2012 ha raccolto quasi 3 miliardi di dollari a livello globale e che si conferma una realtà in forte espansione anche in Italia, primo paese al mondo ad aver adottato una specifica normativa in materia.
Il workshop sarà tenuto da Alberto Giusti, Managerial engineering, business angel, internet expert e start-up founder: per partecipare al workshop gratuito “Finanziare il tuo progetto con il CrowdFunding” è obbligatoria la prenotazione: sono disponibili ancora pochissimi posti, è possibile iscriversi cliccando qui!

17 SETTEMBRE 2013 – VULCANICAMENTE 2: BARCAMPER

La seconda data da segnare in agenda è martedì 17: partono le selezioni di VulcanicaMente 2: dal talento all’impresa con il Barcamper per il primo degli eventi di scouting!
Prenotando un appuntamento per un colloquio one-to-one, i partecipanti avranno la possibilità di presentare allo staff dei tutor la propria idea innovativa, inoltre potranno accedere alle selezioni per la fase successiva di VulcanicaMente 2 e ricevere i feedback sul proprio progetto dagli esperti di dPixel: il Barcamper diventa così un’occasione imperdibile per focalizzare e migliorare il proprio progetto di impresa.
La partecipazione alle selezioni tramite Barcamper è totalmente gratuita, basta prenotare uno degli ultimi 3 slot ancora disponibili: bastano pochi minuti per compilare il form di iscrizione!

24/25 SETTEMBRE 2013: VULCANICAMENTE 2: TECHDAY

Le selezioni per VulcanicaMente 2 continuano con il TechDay, la due giorni che si terrà il 24 e 25 settembre 2013.
Anche il TechDay offre ai partecipanti una serie di occasioni ed opportunità: durante il TechDay sarà infatti possibile innanzitutto presentare la propria idea imprenditoriale allo staff dei tutor, che aiuteranno i partecipanti a focalizzare meglio il proprio progetto.
Ma il TechDay è anche un’occasione di formazione, networking e team building, con due giornate dedicate a tutti i partecipanti (anche i prenotati per il Barcamper) che si incontreranno per unire le forze e creare nuovi team di lavoro, scambiarsi idee ed opinioni e partecipare al momento più importante per gli aspiranti startuppers: la presentazione finale delle idee, sotto forma di una vera e propria sessione di pitch ad un Venture Capital.
Anche per il TechDay, la partecipazione è totalmente gratuita: puoi prenotarti in pochi istanti compilando il form di iscrizione!

Vi aspettiamo! 

Napoli, 29/08/2013

StartAriano: il 24 e 25 agosto, un evento su giovani, lavoro e startup. Presente anche il CSI!

Il mondo delle startup non si ferma mai, e gli eventi dedicati a giovani aspiranti imprenditori non vanno in vacanza!
Lo dimostra l’evento che segnaliamo oggi: StartAriano (24 – 25 agosto 2013).

StartAriano è l’evento organizzato dall’Associazione Vinagre per accompagnare i giovani nella fase di ingresso nel mondo del lavoro: se il tuo obiettivo è cercare lavoro o crearlo fondando una startup, l’appuntamento è per il 24 e 25 agosto presso la sala convegni del Castello Normanno di Ariano Irpino (AV).

Il programma (scaricabile qui) della due giorni prevede 4 workshop su temi particolarmente interessanti per giovani in cerca di occupazione, startupper e aspiranti imprenditori: ciascuna giornata ospiterà due workshop, seguiti da momenti di confronto e approfondimento con i partecipanti.

STARTARIANO – SABATO 24 AGOSTO 2013

Si parte sabato 24 con il primo workshop della giornata, dedicato al tema “La costruzione di un business plan” (dalle 10 alle 12).
Il relatore Gianluca Montuoro affronterà insieme ai partecipanti una prima fase didattica, in cui illustrerà come realizzare un business plan di successo, ed una seconda fase pratica, in cui sarà possibile applicare le nozioni e gli input della fase precedente.

Nel pomeriggio di sabato, dalle 16 alle 18, Concetta Fonzo (ISFOL) terrà il workshop dedicato alla “Stesura del Curriculum Vitae”: i partecipanti impareranno a scrivere al meglio il proprio biglietto da visita per l’ingresso nel mondo del lavoro, con consigli e feedback utili su quali esperienze inserire e mettere in risalto e quali errori evitare.

STARTARIANO – DOMENICA 25 AGOSTO 2013

La giornata di domenica 25 è dedicata alla comunicazione digitale, un settore che negli ultimi anni va assumendo importanza sempre maggiore sia per chi è in cerca di occupazione, sia per chi vuole mettere su un’attività in proprio.
Il workshop mattutino (dalle 10 alle 12) è dedicato al tema “Il digital marketing a 360°” e sarà a cura di Alberto Giusti, Business Angel molto attivo in Italia. Lo scopo è quello di offrire una panoramica del mondo del Digital Marketing, con un focus particolare sulle opportunità che la rete offre alle aziende per comunicare con i clienti.

In chiusura, il workshop pomeridiano di domenica 25 che affronta il tema del “Social Media Marketing: case history vincenti ed orrori da evitare”: il relatore è Gianluca Punzi (SEO & Social Media Specialist presso WOR(i)D GMN), che spiegherà ai partecipanti il modo corretto per le aziende di utilizzare i social network, soffermandosi sugli errori di comunicazione più comuni da evitare.

Per partecipare ai workshop di StartAriano basta inviare entro il 22 agosto una mail all’indirizzo associazionevinagre@gmail.com, con Nome, Cognome e titolo del Workshop: si riceverà una mail di conferma della prenotazione. I workshop prevedono una quota di partecipazione simbolica di 5€ (per chi partecipa a tutti e quattro i workshop la quota totale è di 15€).

Durante StartAriano, al termine del workshop di Alberto Giusti il 25/08il CSI – Incubatore Napoli Est presenterà la seconda edizione di VulcanicaMente dal talento all’impresa, iniziativa del Comune di Napoli – Assessorato allo Sviluppo che offre ai talenti creativi e innovativi la possibilità di trasformare le proprie idee di impresa in startup vulcaniche! Tutte le informazioni sull’iniziativa VulcanicaMente, insieme ai form online di iscrizione agli eventi di scouting, sono nella sezione Eventi&Iniziative.

1 11 12 13 14