Loading...

Tag: videogiochi

“First Playable Fund”: il fondo di 4 milioni di euro per l’intrattenimento digitale

Il fondo per sostenere la produzione italiana di prodotti di intrattenimento digitale.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha dedicato un fondo, “First Playable Fund“, per sostenere la produzione italiana di prodotti di intrattenimento digitale con una dotazione finanziaria di 4 milioni di euro.

A partire dal 30 giugno le imprese del settore dell’intrattenimento digitale, con sede operativa sul territorio nazionale, potranno richiedere contributi a fondo perduto per lo sviluppo di prototipi di videogiochi destinati alla commercializzazione.

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese che, alla data di presentazione della domanda di agevolazione svolgono, in via prevalente, l’attività economica di “Edizione di software” o “Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse”.

I progetti ammissibili alle agevolazioni devono:

  • prevedere, attraverso lo sviluppo delle fasi di concezione e pre-produzione, la realizzazione di un prototipo di videogioco destinato alla distribuzione commerciale;
  • essere realizzati presso la propria sede operativa ubicata in Italia, come indicata nella domanda di agevolazione;
  • prevedere, ciascuno, la realizzazione di un singolo prototipo;
  • prevedere spese e costi ammissibili complessivamente non inferiori a euro 20.000,00;
  • essere avviati successivamente alla data di presentazione della domanda di agevolazione, dove per data di avvio si intende la data del primo titolo di spesa/costo ammissibile alle agevolazioni;
  • essere ultimati entro 18 mesi dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni, dove per data di ultimazione si intende la data dell’ultimo titolo di spesa/costo ammissibile alle agevolazioni.


Per partecipare all’iniziativa “First Playable Fund“, le domande di agevolazione possono essere presentate, a decorrere dalle ore 12:00 del giorno 30 giugno 2021 e devono essere compilate utilizzando la piattaforma informatica presente al seguente link: https://www.invitalia.it/

Cinecittà Game Hub: l’avviso pubblico per startup innovative del videogame

La Call a sostegno del settore videoludico.

Istituto Luce Cinecittà, in collaborazione con la Regione Lazio e il Ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo, lanciano la CallCinecittà Game Hub” per l’avviamento e lo sviluppo di dieci Startup innovative del settore.

Ad ogni Startup innovativa può essere agevolato un unico progetto riguardante lo sviluppo di un videogioco di intrattenimento da distribuire sul mercato internazionale. Al momento della domanda il videogioco deve essere disponibile almeno in una versione giocabile (prototipo) e il suo sviluppo, secondo quanto presentato nel progetto.

L’agevolazione consiste in un contributo sui costi del progetto, pari complessivamente a 60 mila euro per ogni Startup innovativa beneficiaria e nella partecipazione a un programma di accelerazione della durata di circa tre mesi, nell’ambito del nuovo acceleratore diffuso dedicato all’industria del videogame “Cinecittà Game Hub“.

Istituto Luce Cinecittà coordinerà l’acceleratore avvalendosi del supporto di Iidea – Italian interactive digital entertainment association, l’associazione di categoria italiana per il settore videoludico.

A termine del programma, con il supporto organizzativo del Mibact, seguirà un demo day, dove saranno presentati i progetti ad un pubblico di publisher e investitori.

Per partecipare alla Call “Cinecittà Game Hub, la deadline è fissata entro le ore 18:00 del 12 aprile 2021, è possibile attraverso previa finalizzazione del formulario Geco web disponibile on-line dalle ore 12:00 del 28 gennaio 2021.

Startup Culturali e Creative 2020: il bando per startup e MPMI

L’iniziativa per il rilancio delle attività culturali e creative del territorio.

La Regione Lazio lancia l’Avviso pubblico “Startup Culturali e Creative 2020” per il sostegno all’avvio dell’attività imprenditoriale delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) del Lazio che operano nell’ambito culturale.

I progetti possono essere presentati dalle MPMI, inclusi i liberi professionisti, in forma singola e potranno essere realizzati anche a beneficio di una attività imprenditoriale svolta dall’impresa in una o più sedi operative sul territorio del Lazio.

Il progetto deve riguardare i settori:

  • Patrimonio culturale ed artistico;
  • Architettura e Design;
  • Musica;
  • Audiovisivo;
  • Editoria;
  • Comunicazione;
  • Videogiochi e Software.

I progetti ammessi, dovranno avere un importo complessivo non inferiore ai 20 mila euro ed essere realizzato e rendicontato entro 24 mesi, durata minima richiesta per lo svolgimento delle attività progettuali. Il contributo, fino a 30 mila euro, verrà concesso a fondo perduto per un massimo dell’80% delle spese ammissibili.

Per partecipare al BandoStartup Culturali e Creative 2020“, la deadline è fissata entro il 1 ottobre 2020, è possibile attraverso la compilazione del form al seguente link: https://bit.ly/3hPEWIP

 

 

Lucca Start & Up: i migliori progetti su gaming, fumetti ed animazione a Lucca Comics & Games 2015

Sono aperte le candidature per partecipare a Lucca Start & Up, iniziativa promossa dal Polo Tecnologico Lucchese e da Lucca Comics & Games allo scopo di selezionare e valorizzare i migliori progetti nel campo di giochi & videogiochi, fumetti ed animazione promossi da startup, imprese, creativi, sviluppatori e makers.

lucca2015

Possono partecipare alle selezioni persone fisiche e giuridiche con progetti caratterizzati da innovatività e creatività. I candidati dovranno inviare la scheda di progetto (scaricabile qui) e il proprio CV entro la deadline fissata al 20 ottobre 2015, secondo una delle seguenti modalità:

Posta ordinaria, all’indirizzo Lucca Innovazione e Tecnologia srl, Corte Campana n. 10, 55100 Lucca (LU)
e-mail, all’indirizzo info@polotecnologicolucchese.it
a mano, presso la sede di Lucca Innovazione e Tecnologia

I progetti di Lucca Start & Up possono riguardare lo sviluppo di un gioco o un videogioco, un’app, una nuova serie animata o un fumetto. I candidati saranno valutati sulla base di una serie di parametri:

grado di innovazione,
fattibilità tecnica,
fattibilità economica,
stato di avanzamento del progetto,
competenze dei proponenti.

I progetti selezionati avranno diritto alla partecipazione gratuita all’evento Lucca Comics & Games 2015 (che si terrà come ogni anno a Lucca, dal 29 ottobre al 1° novembre 2015), e saranno ospitati presso lo stand espositivo del Polo Tecnologico Lucchese. Si tratta di una grossa opportunità per i vincitori, in termini di visibilità, ma anche di possibilità di validazione e valutazione per i progetti selezionati, che potranno presentare i prodotti al pubblico di potenziali partner e utenti in occasione di una delle più importanti manifestazioni del settore.

Inoltre, i vincitori potranno beneficiare di un servizio di assistenza allo sviluppo del Business Plan e del progetto offerto dal Polo Tecnologico Lucchese.

Per maggiori informazioni, per scaricare la modulistica e il bando e per contattare gli organizzatori di Lucca Start & Up il link di riferimento è: http://www.polotecnologicolucchese.it/content.php?p=pri&nid=73

Napoli, 08/10/2015

5 Startup italiane nel Gaming ad Helsinki con AESVI e dPixel

AESVI è l’Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani e offre, in collaborazione con dPixel, un’interessante opportunità alle migliori startup italiane nel settore del Gaming.
Fino a venerdì 18 settembre, infatti, è possibile candidarsi per la Missione Italia a Slush: saranno selezionati le migliori 5 startup che avranno l’opportunità di partecipare a Slush 2015, evento internazionale del settore Gaming che si svolgerà ad Helsinki (Finlandia) l’11 e 12 novembre 2015.

AESVI-1-750x400

Alle cinque startup vincitrici saranno offerti in premio:

4 biglietti per partecipare a Slush 2015
un Europass Ticket, che copre viaggio e soggiorno per due persone ai due più importanti eventi d’Europa per l’ecosistema startup.

Le candidature possono essere inoltrate on-line, entro la deadline fissata al 18 settembre 2015, compilando il form disponibile a questo link: https://www.f6s.com/aesvislush2015/apply

Le cinque startup che voleranno in Finlandia saranno selezionate sulla base dei seguenti criteri:

1) Life Stage della startup (almeno un gioco pubblicato, o molto vicino alla pubblicazione);
2) Team (mix di esperienze e competenze);
3) Qualità del materiale allegato all’application (pitch, video di presentazione, etc);
4) Conoscenza della lingua inglese.

slush

Napoli, 31/08/2015

Finanziamenti per startup e imprese nel settore Videogames: dall’UE, contributi fino a 150.000€ con il Programma MEDIA

L’Unione Europea, nell’ambito del Programma Europa Creativa (sottoprogramma MEDIA) ha lanciato nei giorni scorsi il Bando EACEA 06/2015 Videogames, finalizzato al sostegno di progetti per lo sviluppo di videogiochi digitali indipendentemente dalla piattaforma o dal metodo di distribuzione previsto: è necessario che i videogiochi siano sviluppati da imprese di produzione (non da singoli professionisti) e che siano progetti sviluppati a fini commerciali, per il mercato europeo ed internazionale.

Le imprese possono presentare il proprio progetto entro il 26 marzo 2015, seguendo la procedura di application rintracciabile al seguente link: https://eacea.ec.europa.eu/PPMT/

Possono partecipare al Bando aziende aventi sede in:

Stati membri dell’Ue;
Paesi aderenti e Paesi candidati effettivi e potenziali che beneficiano di una strategia di preadesione;
Paesi EFTA membri del SEE;
la Confederazione svizzera, in forza di un accordo bilaterale da concludere con tale Paese;
Paesi dello spazio europeo di vicinato, in base agli accordi quadro che prevedono la loro partecipazione ai programmi dell’Unione europea.

I progetti selezionati avranno diritto ad un contributo finanziario concesso sotto forma di sovvenzione, per una cifra compresa tra 10.000 e 150.000€, finalizzata allo sviluppo del concept e del progetto: i contributi potranno coprire fino ad un massimo del 50% delle spese di progetto previste dal produttore.

I videogiochi dovranno avere un contenuto digital caratterizzato da elevata interattività abbinata ad una componente narrativa: la presenza di aspetti relativi allo storytelling è infatti ritenuta caratteristica fondamentale per accedere alla call for proposals.

I progetti saranno valutati secondo una serie di criteri, tra i quali ricordiamo la qualità dei contenuti, l’innovazione e la qualità della strategia di sviluppo in ottica internazionale.
Fondamentale, in ottica di valutazione dei progetti, anche le caratteristiche del team proponente.
Inoltre, sono previsti punteggi aggiuntivi in caso di videogiochi destinati ad un pubblico giovane (bambini dai 12 anni in su).

Per il testo integrale del Bando, il link di riferimento è: https://eacea.ec.europa.eu/sites/eacea-site/files/call_notice_dev-vg-2015.pdf

Altre informazioni utili sono disponibili ai seguenti link:

http://www.media-italia.eu/bandi/341/bando-eacea-06-2015-videogames.htm
http://www.media-italia.eu/news/582/pubblicazione-bando-per-il-sostegno-ai-viedeogames.htm
https://eacea.ec.europa.eu/creative-europe/funding/development-support-for-development-european-video-games-2015_en

Napoli, 02/02/2015

Opportunità dalla Commissione Europea per startup e imprese nel settore dei Videogiochi

A fine 2013 il Parlamento Europeo ha approvato “Creative Europe 2014/2020”, il Programma quadro elaborato dalla Commissione Europea per i settori audiovisivo, culturale e creativo: con un incremento pari al 9% rispetto alla programmazione precedente, la dotazione per Creative Europe nei prossimi sette anni è pari a 1,46 miliardi di euro ripartiti in tre sottoprogrammi: MEDIA, Culture e Strand.

In particolare, nell’ambito del sottoprogramma MEDIA è stata lanciata da pochi giorni una call interessante per imprese e startup che operano nel settore delle nuove tecnologie e nello specifico in quello dei Videogiochi: “Development – Video games”, la cui deadline è fissata per il 28 marzo 2014.

Scopo della call è quello di finanziare progetti di sviluppo di videogiochi digitali, indipendentemente dalla piattaforma e dal metodo di distribuzione previsto. Unica discriminante è che il videogioco sia destinato a finalità commerciali, inoltre i progetti dovranno avere una durata massima di 30 mesi.

Possono partecipare alla call “Development – Video games” soggetti giuridici aventi sede in uno degli Stati Membri dell’Unione Europea, oltre alle società provenienti dai Paesi indicati nell’art. 2 della call (scaricabile in italiano a questo link).

I progetti saranno valutati sulla base di una serie di criteri, tra cui ricordiamo la pertinenza e il valore aggiunto europeo (inteso in termini di qualità della strategia di sviluppo e di potenzialità di sfruttamento a livello europeo ed internazionale); la qualità del team; l’innovatività e la sostenibilità/fattibilità del progetto.

La dotazione complessiva per “Development – Video games” è pari a 2,5 milioni di euro: per ciascun progetto selezionato, sarà assegnato un contributo in forma di sovvenzione.

Il contributo concesso a ciascun progetto sarà suddiviso in due parti:

fra i 10.000 e i 50.000 euro per lo sviluppo dell’idea di gioco,
fra i 10.000 e i 150.000 euro per lo sviluppo del progetto (prototipo giocabile).

Le candidature vanno inviate all’EACEA esclusivamente on line, attraverso l’apposito form entro il 28 marzo 2014 alle ore 12:00 (ora di Bruxelles).

Per informazioni e approfondimenti, oltre che per le linee guida e i moduli di partecipazione il link ufficiale è:
http://ec.europa.eu/culture/media/fundings/creative-europe/call_11_en.htm

Napoli, 08/01/2014