Loading...

Tag: sostenibilità

L’edizione 2013 del Bando “cheFare”: 100.000 euro per progetti innovativi nel settore Cultura

Nato grazie all’Associazione Culturale “doppiozero”, il Bando “cheFare” mette in palio un premio di 100.000 euro per progetti presentati da imprese, associazioni, organizzazioni, società operanti nel settore della cultura.

L’edizione 2013 di “cheFare” nasce con l’obiettivo di costituire un network di imprese culturali ad alto contenuto innovativo ed elevato impatto sociale, che si ponga come punto di incontro tra il mondo delle startup, che attraversa un momento di crescita nonostante una serie di difficoltà, e quello della cultura, che vive un periodo difficile già da alcuni anni.

Nel progetto degli organizzatori, il network di imprese culturali sarà in grado di raggiungere due importanti scopi: da un lato, incentivare le dinamiche positive che si vengono a creare dalla messa in rete delle competenze delle imprese culturali coinvolte, dall’altro lato, supportare la costruzione di nuovi modelli di business economicamente e socialmente sostenibili nel mondo delle imprese culturali.

Il Bando è aperto a progetti operanti nell’ambito della cultura umanistica (letteratura, teatro, danza, musica, fotografia, cinema, etc.) che siano caratterizzati dai seguenti elementi:

1. Promuovere la collaborazione e le capacità di relazione e interazione con soggetti terzi (attraverso reti territoriali e on-line);
2. Ricercare modalità innovative di progettazione, produzione, distribuzione e fruizione della cultura;
3. Essere scalabili e riproducibili (in termini di dimensioni e di replicabilità in ambiti e contesti differenti);
4. Essere economicamente sostenibili nel tempo;
5. Promuovere l’equità contrattuale ed economica dei lavoratori coinvolti;
6. Avere un positivo impatto in termini sociali sul territorio, anche in termini di accesso e fruibilità della cultura;
7. Saranno valutati positivamente i progetti che ricorrono a strategie di progettazione, produzione, gestione e distribuzione della cultura come bene comune (open source e free software);
8. Coinvolgimento delle comunità di riferimento e dei destinatari del progetto nelle attività di comunicazione.

Riguardo alle modalità di partecipazione, sono previste 3 fasi differenti:

FASE 1 – PRESELEZIONE

Le candidature possono essere inviate esclusivamente on-line compilando il form presente sul sito www.che-fare.com dal 28 ottobre al 9 dicembre 2013. Entro il 15 gennaio 2014, un team di esperti sceglierà i progetti da pubblicare sull’apposita piattaforma on-line. Saranno selezionati fino a un massimo di 40 progetti che accedono alla fase successiva.

FASE 2 – VOTAZIONE ON-LINE

Dal 15 gennaio al 13 marzo 2014, i progetti selezionati saranno votati dal pubblico. Per accedere alle votazioni, gli utenti dovranno registrarsi al sito per poi esprimere le proprie preferenze. Saranno i migliori 8 progetti ad accedere al gruppo dei Finalisti e alla fase n.3

FASE 3 – VOTAZIONE DELLA GIURIA

L’ultima fase si svolgerà tra il 19 marzo e il 3 aprile 2014: la Giuria proclamerà il Vincitore anche sulla base del Business Plan che i Finalisti provvederanno a recapitare tramite raccomandata indirizzata all’Associazione Culturale doppiozero, via A. Fioravanti, 3 – 20154 Milano (entro e non oltre il 19 marzo 2013).

Il Progetto Vincitore avrà diritto al Premio finale di 100.000 euro, suddiviso in una prima tranche pari a 50.000 euro (entro 3 mesi dalla proclamazione del vincitore) e altre due tranches da 25.000 euro ciascuna vincolate ad una serie di incontri di monitoraggio sullo stato di avanzamento del progetto.

Per maggiori informazioni su “cheFare” e sulla documentazione richiesta per la partecipazione, è possibile visualizzare qui il Bando completo.

Altri link utili:

Napoli, 29/10/2013

1 9 10 11