Loading...

Tag: imprenditoria

Buona Impresa! Il Credito Cooperativo finanzia lo start up

A pochi mesi dal lancio, Buona Impresa!, il progetto del Credito Cooperativo Italiano destinato all’imprenditoria giovanile, ha già finanziato 25 startup e oltre 30 imprese giovanili, per un importo totale pari a 1,3 milioni di euro. Attualmente sono state accolte il 53% delle richieste di finanziamento e il 25% sono in fase di istruttoria.

La caratteristica principale del progetto Buona Impresa! è l’abbinamento tra i vari strumenti di finanziamento agevolato e i servizi di accompagnamento messi a disposizione delle aziende: i giovani di età inferiore a 35 anni possono accedere contemporaneamente al sostegno creditizio e a servizi di consulenza e tutoraggio offerti grazie alla collaborazione di partner come ReteImprese Italia e Confcooperative.

Tra gli strumenti di finanziamento offerti dal Credito Cooperativo Italiano, di particolare interesse per le start up è il Mutuo Start Up: grazie ad esso, gli aspiranti imprenditori possono ottenere un finanziamento fino a 100.000 euro, con un periodo di pre-ammortamento fino a 12 mesi e una durata massima di 60 mesi (oltre al pre-ammortamento).

Molto interessante anche lo strumento destinato all’Internazionalizzazione: le imprese interessate ad aprirsi al mercato estero possono usufruire di un finanziamento agevolato con condizioni e servizi aggiuntivi particolarmente vantaggiosi, grazie alla partecipazione di Simest, finanziaria pubblica nata allo scopo di fornire assistenza alle imprese italiane che decidono di intraprendere un percorso di internazionalizzazione del proprio business.

Tra gli altri strumenti finanziari previsti da Buona Impresa! ricordiamo, inoltre, quelli destinati al Leasing e al Factoring, il Mutuo fino a 3 milioni rivolto ad imprese già avviate, i finanziamenti in modalità Project Finance dedicati agli investimenti per realizzazione di impianti di Energie Rinnovabili e gli strumenti di Passaggio Generazionale e Finanza Straordinaria per giovani che intendono rilevare l’azienda di famiglia massimizzando il valore della proprietà e assicurando continuità e sviluppo all’attività d’impresa.

Come accennato, il progetto Buona Impresa! si caratterizza per i servizi di affiancamento: le start up potranno usufruire del supporto di consulenti specializzati nei servizi alle imprese, che li guideranno per i primi due anni di attività nella fase di sviluppo dell’idea, nella redazione del business plan e nella verifica dello stato di avanzamento del progetto con incontri face-to-face almeno due volte l’anno.

Per conoscere le storie di chi è riuscito ad avviare la propria impresa grazie al Credito Cooperativo Italiano, segnaliamo infine che il sito internet di Buona Impresa! ospita “Un giro d’Italia differente“: un tour virtuale sul territorio italiano attraverso i progetti dei giovani imprenditori italiani.

Napoli, 28/05/2013

 

 

1 3 4 5