Loading...

Tag: premi

MIP&BANforIDEAS6: APERTA LA NUOVA CALL DI MURATE IDEA PARK

La Call per rinnovare e valorizzare il tessuto imprenditoriale del territorio.

Murate Idea Park, in collaborazione con Confartigianato Firenze, lancia la Call “MIP&BANforIDEAS6” con l’intento di selezionare le idee innovative più promettenti, incubarle in un percorso di formazione e mentoring, e trasformarle in Startup innovative pronte a scalare ed a diventare risorse utili per il territorio e le imprese in un’ottica di collaborazione e contaminazione positiva.

La Call è rivolta a idee e progetti nei diversi ambiti dell’innovazione digitale e tecnologica e saranno ritenuti prioritari in fase di selezione:

  • i servizi tecnologici a supporto dell’artigianato;
  • le idee di economia circolare.

Verranno scelti 15 progetti, i quali saranno accompagnati dai mentor ed invitate a realizzare una fase di approfondimento di circa 6 settimane e a partecipare a un percorso di formazione dal titolo “Strutturare l’idea per validare il business“, per preparare al meglio la presentazione del proprio progetto in vista del Selection Day finale.

Nella fase finale saranno scelti i 5 progetti vincitori, che potranno usufruire di 25.000 mila euro a fondo perduto ed un percorso di incubazione all’interno di Murate Idea Park della durata di 12 mesi.

Per partecipare alla Call MIP&BANforIDEAS6“, la deadline è fissata entro le ore 23:59 del 03 maggio 2020, è possibile candidare i propri progetti attraverso la compilazione di un apposito form sulla piattaforma dedicata al seguente link: https://gust.com/programs/mip-banforideas2

Per maggiori informazioni è possibile consultare il Regolamento al seguente link: https://murateideapark.it/regolamento-mipbanforideas6/

Store del futuro: la Call per startup per migliorare l’esperienza di acquisto e di pagamento in ambito retail

La Call per la selezione di idee innovative e soluzioni tech, con un significativo impatto nel mondo dell’Acquiring e del Digital Payment.

Store del Futuro – Experience More è la Call4Startup lanciata da Axepta, società del gruppo BNP Paribas, in collaborazione con PoliHub, Innovation District & Startup Accelerator del Politecnico di Milano al fine di selezionare le migliori Startup che propongono soluzioni tecnologiche e idee innovative in grado di migliorare l’esperienza di acquisto e di pagamento in ambito retail.

I progetti possono essere presentati da team imprenditoriali che saranno supportati nell’individuazione e nello sviluppo di un business case coerente e integrabile con la value proposition di Axepta.

Possono partecipare alla Call le Startup costituite entro il 31 dicembre 2019 operanti nel mondo del retail e dell’e-commerce, ideatrici di tecnologie volte a migliorare l’esperienza di acquisto nei canali:

  • Seamless Checkout;
  • Omnichannel Model;
  • Invisible Payment;
  • In-Store Analytics;
  • E-commerce Innovation;
  • Geofencing;
  • Shopping Experience.

I 3 progetti vincitori avranno accesso al programma di accelerazione di 4 mesi in PoliHub, inoltre, Axepta mette a disposizione un grant complessivo pari a 75 mila euro, suddiviso in 3 premi di importo pari a 25 mila euro.

Per partecipare alla Call Store del Futuro – Experience More, la deadline è fissata entro il 5 aprile 2020, attraverso la compilazione del form al seguente link: https://polihub.wufoo.com/forms/axepta-store-del-futuro/

Per avere maggiori informazioni è possibile consultare il Regolamento al seguente link: https://www.polihub.it/wp-content/uploads/2020/02/Regolamento-Axepta-Call4Startup.pdf

—–

 

Call4digital : la call per startup italiane in ambito digitale in palio premi fino a 60 mila euro

La Call che accompagna giovani imprenditori con idee innovative nell’ambito del digital business.

Al via la seconda selezione “Call4digital” promossa dall’incubatore IC406, con l’obiettivo di sostenere nuove idee imprenditoriali e incubare Startup nell’ambito digital business provenienti da tutta Italia.

Realizzata con il supporto di TREE – azienda italiana specializzata in formazione e programmi di open innovation -, la Call è rivolta a persone fisiche, o Startup innovative già esistenti in fase di pre-seed o seed, che intendono sviluppare tecnologie e modelli di business innovativi.

Le categorie si possono racchiudere in 5 macro-categorie:

  1. Fintech & Insurtech;
  2. Smart Cities & Smart Mobility;
  3. Gaming & Entertainment;
  4. Sharing Economy & Circular Economy;
  5. Foodtech & Agritech.

In particolare, l’Incubatore rivolge la propria attenzione alle iniziative imprenditoriali incentrate sulle seguenti tecnologie:

  • IoT;
  • Robotics;
  • Virtual assistant;
  • Voice-activated assistants;
  • Blockchain;
  • Data mining;
  • Data analytics;
  • AI Artificial Intelligence;
  • ML Machine Learning;
  • Big data;
  • 5G e servizi per il Cittadino;
  • Virtual Reality;
  • Augmented Reality;
  • Mixed Reality;
  • eXtended Reality.

Per i team ammessi alla Call4digital è prevista una settimana di training e di empowerment imprenditoriale, tenuta da specialisti del PoliHub di Milano. Sono previste lezioni frontali alternate con attività da svolgere in team, oltre a incontri con esperti e mentor.

Al termine del percorso, i progetti finalisti saranno valutati durante un pitch day, dove i team selezionati presenteranno dal vivo il proprio progetto a una giuria composta da docenti dell’Università degli Studi di Bari, dell’Università del Salento e del Politecnico di Bari.

Le Startup che saranno incubate accederanno ad un programma della durata di 6 mesi, ottenendo anche un pacchetto di servizi dedicati allo sviluppo del progetto imprenditoriale, per un valore complessivo di 40.000 euro, oltre ad un eventuale grant in denaro nella misura massima di 20.000 euro per particolari esigenze di sviluppo della startup selezionata che esulino dai servizi offerti dal programma di incubazione.

Per partecipare alla Call4Digital 2020, la deadline è fissata entro il 30 aprile 2020, attraverso la compilazione del form al seguente link: https://www.ic406.com/call4digital/#jointhecall

Welfare, che impresa!: la call per startup sociali a servizio della comunità in palio un montepremi da 300 mila euro

La Call a supporto dei migliori progetti di welfare promossi da società in grado di produrre benefici in termini di sviluppo locale.

Al via la quarta edizione di “Welfare, che impresa!“, la Call promossa da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Bracco, Fondazione Snam, Fondazione CON IL SUD, Fondazione Peppino Vismara e UBI Banca, con il contributo di AICCON, Fondazione Politecnico di Milano – Tiresia e Impacton e degli incubatori PoliHub, SocialFare, Hubble Acceleration Program, G-Factor; Make a Cube e Campania NewSteel.

La Call intende premiare e supportare i migliori progetti di welfare promossi da Enti giuridici costituiti da non più di 5 anni, in grado di produrre benefici in termini di sviluppo locale, nei settori:

  • Agricoltura sociale;
  • Valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio;
  • Restituzione alla fruizione collettiva dei beni pubblici inutilizzati o di beni confiscati alla criminalità organizzata per fini di interesse generale e per le comunità locali;
  • Soluzioni e servizi diretti a rispondere, in un’ottica di generatività sociale, ai bisogni di cura, socio-assistenziali, sanitari, culturali e formativi delle comunità;
  • Soluzioni e azioni per la salvaguardia e il miglioramento delle condizioni ambientali e climatiche e/o volte a limitare l’apporto di materia ed energia e di minimizzare scarti e perdite nei processi di produzione e consumo.

I progetti presentati, per meglio rispondere agli obiettivi della Call, dovranno:

  • avere come obiettivo primario la generazione di impatto sociale;
  • favorire l’occupazione, in particolare dei giovani e delle categorie svantaggiate;
  • essere promuovibili sul territorio attraverso la creazione di reti;
  • utilizzare la tecnologia, anche digitale;
  • consentire l’elaborazione di un piano prospettico di sostenibilità economica;
  • avere già validato la fattibilità, e poter esibire un proof of concept o un prototipo.

La CallWelfare, che impresa!” mette in palio 300 mila euro per i migliori progetti , nel particolare per il primo classificato andrà un premio di 40.000 euro, invece al secondo, terzo e quarto classificati andranno tre premi da 20.000 euro ciascuno.

Inoltre, tutti i progetti vincitori potranno accedere a un percorso di mentorship individuale e personalizzato erogato dagli Incubatori partner e a un finanziamento a tasso zero erogato da UBI Comunità fino a 50.000 euro.

In questa edizione 2020 sono previsti due ulteriori premi speciali:

  1. la possibilità di avviare una campagna di crowdfunding sulla piattaforma ideatre60 di Fondazione Italiana Accenture e
  2. l’accesso facilitato allo Scaling Program di Impacton.

Per partecipare alla Call “Welfare, che impresa!“, la deadline è fissata entro le ore 11.59 del 27 marzo 2020., attraverso la compilazione del form al seguente link: https://bit.ly/31A41AH

 

Cleantech Camp: la call europea per le startup dell’energia con premi fino a 180 mila euro

La Call per lo sviluppo di tecnologie green che aiutino la transizione energetica in Europa.

Al via la V edizione di Cleantech Camp, iniziativa promossa da Eit – Istituto europeo di innovazione e tecnologia, in collaborazione con InnoEnergy, Naturgy, Enagas, CRH, Prio, Barcelona Activa e il Comune di Lisbona, un programma di sostegno e sviluppo di Startup e idee di business per promuovere nuove soluzioni tecnologiche e nuove applicazioni “clean” & “green” nel settore della trasformazione energetica.

Obiettivi del progetto è promuovere l’open innovation tra le imprese partner e le Startup partecipanti, al fine di generare un ecosistema di idee di cui beneficeranno grandi e piccole imprese.

Nel particolare, la Call si rivolge a candidati e imprenditori di tutta Europa e si pone l’obiettivo di trasformare i progetti in realtà imprenditoriali per sviluppare tecnologie pulite in diversi settori, tra cui:

  • le smart city;
  • l’efficienza energetica;
  • l’IA;
  • l’internet delle cose;
  • la mobilità elettrica e sostenibile.;
  • IoT – Internet of Things;
  • l’economia circolare.

Verranno selezionati 15 progetti, che parteciperanno a un programma di accellerazione, formazione e workshop specializzati condotti da esperti del settore e eventi di networking, che si terrà a Barcellona, Madrid e Lisbona nel periodo da marzo a giugno e, successivamente, parteciperanno al Cleantech Camp 2020.

Ai vincitori della Call saranno assegnati premi in denaro:

  • Primo classificato premio di 20.000 euro;
  • Secondo classificato premio di 5.000 euro;
  • Terzo classificato premio di 5.000 euro.

e il finanziamento dei progetti per un valore di oltre 150.000 euro.

Per partecipare alla Call Cleantech Camp, la deadline è fissata entro il 1 marzo 2020, attraverso la compilazione del form al seguente link: https://www.cleantechcamp.com/en/registration/

Start Cup Campania 2020: la business plan competition che vede insieme tutti gli Atenei della Campania con premi fino a 5 mila euro

La Call che favorisce lo sviluppo economico del territorio di riferimento attraverso il sostegno alla nascita di imprese innovative.

Al via l’edizione del Concorso Start Cup Campania 2020competizione fra Progetti d’impresa che si propongono di sviluppare prodotti e/o processi innovativi sulla base delle competenze scientifiche dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, della Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope, dell’Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa, dell’Università degli Studi del Sannio, dell’Università degli Studi di Salerno e dell’Università degli Studi di Napoli L’Orientale.

Il programma ha come obiettivo lo sviluppo della ricerca scientifica e riconosce alle iniziative imprenditoriali promosse dal mondo accademico un ruolo importante nella valorizzazione economica della ricerca scientifica e premia le più meritevoli.

Il Concorso si rivolge a soggetti che propongano idee riguardanti l’applicazione di nuove tecnologie in un campo di attività economica e che aspirino a costituire un’impresa , nel particolare a gruppi composti da almeno 3 persone fisiche, in cui almeno il Capogruppo rientri in una delle seguenti categorie:

  • Docenti e/o ricercatori di una delle Università promotrici dell’iniziativa;
  • Dottorandi e/o titolari di assegni di ricerca di una delle Università promotrici;
  • Diplomati, laureati e/o dottori di ricerca che abbiano conseguito il titolo presso una delle Università promotrici dell’iniziativa nell’ultimo quinquennio;
  • Studenti iscritti regolarmente al momento della pubblicazione del bando di partecipazione presso una delle Università promotrici;
  • Personale tecnico amministrativo di una delle Università promotrici.

I progetti imprenditoriali presentati saranno valutati facendo riferimento ai seguenti criteri generali:

  • originalità dell’idea imprenditoriale;
  • valore del contenuto tecnologico o di conoscenza;
  • realizzabilità;
  • potenzialità di sviluppo e ambizione del progetto;
  • adeguatezza delle competenze del management team;
  • attrattività del mercato di riferimento;
  • qualità e completezza alla documentazione.

Ai primi 5 Progetti in graduatoria verranno assegnati i Premi messi a disposizione dalle Università promotrici, suddivisi per quota parte tra i componenti del gruppo vincitore. I Premi sono i seguenti:

1° classificato 5.000 euro;
2° classificato 3.000 euro;
3° classificato 2.000 euro;
4° classificato 1.000 euro;
5° classificato 1.000 euro.

Inoltre, sarà assegnati premi speciali:

  • un premio speciale di 1.500 euro per l’Innovazione culturale e sociale al miglior Progetto di impresa sviluppato nell’area delle discipline umanistiche.
  • un premio Speciale “Pari Opportunità”, finalizzato a promuovere il principio delle pari opportunità e l’imprenditorialità femminile;
  • un premio Speciale per gruppi costituiti esclusivamente da studenti;
  • un premio “Contamination” per i gruppi costituiti da membri provenienti da almeno due Atenei campani, aderenti all’iniziativa, con un progetto afferente ad almeno due tra le seguenti aree: umanistica, tecnico‐scientifica, scienze della vita, scienze sociali.Per partecipare alla Concorso Start Cup Campania 2020, la deadline è fissata entro le ore 12:00 del 23 aprile 2020, attraverso la compilazione del form disponibile al seguente link: http://www.startcupcampania.unina.it/Per avere maggiori informazioni, è possibile consultare il Regolamento al seguente link: http://www.startcupcampania.unina.it/documenti/regolamento_SCC.pdf 

AL VIA LA SESTA EDIZIONE DI MYLLENNIUM AWARD: LA CALL RIVOLTA AGLI UNDER 30 CON PREMI in denaro e opportunità concrete nel mondo del lavoro

Il laboratorio permanente per la valorizzazione concreta del talento per giovani innovatori under 30.

Al via MYllennium Award 2020, sesta edizione del primo contest multidisciplinare e premio “generazionale” in Italia promosso ed organizzato dalla Fondazione Raffaele Barletta che si rivolge ai Millennials con l’obiettivo di creare un laboratorio permanente per valorizzare il talento dei giovani under 30. La Call, dedicata ai nati tra gli anni Ottanta e i primi anni Duemila, vuole stimolare e supportare le idee e i progetti più innovativi della generazione Y.

La Fondazione Raffaele Barletta supporta il MYllennium Award e le sue nove categorie:

  1. MyBOOK;
  2. MySTARTUP;
  3. MyREPORTAGE;
  4. MyJOB;
  5. MyCITY;
  6. MyFRAME;
  7. MyMUSIC;
  8. MySPORT;
  9. MySOCIALIMPACT.

In palio per le sezioni in gara premi in denaro e opportunità concrete nel mondo del lavoro e della formazione, con Master e stage retribuiti, produzioni musicali, cinematografiche e pubblicazioni di saggi.

A valutare i progetti, un Comitato tecnico-scientifico composto da personalità scelte per l’esperienza e la riconosciuta autorevolezza fra i membri della comunità accademica e scientifica, dell’economia, dell’industria, delle istituzioni, del giornalismo e del cinema.

Per partecipare al  MYllennium Award 2020, la deadline è fissata entro il 10 maggio 2020, attraverso l’apposito form  nel sito ufficiale di Myllennium Award al seguente link: http://myllenniumaward.org/#intesta

 

EIT Food Accelerator Network: Il programma internazionale di accelerazione per startup del settore agrifood con premi fino a 100k

L’iniziativa di innovazione alimentare in Europa, che lavora per rendere il sistema alimentare più sostenibile, sano e affidabile.

EIT Food Accelerator Network è l’iniziativa lanciata dallo European Institue of Innovation and Technology – EIT  con il quale fornisce gli strumenti, le conoscenze e il mentoring per aumentare la visibilità di una piccola realtà imprenditoriale, accelerandone la crescita e massimizzando le possibilità di successo. L’obiettivo è quello di aiutare il business di una Startup per la transizione da società in fase iniziale ad una fase di forte presa sul mercato dell’innovazione.

Possono partecipare alla Call tutte le Startup che operano lungo l’intera catena del valore alimentare, con lo scopo di cambiare il sistema. Alcuni degli ambiti d’interesse sono:

  • l’agricoltura intelligente;
  • le soluzioni di imballaggio sostenibili;
  • le innovazioni che affrontano lo spreco alimentare;
  • le azioni per aumentare la sicurezza alimentare o quelle per contribuire a creare un sistema di distribuzione più efficiente.

Il programma prevede un percorso di quattro mesi, che avrà inizio a luglio, che si svolgerà in più città europee. Le 60 Startup selezionate dell’EIT FAN, infatti, saranno distribuite in sei sedi:

  1. Monaco di Baviera – Germania;
  2. Haifa – Israele;
  3. Losanna – Svizzera;
  4. Bilbao – Spagna;
  5. Cambridge – Regno Unito;
  6. Helsinki – Finlandia.

Durante questa esperienza in uno dei sei diversi ecosistemi innovativi, le aziende potranno godere di varie opportunità concesse dall’EIT. Fondamentali tra queste l’accesso ad un ampio bacino di clienti nel settore agroalimentare, la possibilità di essere seguiti da esperti e business coaches, la creazione di potenziali collaborazioni con altre imprese partner e l’implementazione del curriculum aziendale.

Concluso il periodo di accelerazione, le Startup dovranno presentare la propria idea di business. Le tre imprese finaliste beneficeranno di un sostegno finanziario diretto fino a 100 mila euro ciascuna.

Per partecipare alla Call EIT Food Accelerator Network, la deadline è fissata entro il 10 marzo 2020, attraverso la compilazione del form al seguente link: https://www.eitfan.eu/locations

VULCANICAMENTE DAL TALENTO ALL’IMPRESA® 5: APERTA LA CALL FOR IDEAS!

Torna con la sua quinta edizione il Bando del Comune di Napoli per talenti e idee imprenditoriali da trasformare in Startup innovative: ecco tutti i premi e come candidarsi.

Al via la Call for ideas VulcanicaMente dal talento all’impresa® 5, la quinta edizione della competition promossa dal Comune di Napoli, Assessorato alle politiche sociali e al lavoro, e realizzata tramite il CSI – Incubatore Napoli Est, per individuare talenti e portatori di idee imprenditoriali ad elevato contenuto innovativo, da inserire in percorsi di formazione e validazione.

VulcanicaMente dal talento all’impresa® 5 è l’unico programma gratuito per startupper che permette di accedere a tutte le seguenti opportunità:

  1. ORIENTAMENTO e FORMAZIONE: entrare in contatto con altri innovatori, formare un team, sviluppare competenze imprenditoriali;
  2. MENTORSHIP: acquisire la “cassetta degli attrezzi” dello startupper; essere supportato nel processo di sviluppo dell’idea, disponendo anche di servizi logistici presso l’incubatore come postazione di lavoro, uso delle sale riunioni e convegni, accesso alla rete, segreteria;
  3. FINANZIAMENTO DELL’IDEA: accedere a PREMI e CONTRIBUTI in denaro, per sostenere le prime spese di sviluppo e finanziarie parzialmente gli investimenti qualora si costituisca effettivamente l’impresa;
  4. NETWORKING: avere occasioni per presentare l’idea al nostro network nell’ambito di specifici eventi.

La partecipazione è aperta a team composti da almeno due persone in possesso di competenze, expertise e della giusta motivazione per trasformare idee imprenditoriali innovative in startup.

I settori preferenziali delle idee sono i seguenti:

  • Social Innovation;
  • Biotech;
  • Health;
  • Clean technologies (es. Circular
    economy, blue economy, renewable, ecc.);
  • Big data;
  • Robotics;
  • Maker Technologies (Internet of everythings, Fast prototipation, VR, ecc.);
  • AI;
  • Mobility;
  • Open data;
  • Robotics;
  • Wearables & Digital effectiveness;
  • Web & Digital Technologies (Fintech, Insurtech, Blockchain, Marketing Automation, E-commerce, Fashion & Design Lyfe science, Digital education, ecc.) e altre soluzioni ICT (Applicazioni 5G, Cyber Security, Artificial Intelligence, Industry 4.0, Software, ecc.).

La competition è un percorso selettivo per fasi, ciascuna delle quali ricca di opportunità per i partecipanti.

Le opportunità partono prima ancora che il percorso entri nel vivo, con due eventi di SCOUTING DAY programmati già nella fase preliminare, prima della scadenza della call.

Si tratta di due appuntamenti della durata di due giorni ciascuno, a numero chiuso e con obbligo di iscrizione, dedicati alla presentazione delle idee, al networking, alla formazione di nuovi team, alla formazione in aula su tematiche come il Business Model Canvas, con momenti dedicati a colloqui individuali e testimonianze di startupper e imprenditori.

La partecipazione agli Scouting Day non è obbligatoria per candidarsi alla call, ma è decisamente consigliato partecipare per garantirsi di accedere a tutte le opportunità offerte nel corso delle giornate.

Il percorso vero e proprio di VulcanicaMente dal talento all’impresa® 5 si apre con la selezione dei 20 migliori progetti che avranno presentato la propria application entro la scadenza fissata per il 15 marzo 2020 alle 23:59:59: i team prescelti accederanno ai LEARNING DAYS, un percorso composto da 6 workshop della durata di 2 giorni ciascuno, per un totale di 12 giornate formative incentrate sulla validazione delle idee e la creazione del pitch.

Una volta conclusi i Learning Days, saranno individuate le 12 migliori idee che avranno accesso alla fase successiva: si tratta dell’OPEN DAY, una pitching session che si concluderà con l’assegnazione dei primi dieci premi in denaro, per un montepremi complessivo pari a 70.000 euro suddivisi tra i migliori progetti partecipanti all’evento.

Oltre al premio in denaro, i dieci migliori team dell’Open Day di VulcanicaMente dal talento all’impresa® 5 avranno diritto a partecipare al PERCORSO DI VALIDAZIONE presso il CSI – Incubatore Napoli Est del Comune di Napoli, con momenti dedicati alla formazione d’aula, al networking, alla mentorship e al coaching individuale costruito su misura per ciascun progetto.

Al termine del Percorso di Validazione, i dieci migliori progetti di impresa accederanno al DEMO DAY ove concorreranno ai premi finali: un percorso di consulenza specialistica fuori dall’incubatore, denominato Phasing Out, della durata di quattro mesi, la possibilità di accedere ad ulteriori vantaggi in termini di contributi e, per il primo classificato, un ulteriore premio in denaro del valore di 5.000 euro.

Per ulteriori informazioni sull’Avviso pubblico di VulcanicaMente dal talento all’impresa® 5, per aderire agli eventi di orientamento e presentare la propria candidatura, è possibile consultare il sito del CSI – Incubatore Napoli Est al seguente link: http://www.incubatorenapoliest.it/vulcanicamente-5-domanda/

VulcanicaMente: dal talento all’impresa 4 – Il Gran Finale a SMAU 2019

Evento conclusivo dell’iniziativa dedicata alle 10 Startup del CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est del Comune di Napoli.

Vi presentiamo i vincitori dei premi in denaro e servizi di “VulcanicaMente: dal talento all’impresa 4 – Reloaded“, nel corso di SMAU Napoli 2019: l’evento ha ospitato la Pitching Session tra i 10 migliori team che hanno preso parte al percorso di incubazione presso il CSI – Centro Servizi Incubatore Napoli Est del Comune di Napoli.

I team di #VulcanicaMente4R hanno presentato i propri pitch di fronte alla Giuria di Esperti selezionati per valutare i progetti della Startup competition del Comune di Napoli e del CSI – Incubatore Napoli Est.

Come previsto dall’Avviso Pubblico, il primo classificato si aggiudica di 5.000 € mentre tutti i primi 5 classificati potranno ottenere agevolazioni fino a 20.000 € e l’accesso alla fase Phasing out presso il CSI Incubatore Napoli Est.

Ecco la graduatoria finale dei team con i primi 5 classificati:

  • 1° classificato: MicroNature – La startup ha come mission “ricavare molecole naturali da rifiuti agro-industriali e sviluppare da esse cure innovative nel trattamento di infezioni microbiche”. MicroNature si occupa, pertanto, di individuare scarti agro-industriali preferibilmente della regione Campania, a valore zero, e di ottenere da questi, tramite processi di estrazione completamente green, molecole naturali utili in campo medico, soprattutto nel contrasto di infezioni batteriche e virali.
  • 2° classificato: Wash It –  La mission di Wash It è “Semplificare la gestione della casa vacanze, creando un hub di lavanderie diffuse, con consegna a domicilio”. Pertanto il team sta sviluppando un sistema di logistica e networking, attraverso App e Web, per connettere le lavanderie presenti sul territorio con i gestori di B&B e Affittacamere.
  •  3° classificato: SkyCab – Il team sta realizzando un sistema web/mobile per offrire un servizio di trasporto aereo privato che mette in collegamento diretto passeggeri e piloti di piccoli aerei privati, con l’obiettivo di consentire collegamenti tra destinazioni non servite da voli di linea o treni ad alta velocità.
  • 4° classificato: Aquatech  – La startup ha acquisito importanti feedback dal mercato che hanno consentito una migliore segmentazione negli ambiti dell’itticoltura, sul monitoraggio della salute delle acque potabili e balneabili. La startup è in fase di validazione del mercato dell’automazione in acquacoltura attraverso le richieste di customizzazione di Aquatech per potenziali clienti che si sono interessati alla tecnologia. Sono inoltre in continua analisi i risultati delle campagne di marketing svolte con l’ausilio dei web tools.
  • 5° classificato: SurprisEat by The Italian Club – La startup ha come mission quella di valorizzare l’eccellenza enogastronomica Italiana nel mondo, portando nelle case delle persone l’artigianalità del gusto Italiano, tramite un programma di consegne in abbonamento.

Ecco gli altri team che hanno partecipato al Demo Day di #VulcanicaMente4R:

  • Robosan: Il team sta realizzando un sistema automatico che garantisce pulizia e disinfezione costante dei sanitari e del pavimento circostante, per Bar, Ristoranti, Pubblici esercizi, Istituti di formazione, Strutture sanitarie ed ogni altra attività aperta al pubblico.
  • AIM – Artificial Intelligence Monitoring: La mission della Startup è minimizzare i danni subiti dalle aziende a causa del downtime e gestire al meglio l’efficientamento del processo produttivo.
    Questo traguardo è raggiunto attraverso AIM, un sistema software che si interfaccia con i database aziendali per analizzare i dati dei macchinari per fornire al cliente sia lo stato attuale di funzionamento, svolgendo quindi una funzione di monitoraggio; sia il tempo di vita rimanente del singolo macchinario, effettuando diagnostica sull’impianto.
  • Hearth: sta sviluppando una piattaforma per guidare il turista alla scoperta delle grandi mete e dei patrimoni invisibili d’Italia di cui difficilmente riesce a reperire informazioni in rete.
    Comuni, Enti e Imprese caricano autonomamente informazioni, servizi e dati del territorio, che l’app riutilizza per l’elaborazione di proposte di itinerari tailor-made sulla base di interessi, tempi disponibili, orari e budget, riducendo i tempi e le lunghe ricerche su varie app/canali.
  • AngelDeal: è una piattaforma di investor reporting e portfolio management per investitori professionali.
  • ZEOLab – Prometeo il primo termoaccumulo a Zeolite: Il team sta sviluppando Prometeo, un sistema di accumulo termico performante basato su composti organici, che mira a dimensioni compatte, costi bassi e un ridotto impatto ambientale.

Nel corso del Demo Day, sono intervenuti l’Assessore al Lavoro, al Diritto all’abitare ed allo Sviluppo della città del Comune di Napoli Monica Buonanno, la quale ha annunciato la quinta edizione di VulcanicaMente e l’intervento dell’Assessore per l’Internazionalizzazione, Startup e Innovazione Regione Campania Valeria Fascione.

Un ringraziamento particolare va a tutti gli esperti che hanno composto la Giuria del Demo Day di #VulcanicaMente4R :

Alberto Celentano (Seelab), Alfonso Riccardi (Advisor), Antonio Popolla (BCC di Napoli), Anna Ruggiero (Crowdfunding formazione Srl), Annamaria Schena (Villa delle Ginestre Srl), Antonio D’Amore (Run Radio – Suor Orsola Benincasa), Antonio Russolillo (Startup WeekEnd Napoli), Attilio Palumbo (The Green Hub/Legambiente), Carlo De Simone (GPMI), Diletta Capissi (Il Mattino), Elisabetta Donadono (Napoli Post), Esposito Giovanni (Ordine Ingegneri di Napoli), Fabrizio Leo (Flame Network), Federico Merlo (EIS – Consulting&Labs), Francesco Castagna (UNINA), Gianluca Abbruzzese (Sevenda), Gianmarco Covon (SellaLab), Giovanni De Caro (Zephiro Investiments), Ludovico Caprara (Ordine dei Dottori Commercialisti di Napoli), Marco Traversi (Project Ahead), Mario Raffa (Università degli Studi di Napoli Federico II), Massimo Calzoni (Invitalia), Natalino Crisarà (Mediacom), Pierluigi Rippa (UNINA/StartCup), Raffaella Papa (Intramedia Srl), Salvatore Panico (Vertis Sgr), Sebastian Caputo (012 Factory), Fabio Esposito (Comune di Napoli).

Chiudiamo questo post con i nostri più sentiti complimenti a tutti i partecipanti e ai vincitori per il fantastico percorso svolto finora a VulcanicaMente!

Ai team di #VulcanicaMente4R che accedono al percorso di validazione va il nostro in bocca al lupo.

1 2 3 6