Loading...

Tag: pitch session

We Change: la Call for Innovator del Forum Compraverde 2019

We Change lo spazio ​dove costruire soluzioni trasformative che favoriscano il cambiamento culturale e degli stili di vita, per la tutela dell’ambiente e del contrasto ai cambiamenti climatici.

Al Forum Compraverde Buygreen 2019 – evento che facilita l’incontro tra organizzazioni pubbliche e private che acquistano secondo una logica sostenibile, decisori pubblici e fornitori di beni e servizi con caratteristiche ambientali e social -, che si svolgerà a Roma il 17 e 18 ottobre, si darà spazio a We Change, la Call rivolta a innovatori, Startup, Centri di Ricerca e Università che abbiano idee in grado di favorire la transizione ecologica della nostra economia.

L’obiettivo di We Change è quello di favorire l’incontro tra domanda e offerta con soluzioni per la sostenibilità delle organizzazioni e negli acquisti. Le soluzioni più innovative avranno la possibilità di partecipare alle pitching session, davanti a un pubblico di potenziali investitori, sviluppatori, partner e media.

I prodotti e i servizi proposti devono avere caratteristiche sociali e ambientali evidenti e coerenti, nonché rispondere ad almeno un bisogno ben definito. Grado di innovatività, coerenza con i principi dell’economia circolare e responsabile, capacità di rispondere a problemi concreti sotto il profilo ambientale e sociale, sono questi i criteri di valutazione a cui farà riferimento la giuria nella valutazione delle candidature, oltre ovviamente a brevettabilità e scalabilità della proposta.

Per partecipare alla Call We Change, la deadline è fissata entro il 30 settembre 2019, basta compilare il modulo di candidatura ed inviare un video della durata massima di 3 minuti all’indirizzo mail wechange@forumcompraverde.it.

Per avere ulteriori informazioni consulta il sito ufficiale al seguente link: https://www.forumcompraverde.it/we-change/

 

 

 

FactorYmpresa Turismo 2019: la call sul turismo “accessibile” con premi fino a 100 mila euro

Le migliori 20 idee di FactorYmpresa Turismo 2019 parteciperanno all’Accelerathon di Roma il 27 e 28 settembre.

FactorYmpresa Turismo, è il programma promosso dal Mipaaft – Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo -, e gestito da Invitalia – Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa -, che offre servizi di accompagnamento e contributi economici alle imprese e agli aspiranti imprenditori della filiera turistica.

L’obiettivo della Call, è far crescere qualitativamente l’offerta turistica, in particolare, il turismo accessibile, in grado di pensare a soluzioni capaci di abbattere ogni ostacolo legato a condizioni fisiche, di età, salute, ceto sociale e livello culturale e proporre soluzioni per superarli, al fine di ampliare il più possibile la fruibilità del nostro paese ai viaggiatori che domandano servizi specifici in ragione della propria condizione di vita.

Gli innovatori in Startup dovranno inviare un’idea progettuale centrata su una delle seguenti aree tematiche:

  • Accessibilità fisica;
  • Accessibilità delle informazioni;
  • Accessibilità generazionale;
  • Accessibilità culturale.

Saranno selezionate le migliori 20 proposte progettuali che guadagneranno la partecipazione all’Accelerathon – il 27 e 28 settembre 2019 alla Coffee House di Roma in un contesto prestigioso e di grande visibilità per tutte le Startup finaliste: il World Tourism Event che ospiterà i vincitori di Factory per la premiazione -, una full immersion di 36 ore dove mentor e tutor di Invitalia lavoreranno insieme agli startupper per accelererare lo sviluppo dei progetti dei team per accompagnarli fino al pitch finale davanti ad una giuria.

Saranno premiati i migliori 10 progetti d’impresa con un contributo economico di 10.000 euro ciascuno, a cui si aggiungono i servizi di accompagnamento forniti da Invitalia.

Per partecipare alla Call FactorYmpresa Turismo, la deadline è fissata entro le ore 10.00 del 16 settembre 2019, è possibile attraverso la compilazione del form al seguente link: http://www.factorympresa.invitalia.it/factory-turismo/partecipa

E’ possibile consultare il Regolamento al seguente link: http://www.factorympresa.invitalia.it/documents/20551/211027/Regolamento+Accessibile.pdf

Per informazioni, scrivi a startup@invitalia.it

Augmented Inspection: la Call per startup e PMI innovative

La Call for Innovation per tutte le Startup e PMI innovative italiane che operano nel settore Industria 4.0.

RINA –  multinazionale di certificazione, ispezione, testing, classificazione e consulenza -, e Digital Magics – il più importante incubatore di startup digitali “Made in Italy” attivo su tutto il territorio italiano -, lanciano la Call for Innovation Augmented Inspection.

La Call Augmented Inspection ha l’obiettivo di identificare i migliori progetti innovativi digitali sul monitoraggio, sulla sicurezza e sull’ottimizzazione di asset e processi produttivi e di manutenzione, con focus particolare su raccolta dati e creazione di analisi predittive, in ottica di smart production.

La Call for Innovation è rivolta a tutte le Startup e PMI che sviluppano tecnologie digitali nell’ambito dell’industria 4.0  in particolare sono stati individuati due ambiti di azione:

  1. Monitoraggio asset e Ispettore 4.0: per tutte le Startup che sviluppano servizi e/o prodotti per il monitoraggio di asset critici finalizzati ad intercettare in tempo reale eventuali guasti o malfunzionamenti. In  particolare:
  • tecnologie da dare in dotazione all’ispettore in termini di elementi sensoriali aggiuntivi che consentano di individuare con tempestività fenomeni critici ed effettuare un’ispezione più efficace;
  • tecnologie da installare sull’asset per il monitoraggio da remoto degli stessi tramite acquisizione real-time di dati e attivazione di sistemi di allarmistica o diagnosi.

2. Tecniche di analisi predittive: ovvero per Startup che siano in grado di sviluppare soluzioni per innovare un intero processo produttivo, con particolare focus su: tecniche di produzione, sistemi di monitoraggio, gestione informatica di dati e realizzazione di analisi predittive partendo dalla raccolta di dati storici.

Saranno selezionate 10 Startup e PMI innovative più promettenti, le quali parteciperanno all’Innovation Day  il 25 settembre 2019, presso la sede di RINA a Genova. La giuria composta dal Top Management di RINA e Digital Magics valuterà i progetti presentati e sceglierà le Startup o PMI per possibili collaborazioni di Open Innovation commerciali e strategiche.

Per partecipare alla Call for innovation Augmented Inspection, la deadline è fissata entro il 29 luglio 2019, è possibile inviando il proprio progetto sulla piattaforma open innovation al seguente link: https://openinnovation.digitalmagics.com/it/registration/12

Consultare il Regolamento al seguente link: https://openinnovation.digitalmagics.com/it/challenge/augmented-inspection

 

 

 

Smart&Efficient Buildings: la call per rendere gli edifici più efficienti

La Call for Innovation aperta a Startup e PMI per l’efficienza energetica dei condomini.

Digital Magics, il più importante incubatore di startup digitali “Made in Italy” attivo su tutto il territorio italiano, in collaborazione con Smart&Efficient Buildings di Eni gas e luce, lanciano la Call rivolta a Startup e PMI innovative che stanno sviluppando prodotti e servizi all’avanguardia nel settore dei condomini per rendere gli edifici più efficienti, autonomi, sicuri e confortevoli per le persone che li abitano.

Nel particolare, l’obiettivo della Call for Innovation è quello di far leva sia sulle tecnologie di efficienza energetica degli edifici, sia su quelle digitali, per far evolvere l’attuale offerta di Eni gas e luce per l’efficienza energetica dei condomini e permettere alle persone di vivere meglio gli ambienti in cui abitano.

In particolare la Call si focalizza su tre aree di interesse.

  • Energy efficiency for a sustainable building;
  • Safety and Security;
  • Digital Service for a better living.

I candidati selezionati avranno l’opportunità di presentare le proprie soluzioni innovative a Eni gas e luce, a esperti del network aziendale e al team di specialisti di Digital Magics.

I finalisti potranno entrare a far parte dell’ecosistema dell’innovazione di Eni gas e luce e avere l’opportunità di essere selezionati anche per potenziali collaborazioni e opportunità di business future.

Per partecipare alla Call è possibile candidarsi entro il 19 maggio 2019 sulla sezione Open Innovation del portale di Eni Gas e Luce al seguente link: https://enigaseluce.com/open-innovation

 

INNOVATION HUMAN RENEWABLE RESOURCES: LA CALL PER STARTUP E PMI NEL SETTORE DELLE RISORSE UMANE CON PREMIO DI 15 MILA EURO

La Call sulla valorizzazione delle Risorse Umane nella trasformazione tecnologica dei processi aziendali mette in palio 15 mila euro per il miglior progetto di impresa.

TernaSocietà che gestisce la rete elettrica nazionale – in collaborazione con Digital Magics EnergyTech – programma di incubazione specializzato per le Startup Digitali del settore dell’energia – , lanciano la Call for Innovation HRR – Human Renewable Resources per tutte le Startup e PMI innovative italiane, che operano nei settori HRTech ed EduTech.

L’obiettivo della Call è individuare i migliori progetti con servizi, applicazioni, soluzioni di ultima generazione e ad alto valore aggiunto, in grado di portare una reale innovazione, facendo leva sugli asset tecnologici, i processi e le best practice dell’area Risorse Umane e Organizzazione: dall’employer branding, alla formazione, fino allo smart working.

In particolare, si mira a rinnovare l’attività di recruiting, offrendo ai candidati un’esperienza innovativa, dinamica e interattiva, in grado di attirare e selezionare i migliori talenti. Inoltre, si vuole potenziare e rendere più efficace l’attività di formazione e sviluppo del personale, grazie alle nuove metodologie e all’innovazione delle competenze e delle attitudini delle persone di Terna.

Inoltre, le 10 Startup e PMI più promettenti saranno protagoniste il 20 giugno 2019, presso l’Headquarter di Terna a Roma, per la giornata finale di Pitch. In tale occasione, la giuria formata da Digital Magics EnergyTech, Terna e aziende partner premierà la migliore Startup o PMI con 15.000 euro e sceglierà i modelli di business più interessanti che avranno la possibilità di avviare delle partnership di collaborazione e Open Innovation con Terna.

Inoltre, Terna darà l’opportunità, ad un massimo di tre Startup fra tutti i finalisti, di accedere a percorsi di accelerazione presso i propri Innovation Hubs, nuovi centri di ricerca sul territorio per una forte cooperazione fra risorse interne, Università e Startup che renderanno Terna sempre più una rete anche dal punto di vista della condivisione della conoscenza.

È possibile partecipare alla Call  HRR – Human Renewable Resources inviando la propria candidatura entro il 13 maggio 2019 al seguente link: https://openinnovation.digitalmagics.com/it/challenge/hrr-human-renewable-resources

Tutte le Info disponibili nel Regolamento.

 

 

Valore Assoluto 3.0: dalla CCIAA di Bari, 500.000 euro per il concorso dedicato alle startup innovative

La Camera di Commercio di Bari investe 500.000 € per le startup innovative con la terza edizione del concorso di idee “Valore Assoluto”: le idee di impresa potranno beneficiare da un lato di un percorso di supporto e tutoraggio per la fase iniziale di attività, dall’altro di un sostegno economico con grant da 10.000€ per ciascuno dei team vincitori.

Possono partecipare a Valore Assoluto 3.0 gruppi informali costituiti da almeno tre persone fisiche, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, che intendano avviare un’attività imprenditoriale con sede legale e/o operativa nel territorio di competenza della Camera di Commercio di Bari. L’iniziativa è aperta, inoltre, ad imprese innovative costituite dopo il 1° gennaio 2014, con sede legale e/o operativa nel territorio di competenza della Camera di Commercio di Bari, anch’esse costituite da almeno tre persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

I progetti candidabili devono presentare innanzitutto un significativo carattere innovativo: il prodotto, servizio, processo e modello organizzativo dovranno essere originali, riconducibili alle capacità e competenze del team proponente e in grado di generare un significativo impatto positivo in termini di cambiamento a livello economico/sociale del territorio (impatto occupazionale e/o di crescita economica).

va30

L’iniziativa Valore Assoluto 3.0 è alla ricerca di idee di impresa innovative nei seguenti cinque settori economici:

ICT, in particolare sistemi software, inclusi web e mobile;
Healthcare, ossia biotecnologie e tecnologie robotiche, farmaceutiche, biomedicali per migliorare la salute e la qualità della vita delle persone;
Green & Cleantech, che ricomprende energie pulite e rinnovabili, sistemi innovativi per la produzione alimentare e per la sostenibilità ambientale;
Social Innovation, con progetti per l’integrazione sociale e per il miglioramento della qualità della vita di persone svantaggiate o in condizioni di emarginazione;
Industrial & Automation, intesa come meccanica, elettronica e tecnologia a supporto di industria, logistica e produzione.

Le candidature dovranno essere inviate esclusivamente a mezzo PEC entro le ore 12:00 del 29 maggio 2015, all’indirizzo promozioni@ba.legalmail.camcom.it con oggetto “VALORE ASSOLUTO – Nome del progetto candidato”.
La candidatura dovrà contenere il modulo di iscrizione scaricabile al seguente link: http://www.ba.camcom.it/?cat=Al+via+Valore+Assoluto+3.0%3A+la+Camera+di+Commercio+di+Bari+investe+500mila+euro+per+le+start+up+innovative&id_articolo=1867&id_categoria=0&id_sottocategoria1=0&id_sottocategoria2=0&tasto=150&cancella_ricerca=ok

Inoltre, alla mail andranno andranno allegati i documenti di identità di ciascun membro del team e, facoltativamente, un business plan del progetto redatto in forma libera.

Valore Assoluto 3.0 prevede, dopo la fase dedicata alla raccolta e valutazione delle candidature (denominata Project Competition), le seguenti fasi successive:

1) Innovation Training: i migliori 30 progetti partecipano ad un percorso di formazione d’aula e orientamento per affinare l’idea e produrre un Business Model, un piano di impresa ed un pitch;
2) Pitch Competition: i migliori 15 progetti, scelti tra i 30 della fase precedente, vengono ammessi ad una pitch session pubblica per la selezione dei 5 progetti vincitori;
3) Due Diligence: i 5 team vincitori di Valore Assoluto 3.0 ricevono un grant da 10.000€ e possono a questo punto negoziare un ulteriore contributo a fondo perduto per sviluppare il proprio progetto di startup.

Per maggiori informazioni e dettagli, si rimanda alla lettura del Bando: http://www.ba.camcom.it/articoli/allegato/2015/04/Bando_VA_3.0.pdf

Napoli, 04/05/2015

Start-Up Contest 2015: un’opportunità per startup e progetti nell’Internet of Things

“Start-Up Contest 2015” è il concorso dedicato a progettisti indipendenti, startup e spin-off universitari indetto da Selezione di Elettronica (rivista edita da New Business Media), Digi-Key (fornitore di servizi e componenti elettronici a livello mondiale) e Superpartes Innovation Campus (laboratorio di sperimentazione e tecnologia hardware e software che si occupa di creazione e sviluppo di nuove iniziative di impresa).

Il concorso si svolge nell’ambito dell’Innovation Day 2015, evento annuale che si svolgerà a Milano il prossimo autunno e che quest’anno ospiterà la finale di Start-Up Contest, con pitch session per i migliori 5 progetti e proclamazione dei vincitori del concorso.

La partecipazione a Start-Up Contest 2015 è aperta ai progettisti indipendenti, alle startup e agli spin-off universitari che presenteranno la domanda di iscrizione on-line (singolarmente o in team) entro il 29 maggio 2015. N.B. La deadline è prorogata al 29 giugno 2015.
Il link con il form di iscrizione è disponibile a questo link: http://www.surveygizmo.com/s3/2076136/Startup-Contest

I progetti ammissibili al concorso possono essere in fase di idea iniziale, di prototipazione o di sviluppo e devono essere in linea con le tematiche dell’Innovation Day 2015: in particolare, l’ambito di riferimento prioritario per questa edizione dell’evento è quello riferito alle applicazioni dell’Internet of Things.

startupcontest2

A titolo esemplificativo, i progetti potranno fare riferimento alle seguenti aree (elencate all’art. 6 del Regolamento):

comunicazione su cavo e wireless;
radiofrequenza & alta frequenza;
tecnologie indossabili;
energy harvesting;
tagging;
home & building automation;
monitoraggio ambiente & sistemi meteorologici;
controllo accessi;
reti di sensori intelligenti;
dispositivi medicali;
fitness e wellness.

I progetti dovranno presentare carattere di innovatività, creatività, producibilità e commerciabilità su vasta scala. Inoltre, dovranno risolvere un bisogno/problema ben definito, avere un adeguato mercato/target di riferimento, prevedere dei vantaggi competitivi.

Electronic circuit boards on the background of electronic scheme

Tra i cinque progetti finalisti che presenteranno il proprio pitch durante l’Innovation Day 2015, la Giuria sceglierà i vincitori che avranno diritto ad un percorso di accelerazione della durata di sei mesi presso Superpartes Innovation Campus, per un valore complessivo di 25.000 € (per saperne di più sui premi: http://www.startupcontest.it/il-premio/).

Per maggiori informazioni: http://www.startupcontest.it/il-concorso/

Napoli, 28/04/2015

Consigli per startup: “The Art of the Pitch” secondo Guy Kawasaki

Il pitch rappresenta senza alcun dubbio uno strumento fondamentale per presentare una startup: che si tratti di una competition, di un evento di networking, di un incontro con potenziali investitori, di presentare il progetto a potenziali clienti o partner, il pitch è infatti un vero e proprio biglietto da visita del business, che ogni team dovrebbe curare nei minimi dettagli.

GuyKawasakiLARGE
Guy Kawasaki è autore di “The Art of the Start” e altri testi sul tema Startup

 

Per gli aspiranti startupper che vogliono provare a mettersi in gioco e partecipare a “VulcanicaMente dal talento all’impresa® 3”, il 23 e 24 marzo rappresentano un’occasione importante per imparare a presentare al meglio la propria idea e affinare il proprio pitch con l’aiuto dei nostri mentor. In quei giorni si terrà infatti al CSI – Incubatore Napoli Est il primo TECHDAY di #VulcanicaMente3: uno dei keynote previsti è proprio dedicato al tema “How to Pitch”, affidato a Niccolò Sanarico di dPixel (qui il Programma delle due giornate e la lista dei mentor, coach e guest presenti).

In attesa dell’evento, vediamo il punto di vista ed i consigli pratici di uno dei maggiori esperti mondiali di startup su come preparare un pitch di successo: si tratta di Guy Kawasaki, imprenditore seriale, manager e saggista statunitense autore di libri di successo come “The Art of the Start” e “How to Drive Your Competition Crazy”.

Kawasaki è stato il primo a coniare il concetto di “evangelist” nel mondo della tecnologia e dell’innovazione, e la sua attività di diffusione della cultura imprenditoriale innovativa è diffusa in tutto il mondo.
Di recente ha pubblicato un post sul suo blog dedicato ad approfondire la cosiddetta “Art of the Pitch”: vediamo quali sono più nel dettaglio gli elementi chiave che Kawasaki elenca.

Il TechGarage di #VulcanicaMente 2: Pitch Session
Pitch Session per i team di #VulcanicaMente

 

1) PREPARAZIONE: prima di arrivare al meeting, è importante cercare di conoscere al meglio la platea che ci si troverà di fronte. L’ideale sarebbe leggere le biografie e studiare gli account social dei partecipanti. Ancora, è importante essere preparati con gli strumenti adatti: pc portatili su cui caricare il pitch, adattatori VGA, una copia del pitch una pen drive. In ultima analisi, avere delle stampe del pitch in caso non sia possibile proiettare le slides.

2) IMPOSTA IL TUO INTERVENTO: prima di iniziare il meeting è fondamentale impostare le basi del tuo intervento. Alcune informazioni fondamentali di cui disporre sono: il tempo a disposizione, le informazioni di base da dare al pubblico, se è possibile rispondere alle domande dei presenti al termine del pitch.

3) OSSERVA LA REGOLA DEL 10/20/30: un pitch dovrebbe avere un massimo di 10 slides, da presentare in non più di 20 minuti, con un carattere (font) per il testo di 30 punti. La regola del 10/20/30 è approfondita da Kawasaki in questo post del suo blog.

4) LASCIA PARLARE UNA SOLA PERSONA: alcuni startupper credono che, essendo il team uno dei punti fondamentali di cui tengono conto gli investitori nelle proprie decisioni, il pitch debba essere presentato da tutti i membri del team. Kawasaki sconsiglia questo approccio, che ritiene più adatto ad una recita scolastica che a un incontro di business.

thpitch
Come realizzare un pitch di successo

 

5) RISPONDI AL “PICCOLO OMINO SULLA SPALLA”: l’autore consiglia di immaginare sempre che ci sia un piccolo omino sulla spalla, che al termine di ogni concetto espresso nel pitch faccia la domanda “E allora?”. Questo stratagemma serve a ricordare di fare sempre attenzione alla comunicazione efficace dei contenuti, perchè a volte ci sono degli aspetti che possono essere sottintesi per chi conosce bene la startup, ma non sono così palesi per chi ascolta il pitch.

6) ESERCITATI PIU’ SPESSO POSSIBILE: provare il pitch consente di accrescere la familiarità con la presentazione e con i suoi contenuti. Esercitarsi consente infatti di aumentare l’efficacia della comunicazione: non ci sono scorciatoie in questo campo, l’unico modo per migliorare e provare il pitch ripetutamente e con costanza.

7) PRENDI APPUNTI: quando, al termine della presentazione del pitch, iniziano i commenti e le osservazioni è importante non controbattere e prendere appunti. Questo sarà gradito a chi ci ha ascoltato, perchè dimostra che le osservazioni sono per noi importanti tanto da volerle annotare, e ci consente di avere a disposizione delle informazioni utili per le modifiche e gli aggiustamenti da apportare al pitch.

8) RISCRIVI IL PITCH: dopo aver presentato il pitch 4/5 volte, è utile raccogliere tutte le informazioni e le osservazioni e riscrivere il pitch da zero. La nuova versione del pitch sarà sicuramente migliore, perchè modificata in base alle esperienze precedenti.

Per leggere il post originale: http://guykawasaki.com/the-art-of-the-pitch/

Napoli, 18/03/2015

Planet Green Chem: opportunità per startup con progetti per la Chimica Innovativa, Verde e Sostenibile

Planet Green Chem è il primo congresso internazionale italiano della Chimica Innovativa, Verde e Sostenibile che sarà ospitato a Milano il 31 marzo e il 1° aprile 2015: si tratta di un evento finalizzo a costruire una piattaforma di matching, dialogo e confronto tra tutti gli stakeholder costituenti la catena del valore dell’industria chimica.

Saranno presenti al Congresso, infatti, esponenti del mondo della ricerca scientifica, dell’industria, del mondo finanziario e le migliori startup innovative del settore: lo scopo è creare occasioni di crescita per i migliori progetti innovativi incentrati sullo sviluppo di prodotti e processi verdi e sostenibili.

Nell’ambito dell’evento, Planet Green Chem prevede una call for startup organizzata in collaborazione con IAG – Italian Angels For Growth, ImpactHub Milano e Innogest SGR: la selezione è incentrata sulla ricerca di startup nei settori della Chimica Verde e Sostenibile e nelle aree e settori industriali affiliati.

planetgreen
Planet Green Chem: la call for startup

 

I progetti delle startup partecipanti dovranno prevedere, in particolare, innovazioni di processo o di prodotto nelle seguenti aree tematiche:

  • Bioenergia
  • Biomateriali e Bioplastiche
  • Catalisi
  • Bioraffineria
  • Riciclo & Riuso

La call for startup di Planet Green Chem è aperta a aziende e startup in possesso dei seguenti requisiti:

  • fondate negli ultimi 5 anni;
  • fatturato inferiore a 5 milioni di dollari dalla fondazione;
  • non affiliate a grandi gruppi industriali.

La competition si svolge in due fasi: la fase 1 di selezione e la fase 2 con l’evento finale di premiazione.

FASE 1: Entro la deadline fissata per le ore 17:00 del 6 marzo 2015, le startup dovranno presentare il proprio progetto (all’indirizzo e-mail segreteria@planetgreenchem.it). La presentazione potrà essere in formato PPT (massimo 3 pagine) o testuale (massimo 15 pagine, comprensive di piano finanziario).
Tra tutte le proposte pervenute, la Giuria selezionerà i migliori 6 progetti che accedono alla fase 2.

N.B. La deadline è prorogata al 10 marzo 2015

FASE 2: I sei finalisti parteciperanno all’evento Planet Green Chem e, in particolare, alla pitch session prevista il 1° aprile. Durante la pitch session ciascuna startup finalista avrà 10/15 minuti per presentare il progetto alla platea di potenziali investitori presente all’evento. A fine sessione, la Giuria sceglierà i tre vincitori.

I tre vincitori avranno la possibilità di partecipare al Salone Internazionale della Chimica Innovativa, Verde e Sostenibile – World Green Chem, che si svolgerà il 3 e 4 febbraio 2016 a Lione, in Francia.
Inoltre, avranno accesso al programma di conferenze World Green Chem, con la possiblità di una presentazione della durata di 20/30 minuti e al network internazionale di Decision Maker e Opinion Leader dell’industria chimica.

Per maggiori informazioni: www.planetgreenchem.it

Napoli, 19/02/2015

Future Technologies for Water Competition: in palio 15.000 $ per la migliore startup con un’idea innovativa nelle tecnologie per l’acqua potabile

La Future Technologies for Water (FTW) Competition è un contest internazionale a cura dello statunitense Water Institute dedicato alla selezione delle migliori idee basate su tecnologie innovative per l’acqua potabile. Il Water Institute si occupa infatti di ricerca nella gestione economicamente, ambientalmente, socialmente e tecnicamente sostenibile delle risorse idriche globali.

Ai due migliori progetti di startup selezionati attraverso la FTW Competition saranno riconosciuti premi in denaro per un valore di 15.000 dollari al primo classificato e 5.000 dollari al secondo. Le idee dovranno essere presentate con il supporto di un business plan sostenibile, innovativo e scalabile.

Tra i possibili temi in concorso, gli organizzatori segnalano in particolare:

– Abbreviare il ciclo dell’acqua, ad esempio attraverso il riutilizzo delle acque reflue;
– Velocizzare l’analisi microbiologia e chimica dei campioni d’acqua, sia off site che on site;
– Proteggere le persone vulnerabili e sensibili come anziani, giovani, soggetti immunodepressi utilizzando, ad esempio, filtri per uso domestico.

Le domande di partecipazione a FTW Competition dovranno pervenire entro la deadline fissata per il 31 luglio 2014, compilando il form di iscrizione disponibile al seguente link: http://ftw.waterinstitute.unc.edu/application/

Sono ammesse domande di partecipazione presentate sia individualmente che in team, anche da aziende già costituite, purché in attività da non più di 12 mesi, che non abbiano raccolto finanziamenti per più di 10.000 dollari e abbiano in attivo meno di 10 clienti paganti (per eventuali eccezioni è possibile consultare i criteri disponibili al seguente link: http://ftw.waterinstitute.unc.edu/competition-criteria/).

Tra tutte le domande pervenute, saranno selezionati entro il 4 agosto 2014 i 15 progetti semifinalisti, che saranno invitati ad inviare la documentazione necessaria per accedere alla seconda fase della Competition insieme ad un video di presentazione del progetto. La deadline per inviare il materiale della fase due è fissata al 20 agosto 2014.

Entro l’8 settembre la giuria di esperti sceglierà i tre finalisti, che parteciperanno all’evento ospitato dal 13 al 17 ottobre a Chapel Hill (North Carolina – USA) durante il quale si terrà la presentazione dei pitch di fronte ad una platea internazionale di esperti. Al termine delle presentazioni, la giuria sceglierà il vincitore della FTW Competition 2014.

Per maggiori informazioni: http://ftw.waterinstitute.unc.edu/

Napoli, 29/07/2014

1 2