Loading...

Tag: ambiente

Progetto Hawk 3D: 40 tirocini all’estero in imprese del comparto costruzioni

Il progetto che permette di conosce professionisti qualificati e apprendere metodologie all’avanguardia per porre le basi per un futuro lavorativo vincente.

012 Factory, in partenariato con l’istituto Tecnico Agrario e per Geometri “De Sanctis -D’Agostino” di Avellino, grazie al Hawk 3D – progetto Erasmus plus utile al miglioramento delle competenze professionali dei giovani nel settore edilizio – offre ai neodiplomati attività di mobilità internazionale nel settore dell’istruzione e della formazione.

Tali attività di mobilità perseguono i seguenti obiettivi:

  • Miglioramento della performance di apprendimento;
  • Rafforzamento dell’occupabilità e miglioramento delle prospettive di carriera;
  • Aumento del senso di iniziativa e dell’imprenditorialità;
  • Aumento dell’emancipazione e dell’autostima;
  • Miglioramento delle competenze nelle lingue straniere;
  • Potenziamento della consapevolezza interculturale;
  • Partecipazione più attiva alla società;
  • Miglioramento della consapevolezza del progetto europeo e dei valori dell’UE;
  • Maggiore motivazione a prendere parte all’istruzione o alla formazione (formale/non
    formale) future dopo il periodo di mobilità all’estero.

Il progetto “Hawk 3D” mette a disposizione 40 borse Erasmus+ e ne possono usufruire:

  • neodiplomati (diplomati da non più di 12 mesi) all’indirizzo Costruzioni – Ambiente – Territorio presso uno degli istituti di membri del consorzio:
     I.I.S. “De Sanctis – D’Agostino” di Avellino;
     I.S.I.S.S. “P.S. Lener” di Marcianise (CE);
     I.I.S. “Carafa Giustiniani” di Cerreto Sannita (BN);
     I.I.S. “Galilei Vetrone” di Benevento.

Per partecipare al progetto “Hawk 3D“, la deadline è fissata entro le ore 14:00 del 29 febbraio 2020, attraverso la compilazione del modulo online al seguente link: https://forms.gle/pd5pptxViJVKg8RX9

Per maggiori informazioni è possibile consultare il Regolamento al seguente link: https://www.012factory.it/wp-content/uploads/2019/12/Bando-Hawk3D.pdf

Welfare, che impresa!: la call per startup sociali a servizio della comunità in palio un montepremi da 300 mila euro

La Call a supporto dei migliori progetti di welfare promossi da società in grado di produrre benefici in termini di sviluppo locale.

Al via la quarta edizione di “Welfare, che impresa!“, la Call promossa da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Bracco, Fondazione Snam, Fondazione CON IL SUD, Fondazione Peppino Vismara e UBI Banca, con il contributo di AICCON, Fondazione Politecnico di Milano – Tiresia e Impacton e degli incubatori PoliHub, SocialFare, Hubble Acceleration Program, G-Factor; Make a Cube e Campania NewSteel.

La Call intende premiare e supportare i migliori progetti di welfare promossi da Enti giuridici costituiti da non più di 5 anni, in grado di produrre benefici in termini di sviluppo locale, nei settori:

  • Agricoltura sociale;
  • Valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio;
  • Restituzione alla fruizione collettiva dei beni pubblici inutilizzati o di beni confiscati alla criminalità organizzata per fini di interesse generale e per le comunità locali;
  • Soluzioni e servizi diretti a rispondere, in un’ottica di generatività sociale, ai bisogni di cura, socio-assistenziali, sanitari, culturali e formativi delle comunità;
  • Soluzioni e azioni per la salvaguardia e il miglioramento delle condizioni ambientali e climatiche e/o volte a limitare l’apporto di materia ed energia e di minimizzare scarti e perdite nei processi di produzione e consumo.

I progetti presentati, per meglio rispondere agli obiettivi della Call, dovranno:

  • avere come obiettivo primario la generazione di impatto sociale;
  • favorire l’occupazione, in particolare dei giovani e delle categorie svantaggiate;
  • essere promuovibili sul territorio attraverso la creazione di reti;
  • utilizzare la tecnologia, anche digitale;
  • consentire l’elaborazione di un piano prospettico di sostenibilità economica;
  • avere già validato la fattibilità, e poter esibire un proof of concept o un prototipo.

La CallWelfare, che impresa!” mette in palio 300 mila euro per i migliori progetti , nel particolare per il primo classificato andrà un premio di 40.000 euro, invece al secondo, terzo e quarto classificati andranno tre premi da 20.000 euro ciascuno.

Inoltre, tutti i progetti vincitori potranno accedere a un percorso di mentorship individuale e personalizzato erogato dagli Incubatori partner e a un finanziamento a tasso zero erogato da UBI Comunità fino a 50.000 euro.

In questa edizione 2020 sono previsti due ulteriori premi speciali:

  1. la possibilità di avviare una campagna di crowdfunding sulla piattaforma ideatre60 di Fondazione Italiana Accenture e
  2. l’accesso facilitato allo Scaling Program di Impacton.

Per partecipare alla Call “Welfare, che impresa!“, la deadline è fissata entro le ore 11.59 del 27 marzo 2020., attraverso la compilazione del form al seguente link: https://bit.ly/31A41AH

 

FUTURE FARM: LA CALL FOR STARTUP SULL’INNOVAZIONE TECNOLOGICA E SOSTENIBILITA’ PER L’AZIENDA AGRICOLA

La Call dedicata alla filiera del pomodoro da industria.

Nell’ambito dello storico Forum Tomato World, dedicato al sistema del pomodoro da industria, – che si terrà a Piacenza il 20 e 21 febbraio 2020 -, Piacenza Expo in collaborazione con ART-ER AREA S3 Piacenza promuove la Call for Startup Future Farm, una iniziativa dedicata a tutto quanto è innovazione per l’azienda agricola in cui inserire i nuovi progetti d’impresa, le Startup dedicate all’agricoltura ed i processi di trasferimento tecnologico.

Beneficiari della Call sono le Startup italiane e i centri di ricerca universitari, i quali potranno proporre conoscenze o esperienze nuove e significative relative alla gestione di un’azienda sulla gestione di un’azienda agricola e zootecnica.

Nel particolare, i settori d’interesse riguarderanno:

  • miglioramento della resa agricola e della sostenibilità ambientale;
  • risparmio energetico/idrico per l’azienda agricola;
  • diversificazione di attività per l’azienda agricola;
  • processi di reimpiego dei reflui e degli scarti di produzione;
  • prodotti e servizi agrometeorologici;
  • attrezzature agricole;
  • innovazione e trasferimento tecnologico settore energia&ambiente.

Ai progetti selezionati verrà riservato uno spazio espositivo nell’ambito della mostra. Inoltre, potrà essere organizzata anche un’attività di matching con operatori professionali ed imprenditori interessati volta ad approfondire la conoscenza del progetto, ed alcune presentazioni potranno essere inserite in un workshop inserito nel programma ufficiale di Tomato World.

Per partecipare alla Call for Startup Future Farm, la deadline è fissata entro il 15 gennaio 2020, attraverso la compilazione del form al seguente link: http://www.tomatoworld.it/app/contatti.jsp?nav=1&IdC=118&tipo_padre=6&vis_menu=1

Resto al Sud Hackathon Tour: la call alla ricerca di idee imprenditoriali per lo sviluppo del Mezzogiorno con premi fino a 10 mila euro

Stimolare ed accelerare idee e proposte imprenditoriali per lo sviluppo del Mezzogiorno da finanziare con gli incentivi Resto al Sud.

Resto al Sud Hackathon Tour” promosso da Invitalia – l’Agenzia per lo sviluppo, in partnership con 4 università italiane – un roadshow di 4 tappe in 4 università italiane – alla ricerca di giovani aspiranti imprenditori che vogliano avviare un’attività nelle regioni del Sud; generando un cambiamento, attraverso innovazione, valore e impatto sociale.

La partecipazione alla Call e riservata ai Partecipanti che posseggono i seguenti requisiti:

  • età compresa tra i 18 e i 35 anni al momento della presentazione del progetto;
  • Studenti presso uno dei corsi di laurea dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro;
  • Laureati presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro;
  • Dottorandi presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro;
  • Dottori di ricerca dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro;
  • Frequentanti o abbiano frequentato percorsi formativi dell’Università degli Studi Aldo Moro come: BaLab, short master, master, corsi di alta formazione o corsi di specializzazione.

La Call punta a raccogliere idee progettuali centrate su uno dei 4 ambiti ritenuti prioritari per lo sviluppo del Sud:

  1. Salute e Welfare;
  2. Ambiente;
  3. Turismo Sostenibile;
  4. Agritech e Foodtech.

Le migliori proposte progettuali, che verranno selezionate anche in base ai criteri dell’innovazione, della sostenibilità e dell’impatto sociale, parteciperanno all’Hackathon Tour, realizzata in collaborazione con la società benefit Onde Alte, la full immersion che si svolgerà il 29 e 30 novembre presso il Centro di Eccellenza per l’Innovazione e la Creatività dell’Ateneo – Innovation & Creativity Center – aula BaLab “Guglielmo Minervini”; dove un team di mentor lavorerà insieme agli startupper con un approccio “open innovation” per accelerare lo sviluppo dei progetti e accompagnare i team davanti alla giuria di esperti che sceglierà il vincitore.

Il vincitore di questa sfida verrà premiato in servizi per l’accrescimento delle competenze
e l’internazionalizzazione del business presso partner – incubatori all’estero – di comprovata esperienza, per un valore di 7.000 euro.
Inoltre, è prevista l’erogazione di un secondo premio in servizi per l’accrescimento delle
competenze e per il networking, attraverso la partecipazione ad eventi nazionali e/o internazionali di settore, per un valore di 3.000 euro.

Per partecipare alla Call Resto al Sud Hackathon Tour“, la deadline è fissata entro il 22 novembre 2019, attraverso la compilazione del form al seguente link: https://make.ondealte.com/challenge/a0825a8e-ff04-11e9-8a02-cb867778a507-una-sfida-per-generare-cambiamento-nei-territori-del-sud-italia-innovazione-valore-e-impatto-sociale-attraverso-le-imprese

Per maggiori informazioni è possibile consultare il Regolamento al seguente link: file:///C:/Users/CSI/Downloads/Resto%20al%20Sud%20Hackathon%20Tour%20-%20Regolamento%20(1).pdf

Technologybiz 2019: la call per la selezione di idee di innovazione

Il format a sostegno delle idee e progetti dei soggetti concorrenti, con lo spirito di contribuire al relativo sviluppo competitivo.

Technologybiz 2019, l’iniziativa di animazione territoriale e business networking, stimola la cooperazione extraregionale, favorisce i processi di cross-fertilization, di open innovation ed il trasferimento tecnologico creando matching fra domanda e offerta di innovazione.

Possono partecipare alla Call un numero massimo di 10 soggetti individuati tra Organismi di ricerca pubblici e privati, Ricercatori, Innovatori, Startup, Spin off, PMI Innovative e Università operanti sul territorio campano, che abbiano idee, progetti o prodotti a contenuto innovativo o comunque con competenze e tecnologie tali da poter rispondere coerentemente ad una delle sfide pubblicate, ed ancora valide, sulla piattaforma di Open Innovation di Regione Campania .

I progetti, le idee o prodotti innovativi devono essere classificabili in base al Technology Readiness Level – TRL e devono rientrare nell’ambito dei domini tecnologici-produttivi della RIS3 Campania di seguito indicati:

  • Aerospazio;
  • Trasporti di superficie e Logistica;
  • Biotecnologie, Salute dell’Uomo e Agroalimentare;
  • Energia e Ambiente;
  • Turismo, Beni culturali ed Edilizia ecosostenibile;
  • Nuovi Materiali e Nanotecnologie.

I dieci soggetti vincitori potranno partecipare gratuitamente alla X edizione di Technologybiz, che si terrà il 22 novembre 2019 a Napoli e beneficeranno dei servizi di seguito indicati:

  • Postazione allestita con n. 1 desk e n. 2 sedie;
  • Attività di Scouting;
  • Business Presentation;
  • Attività promozionale online;
  • Attività di Matching;
  • Catalogo con le schede dei progetti e delle idee.

Per partecipare alla TECHNOLOGYBIZ 2019, la deadline è fissata entro le ore 20:00 del 31 ottobre 2019, attraverso la compilazione dei documenti presenti a questo link: https://tbiz.it/manifestazione-di-interesse.php?fbclid=IwAR1c4ADiju7whEA8ELWDTSlgBi30QlSRzGr89IkahNATfeXU9MUkCHNYMjI

Per ulteriori informazioni e chiarimenti possono essere richiesti all’indirizzo email: segreteria@technologybiz.it

We Change: la Call for Innovator del Forum Compraverde 2019

We Change lo spazio ​dove costruire soluzioni trasformative che favoriscano il cambiamento culturale e degli stili di vita, per la tutela dell’ambiente e del contrasto ai cambiamenti climatici.

Al Forum Compraverde Buygreen 2019 – evento che facilita l’incontro tra organizzazioni pubbliche e private che acquistano secondo una logica sostenibile, decisori pubblici e fornitori di beni e servizi con caratteristiche ambientali e social -, che si svolgerà a Roma il 17 e 18 ottobre, si darà spazio a We Change, la Call rivolta a innovatori, Startup, Centri di Ricerca e Università che abbiano idee in grado di favorire la transizione ecologica della nostra economia.

L’obiettivo di We Change è quello di favorire l’incontro tra domanda e offerta con soluzioni per la sostenibilità delle organizzazioni e negli acquisti. Le soluzioni più innovative avranno la possibilità di partecipare alle pitching session, davanti a un pubblico di potenziali investitori, sviluppatori, partner e media.

I prodotti e i servizi proposti devono avere caratteristiche sociali e ambientali evidenti e coerenti, nonché rispondere ad almeno un bisogno ben definito. Grado di innovatività, coerenza con i principi dell’economia circolare e responsabile, capacità di rispondere a problemi concreti sotto il profilo ambientale e sociale, sono questi i criteri di valutazione a cui farà riferimento la giuria nella valutazione delle candidature, oltre ovviamente a brevettabilità e scalabilità della proposta.

Per partecipare alla Call We Change, la deadline è fissata entro il 30 settembre 2019, basta compilare il modulo di candidatura ed inviare un video della durata massima di 3 minuti all’indirizzo mail wechange@forumcompraverde.it.

Per avere ulteriori informazioni consulta il sito ufficiale al seguente link: https://www.forumcompraverde.it/we-change/

 

 

 

Premio Innovazione Amica dell’Ambiente 2019

Il riconoscimento annuale destinato alle innovazioni riguardanti le riduzioni degli impatti ambientali.

Il Premio Innovazione Amica dell’Ambiente 2019, ideato da Legambiente, è un riconoscimento nazionale che premia le imprese che promuovono l’innovazione tecnologica, ambientale e sociale.

Il Premio punta a realizzare un contesto favorevole alla ricerca e mira a incrementare la diffusione di buone pratiche nell’ambito della sostenibilità ambientale. Il Premio è rivolto alle Startup non ancora costituite e a quelle già iscritte al registro delle imprese, agli Spin Off Universitari o Aziendali.

Si tratta di un riconoscimento annuale destinato a tutte quelle innovazioni di prodotto, di processo, di servizio, tecnologiche, gestionali e sociali, che dimostrano di contribuire a significative riduzioni degli impatti ambientali, a considerevoli rafforzamenti della resilienza agli effetti del cambiamento climatico e che si segnalano per originalità, replicabilità e potenzialità di sviluppo.

Per l’edizione 2019 il tema sarà quello della lotta ai cambiamenti climatici: ci si concentrerà su come le innovazioni e le nuove applicazioni contribuiscano a preservare il Pianeta e il suo ecosistema attraverso:

  • Innovatività e Replicabilità;
  • Impatto ambientale;
  • Fattibilità tecnica e Team;
  • Modello di business.

Inoltre, saranno apprezzate iniziative, interventi, piani, progetti che si muovano negli ambiti che seguono, riferendosi al rispettivo Sustainable Development Goal in accordo con l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, nel particolare:

  • Agricoltura e Filiere Agro-alimentari: Valorizzazione dei territori, sistemi di tracciabilità, integrazione innovativa di sistemi agricoli e della filiera agroalimentare. Capacità di fare sistema, impegno nella ricerca di tecnologie agricole innovative e nella diffusione di pratiche sostenibili nella produzione di alimenti. Garanzie nella sicurezza alimentare, migliorando la nutrizione e promuovendo una filiera sostenibile con impatti positivi a livello locale.
  • Mobilità sostenibile: Le modalità di spostamento che sono in grado di diminuire gli impatti ambientali, sociali ed economici. Per esempio: l’inquinamento atmosferico e le emissioni di gas serra, l’inquinamento acustico, la congestione stradale, l’incidentalità. Ma anche il degrado delle aree urbane, il consumo di territorio, i costi degli spostamenti;
  • Smart Cities and communities: Riqualificazione ambientale, energetica e sociale del patrimonio costruito, anche sulla base delle indicazioni europee sulla sostenibilità dei materiali, della durabilità degli edifici, riutilizzo e riciclabilità dei materiali dopo le demolizioni. Rigenerazione di interi spazi urbani, ecoquartieri, nuove tecnologie e interconnessione dei vari aspetti della vita quotidiana nelle abitazioni, negli uffici, nei luoghi produttivi e ricreativi;
  • Aree interne in rete: Valorizzazione dei piccoli centri al fine di renderli inclusivi, sostenibili e forti di un nuovo modo di pensare attraverso reti strategiche con la finalità di promuovere la sostenibilità ambientale, il contesto territoriale, il tessuto sociale in modo duraturo. Soluzioni volte alla crescita economica, sostenibile, in grado di fornire occupazione e di mettere in rete realtà analoghe.

Per partecipare al Bando 2019 del Premio Innovazione Amica dell’ambiente è necessario inviare entro e non oltre le 23:59 del 15 settembre 2019 la domanda di partecipazione al seguente indirizzo email: premioinnovazione@legambiente.it

Per maggiori informazioni consultare il Regolamento al seguente link: https://www.legambienteinnovazione.org/il-premio-2019/il-bando

 

Harmonic Innovation Contest: il programma per startup sull’open innovation con premi fino a 30 mila euro

Al via il programma Harmonic Innovation Contest – HIC con l’obiettivo di selezionare i migliori progetti di Startup, spin-off e PMI innovative che siano capaci di generare significative ricadute a vantaggio dell’uomo, in ambito sociale e ambientale.

NTT DATA, Oltre Open Innovation Hub, Università della Calabria e Fondazione Bruno Kessler, con l’advisory strategico di Entopan – Smart Networks & Strategies, promuovono il nuovo paradigma dell’Harmonic Innovation, fondato sulla sintesi tra scienza e sapienza, per la promozione di progetti di innovazione attenti alla centralità dell’uomo ed agli impatti sociali, nel contesto di un nuovo umanesimo digitale.

Il programma si ripropone di premiare progetti che promuovano:

  • uno sviluppo equo, responsabile e sostenibile;
  • innovazioni che rendano le città più inclusive e sicure;
  • nuovi modelli di produzione e di consumo che offrano maggiore tutela dei consumatori, dell’ambiente e di tutte le persone impiegate nella filiera produttiva.

Il contest si articolerà in sette diversi ambiti prioritari:

  1. Pubblic;
  2. Energy;
  3. Telco & Media;
  4. Banking;
  5. Insurance;
  6. Manufacturing;
  7. Retail.

A ciascun vincitore sarà proposto, da parte di Oltre Open Innovation Hub, un contratto che prevede un coinvestimento base a fondo perduto di 30.000 euro, erogati in servizi di accompagnamento allo sviluppo del business, con la possibilità, già in sede di accordo, di definire ulteriori e più avanzate forme di partecipazione allo sviluppo dell’innovazione tecnologica, all’evoluzione del modello di business e al rischio d’impresa.

Inoltre, i sette vincitori avranno l’opportunità di presentare la loro proposta ad aziende corporate, centri di ricerca, investitori istituzionali e privati, partecipando da protagonisti all’Harmonic Innovation Week , che avrà luogo dal 16 al 20 settembre 2019, nel centro storico di Castrolibero, un antico borgo della Calabria, con l’obiettivo di innervare il paradigma del “borgo digitale“.

Per partecipare al programma Harmonic Innovation Contest, la deadline è fissata entro le ore 12:00 del 30 agosto 2019, è possibile attraverso la compilazione del form al seguente link: https://contest.harmonicinnovation.it/

Per avere maggiori informazioni, scarica il bando completo al seguente link: https://media-manager.net/storage/innovationcontest/static/Programma_HIC.pdf

Le Village by CA Milano lancia la call 4 Startup per promuovere la sostenibilità. In palio un percorso di accelerazione all’interno del centro.

La Call 4 Startup che ti permette di accedere ai servizi di Le Village by CA Milano, per sviluppare la tua idea sulla sostenibilità ambientale.

Le Village by CA Milano, primo hub dell’innovazione di Crédit Agricole in Italia, in collaborazione con Bormioli Pharma, Enel, KPMG, Ferrovie dello Stato e Parmalat hanno promosso  la Call 4 Startup dedicata alla sostenibilità. L’obiettivo condiviso è quello di creare valore in modo sostenibile e rispettoso per l’ambiente.

Diversi sono i temi e le sfide, infatti, ognuno dei partner si impegna a portare avanti una tematica:

  • Crédit Agricole, si impegna volontariamente in ambito sociale ed ambientale, accompagnando progresso e trasformazione. In questo caso, il Gruppo Crédit Agricole in Italia supporterà la Call su tematiche legate all’Acqua: il risparmio di questa risorsa, il suo riciclo e la sua centralità per il benessere e la salute umana.
  • Bormioli Pharma, KPMG e Parmalat hanno scelto il tema dei “Packaging alternativi“: utilizzo di materiali innovativi e sostenibili, riduzione, eliminazione, riutilizzo e/o riciclo della plastica, gestione fine vita del packaging.
  • La tematica scelta da Enel è “Sustainable e Smart Cities“: smart home, mobilità elettrica, illuminazione smart, mobilità elettrica, consumo energetico, efficienza energetica.
  • La tematica scelta da Ferrovie dello Stato Italiane è “Mobilità sostenibile“: soluzioni innovative per la mobilità integrata per incentivare le persone a scegliere il treno per i propri spostamenti di lavoro, studio, svago e turismo e per trasferire il traffico merci dalla strada alla ferrovia.

Per poter accedere a Le Village by CA Milano, possono partecipare i team che rispettano determinati requisiti:

  • da i 6 mesi ai 5 anni di vita;
  • intenzione di ricollocare l’intero team o una consistente parte di esso presso gli spazi di Le Village;
  • presenza di almeno un prodotto e/o un servizio già validato dal mercato;
  • fatturato superiore a 25.000 euro.

Accedere ai servizi di Le Village permetterà ai team di ottenere:

  • accompagnamento al business “Tailor-Made” da parte delle aziende partner, attraverso il quale sviluppare il modello di business e le competenze manageriali;
  • Affiancamento per il Fundraising;
  • Percorsi di crescita per l’internazionalizzazione, tramite il network di Crédit Agricole, dei Village in Francia e dei Pop-up Village a New York e Hong Kong;
  • Mentor, Coach e Specialisti,training e formazione da parte di specialisti nel Village e nelle aziende partner;
  • Conferenze e Workshop, in un palinsesto ricco di eventi e occasioni di networking

Per partecipare alla Call 4 Startup di Le Village by CA Milano, è possibile attraverso la compilazione del form d’iscrizione entro il 26 luglio 2019 cliccando qui.

Agritech Startup Challenge: la Call per startup e idee innovative nell’agroalimentare con un premio da 50K

La Call for ideas che si pone come un trampolino di lancio per Startup e futuri imprenditori nel settore agricolo e di filiera.

Agritech Startup Challenge. Innovation for sustainable agriculture è un’iniziativa realizzata da Corteva Agriscience™ con il supporto organizzativo di Sprim Italia S.r.l. . L’iniziativa si rivolge a chiunque si occupi di Food system e abbia avviato una startup o voglia trasformare la sua idea in un’impresa vincente, mantenendo il focus principale sull’agricoltura sostenibile.

L’obiettivo di Agritech Startup Challenge è quello di valorizzare i migliori progetti e aiutare a convertire un’idea vincente in una realtà imprenditoriale concreta. In questa prima edizione, la Call Agritech Startup Challenge mette a disposizione del vincitore un finanziamento di 50.000 euro da utilizzare interamente per lo sviluppo del progetto o nell’ambito del business della startup. Oltre al premio in palio per il vincitore, i partecipanti avranno l’occasione di confrontarsi direttamente con esperti del settore e di dare visibilità al loro progetto innovativo, eventualmente instaurando collaborazioni con l’ente organizzatore.

I candidati avranno la possibilità di presentare il loro progetto all’interno delle seguenti aree di interesse:

  • Blockchain: soluzioni blockchain per verificare la provenienza delle materie prime e garantire la trasparenza dell’intera filiera agroalimentare, nell’ottica di una completa tracciabilità e di una maggiore sicurezza alimentare;
  • Agricoltura di precisione & decision support system: strategie di gestione aziendale che utilizzano le tecnologie dell’informazione per acquisire e interpretare dati, con l’obiettivo di migliorare la produzione agricola, minimizzare i danni ambientali ed elevare gli standard qualitativi dei prodotti agricoli;
  • Big data in agricoltura: tecnologie per la raccolta e l’interpretazione di grosse moli di dati, finalizzate a migliorare la gestione dell’azienda agricola, l’effcienza della supply chain e la tracciabilità dei prodotti;
  • Food loss & waste: soluzioni rivolte alla riduzione di perdite e sprechi alimentari, che coinvolgano uno o più fasi della filiera agroalimentare, dal produttore al consumatore;
  • Supply & demand: soluzioni digitali per favorire l’incontro di domanda e offerta in ambito agricolo, al fine di tutelare le eccellenze del Made in Italy, agevolare gli scambi commerciali e accorciare la filiera agroalimentare;
  • Robotica in campo: strumenti automatici volti a rendere più effcienti i processi all’interno della azienda agricola, a migliorare le condizioni di sicurezza degli operatori;
  • Miglioramento e protezione delle colture: innovazioni per l’incremento delle rese, l’adattamento ai cambiamenti climatici e la resistenza alle malattie, nuovi principi attivi per il controllo di malattie parassitarie ed erbe infestanti, compatibili con le tecniche di agricoltura integrata e/o biologica.

Per partecipazione alla Call Agritech Startup Challenge occorre presentare la propria candidatura attraverso la compilazione della rispettiva application form sul sito www.agritechstartupchallenge.com entro il 15 ottobre 2019.

Per Info più dettagliate si invita a consultare il Regolamento.

1 2 3 5